Come scegliere la polenta e cucinarla

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La polenta è una delle tantissime specialità della cucina italiana. Per chi non lo sapesse, non è altro che la farina di mais che viene cotta in acqua o brodo fino a quando non si addensa e i chicchi di farina diventano liquidi. La polenta può essere di colore giallo o bianco, a base di farina di mais macinata grossolanamente o finemente, anche se la versione classica è composta dalla farina macinata grossolanamente ed in modo uniforme, utilizzando del mais giallo. Tradizionalmente, appena cotta essa viene versata direttamente nel mezzo di una tavola di legno e poi tagliata, per poi essere servita non appena si raffredda. Nella seguente guida vedremo come scegliere la polenta e cucinarla.

25

Occorrente

  • Polenta
  • Sale
  • Pepe
  • Cipolla
  • Burro
35

Per quanto riguarda la scelta della polenta, è necessario innanzitutto assicurarsi che sia prodotta in Italia e che la farina di mais sia stata macinata su pietra. La farina di mais macinata su pietra contiene più fibre e sali minerali rispetto a quella più comunemente disponibile nei supermercati; inoltre, ha un sapore più ricco. La polenta è disponibile in formato istantaneo, che richiede un tempo di cottura basso (circa 15 minuti), ma secondo i puristi il sapore e la consistenza di questo tipo di polenta soffre il confronto con quella regolare, per cui è meglio utilizzarla per quei piatti in cui la polenta non costituisce l'ingrediente base. La polenta è disponibile anche cotta, raffreddata e modellata in dei cilindri di plastica, ideale per chi non ha molto tempo da trascorrere in cucina.

45

La chiave per cucinare perfettamente la polenta, affinché sia liscia ed omogenea, è di girare il cucchiaio di legno in modo circolare. Quindi, assicurarsi che l'acqua bolle, poi mescolare continuamente mentre si versa la polenta in pentola con un flusso costante. Aggiungere gli aromi una volta che è cotta: tradizionalmente, si mette una noce abbondante di burro e una manciata di parmigiano grattugiato per renderla più cremosa.

Continua la lettura
55

Terminata la cottura, lasciare raffreddare la polenta e tagliarla a fette aventi uno spessore di 2-3 centimetri. A questo punto, far riscaldare l'olio in una padella, unirvi le cipolle affettate, condirle con sale e pepe e farle dorare a calore vivo. Nello stesso tempo, far abbrustolire le fettine di polenta sulla graticola, disporle su un piatto di servizio e ricoprirle con le cipolle e il loro fondo di cottura. Servire la preparazione ben calda.
Questa appena descritta è la ricetta tradizionale friulana, ma esistono numerose varianti a seconda delle regioni e delle città italiane.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

5 segreti per una polenta senza grumi

La polenta è un tipico piatto della nostra tradizione culinaria, proveniente più dai paesi del nord Italia. Questo delizioso e semplice piatto nasce naturalmente con la lavorazione della farina di mais e seguendo un procedimento molto accurato, che...
Consigli di Cucina

3 modi di condire la polenta

Come ben sapiamo, la polenta è un piatto tipico della tradizione contadina (a base di farina di mais), amato soprattutto al Nord Italia in tutte le sue varianti. Originariamente noto come piatto povero, la polenta può essere annoverata al giorno d'oggi...
Consigli di Cucina

Come condire la polenta

La tradizione gastronomica italiana si compone di differenti ricette, tutte tipiche di una particolare zona della nostra nazione. La polenta è uno di questi. In tempi lontani era il pasto di allevatori e contadini, che usavano farine di diversi cereali....
Consigli di Cucina

Come conservare la polenta cotta

Molto spesso ci ritroviamo con avanzi di cibo che sarebbe un vero peccato buttare via. In questi casi possiamo ricorrere a qualche piccolo trucco per recuperarli e usarli in altre gustose ricette. Ma come fare se avanza della polenta cotta? Nessun problema,...
Consigli di Cucina

5 modi di servire la polenta

La polenta è una deliziosa pietanza originaria dell'Italia Settentrionale e attualmente diffusa in numerosi Paesi dell'Europa (come l'Ucraina, l'Austria, la Romania, la Svizzera e la Croazia) e nel Sud America (come l'Uruguay, il Cile, l'Argentina e...
Consigli di Cucina

Le migliori ricette con le uova di quaglia

Le uova di quaglia rappresentano un ingrediente molto versatile da utilizzare in cucina, in grado di conferire un tocco di originalità alle proprie ricette. Sono infatti perfette come antipasto sfizioso, fritte, in aggiunta ad una gustosa insalata o...
Consigli di Cucina

Festa del papà: idee per un menu vegetariano

La festa del papà si sta avvicinando, e semplicemente vogliamo rendere omaggio al papà con semplici gesti belli e che fanno piacere e sopratutto con un menu delizioso. Ci sono molte idee per rendere speciale questo giorno e con piccoli passi si può...
Consigli di Cucina

5 crostini per iniziare il pranzo natalizio

La tavola imbandita per il pranzo di Natale, ogni anno è sempre ammantata da un fascino particolare. Una magia che prende vita dalle colorate luci, le scintillanti decorazioni e le prelibatezze che attendono solo di essere gustate! Prima di iniziare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.