Come scegliere un buon Champagne

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Lo Champagne rappresenta un vino spumante fabbricato con l'uva coltivata nell'omonima Regione francese: alcune persone utilizzano questa parola come un termine generico per indicare lo spumante, ma la maggioranza dei Paesi riservano il termine solamente per i vini provenienti da quella Regione e vengono prodotti secondo le regole della denominazione.
Lo Champagne evoca subito delle immagini di celebrazioni festive, ma non c'è la necessità di attendere per un'occasione speciale per gustarsi questo delizioso spumante, che ha preso il suo posto legittimo sulla tavola come un piacevole accompagnatore del cibo: nella seguente dettagliata e informativa guida esplicata successivamente, quindi, vi spiegherò come bisogna scegliere un buon Champagne.

27

Occorrente

  • Champagne
  • Vini
  • Zucchero
  • Grappa
37

Quando si tratta di Champagne, sarà necessario rispettare le regole dei francesi, i quali affermano che l'unico spumante legittimo è quello proveniente dall'omonima Regione della Francia e tutti gli altri sono tecnicamente degli spumanti qualsiasi.
Bisognerà tenere conto della dolcezza dello champagne, che solitamente viene determinata dal vinificatore durante il processo della fermentazione con l'aggiunta dell'esatto dosaggio, ossia una miscela segreta di vini (il Brut molto secco, il Brut extra secco, il Brut secco amabile e il Brut dolce), zucchero e grappa.

47

Il Methode Champenoise costituisce un rigoroso processo a diverse fasi e indica una qualità superiore di vino spumante, realizzato esattamente alla stessa maniera dello Champagne francese.
Lo Champagne Vintage, invece, viene consigliato soltanto nelle occasioni particolari, mentre il non-vintage Champagne consiste in miscele fermentate generalmente per 5/7 anni e che costituiscono il 75/80% di quelle in bottiglia: esso è tipicamente creato in stile "abitazione" e mantenuto da una miscelazione meticolosa.
I vini devono comporre almeno l'80% della cuvée (miscela di vini fermentati), mentre il resto proviene da vini in conserva da anni antecedenti: inoltre, lo Champagne deve essere invecchiato per almeno 3 anni prima del rilascio.

Continua la lettura
57

Delle tre categorie principali di Champagne, sarà necessario conoscere i molteplici derivati:
- il Rosé è realizzato interamente con l'aggiunta di un pochino di vino rosso alla partita (ovvero il Pinot nero e/o l'uva Meunier), anche se alcuni produttori ottengono il colore dalla macerazione delle bucce d'uva rossa;
- il Blanc de Blancs è sia il più delicato che quello maggiormente leggero ed è creato totalmente dalle uve Chardonnay.

67

Realizzato con soltanto poco più della metà della pressione degli spumanti standard, il Cremant possiede uno speciale gusto cremoso e non viene consigliato sceglierlo quando non lo si conosce abbastanza bene.
Il Grand Cru (grande crescita) rappresenta il top degli Champagne che si potrebbe fabbricare, mentre il Premier Cru (prima crescita) è il secondo Champagne in termini di qualità: il Grand Marque (grande marchio), invece, viene adoperato ufficiosamente per indicare le migliori case di produzione dello Champagne.

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come fare il cocktail “Rossini”

Preparare un cocktail da servire agli amici prima di una cena potrebbe essere un bel modo per iniziare una piacevole serata in allegria. Quello che vi proponiamo i questo articolo è un cocktail dal sapore fresco e delicato, ideale da servire come aperitivo:...
Vino e Alcolici

10 cocktails d'effetto per una serata speciale

I cocktails si gustano da soli o in compagnia e molti sono i gusti che accontentano i palati anche più esigenti. Ottimi aperitivi con snack sfiziosi, fine pasto o per brindare in occasioni ed eventi speciali sono alcolici o analconici, pensati anche...
Vino e Alcolici

Idee: Cocktail alcolici con la frutta

Dovete organizzare una festa in casa con degli amici o volete semplicemente improvvisarvi barman per una sera ma non sapete da dove iniziare? Continuate allora a leggere questa guida dove troverete alcune idee per creare alcuni tra i cocktail alcolici...
Vino e Alcolici

Come scegliere cocktail da abbinare al pasto

I cocktail rappresentano un ottimo modo per intrattenere gli ospiti in attesa che sia pronto in tavola: offrendone uno si crea subito un clima di amichevole goliardia e si socializza meglio con un bicchiere di profumata bevanda in mano ma bisogna fare...
Vino e Alcolici

Come scegliere i bicchieri per il vino

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri cari lettori e lettrici, appassionati dei nostri argomenti, capire per bene, come poter scegliere, nel modo migliore possibile, i bicchieri per il vino, da servire a tavola, magari a cena con amici o...
Vino e Alcolici

I 10 vini più pregiati in Francia

La Francia è tra i maggiori produttori vinicoli in Europa. Insieme all’Italia, vanta il primato dei vini più pregiati al mondo. Si tratta di una tradizione millenaria, coltivata con zelo nell’arco dei secoli. Le zone della Borgogna, di Bordeaux...
Vino e Alcolici

Come aprire il vino o lo spumante

Talvolta aprire una bottiglia di vino o una bottiglia di spumante può diventare un vero rompicapo, in particolare se abbiamo ospiti a casa e vogliamo evitare di fare brutte figure. Per facilitarvi la vita abbiamo pensato di dedicare una guida proprio...
Vino e Alcolici

Come fare i cocktail al melograno

La realizzazione dei cocktail a volte ci può celare qualche difficoltà e qualche ostacolo. Bisognerebbe a tal proposito avere le idee chiare per poterne realizzare uno in maniera semplice. Esistono dei cocktail classici che ci permettono di andare sul...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.