Come servire i pizzoccheri

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

È nella maestosità del panorama valtellinese che nascono i golosi pizzoccheri, piatto simbolo di questa splendida regione italiana. La tradizione locale vuole i pizzoccheri serviti con patate a pezzi, verza, formaggio, burro, aglio e salvia. A conferire poi il particolare colore ai pizzocheri, è la farina di grano saraceno. Questa specialità gastronomica viene talvolta servita con condimenti diversi dalla classica ricetta, che ne riescono comunque ad esaltare la particolare consistenza. Per portare in tavola il profumo della Valtellina, ma in una versione originale, andiamo a scoprire come servire i pizzoccheri.

27

Occorrente

  • Ingredienti per 4 persone:
  • 400 gr di pizzoccheri
  • 150 gr di pancetta affumicata
  • 150 gr di stracchino
  • 1 cipolla
  • sale q.b.
37

I pizzoccheri racchiudono tutto il sapore rustico e generoso della montagna. Per questo motivo possono essere serviti anche con condimenti poveri, purché ricchi di gusto! Una variante davvero sfiziosa, potrebbe essere quella che vede i pizzoccheri serviti con pancetta e stracchino. Un condimento cremoso e profumato, perfetto per esaltare la consistenza dei pizzoccheri.

47

Iniziamo a vedere come servire i pizzoccheri. Per prima cosa andiamo a scaldare un ricciolo di burro in una padella antiaderente. Nel frattempo sbucciamo e tagliamo a rondelle sottili la cipolla. Quando il burro si sarà perfettamente fuso, aggiungiamo la cipolla e lasciamola stufare a fuoco dolce. Per evitare che la cipolla possa bruciarsi o aderire al fondo della padella, bagniamola con un mestolo di brodo vegetale. Quando la cipolla risulterà morbida, ma non sfatta, possiamo spegnere il fuoco e tenerla da parte.

Continua la lettura
57

Andiamo ora a porre sul fuoco un'altra padella antiaderente e lasciamo scaldare il fondo. Nel frattempo tagliamo a cubetti la pancetta. Quando la padella sarà ben calda, aggiungiamo la pancetta e lasciamola rosolare. Teniamo bene a mente che generalmente la pancetta è piuttosto grassa, ma nel caso avessimo scelto un taglio magro possiamo aggiungere un filo di olio extra vergine di oliva. Nel frattempo portiamo nuovamente le cipolle sul fuoco e a fiamma dolce facciamogli riprendere calore. Quindi aggiungiamo lo stracchino. Ora, con un cucchiaio di legno, aiutiamo lo stracchino a sciogliersi perfettamente fondendosi con le cipolle. A questo punto possiamo scolare i pizzoccheri, che avremo fatto cuocere in acqua bollente e salata e andiamo a versarli nella padella con la pancetta. Accendiamo il fuoco e facciamoli saltare. Quindi incorporiamo anche la salsa di cipolle e stracchino. Mantechiamo il tutto. Andiamo quindi a servire i pizzoccheri ben caldi, guarnendoli con una generosa spolverata di formaggio grattugiato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per un tocco croccante, aggiungiamo anche dei pinoli tostati
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come servire i bolliti

Se intendete servire dei bolliti cotti al punto giusto in modo tale che gli ospiti possano apprezzarlo al meglio, è importante attenersi ad alcuni consigli; infatti, si tratta di alcuni accorgimenti legati sia alla scelta dei prodotti che al modo di...
Consigli di Cucina

Come servire un'insalatona

L'insalatona è un piatto leggero e gustoso, adatto per ogni occasione. Per gli amanti della cucina salutare o per chi segue la cucina vegetariana, sarà l'ideale. Oltre ad essere un piatto leggero e fresco, può essere una portata speciale da servire...
Consigli di Cucina

Come servire il tacchino ripieno

Il tacchino ripieno è uno dei piatti simbolo della cucina americana, e protagonista assoluto del Giorno del Ringraziamento. Anche se questa ricetta può sembrare eccessivamente elaborata e complessa, in realtà è molto semplice. L'importante è seguire...
Consigli di Cucina

Come servire e accompagnare il riso

Il riso è un tipo di pasta che può essere servito sia come primo piatto che come ingrediente per preparare dei gustosi secondi. Si può servire anche freddo o come piatto unico con verdure e carne, ma è davvero eccezionale nei dolci. Quindi il riso...
Consigli di Cucina

Come servire un timballo farcito

Servire un timballo farcito è molto semplice data la fattura stessa del piatto. Chiaramente la difficoltà aumenta in base alla tipilogia, cioè se fatto con una base di pasta, di riso o di patate. Come vedremo con pochissime semplici mosse arriveremo...
Consigli di Cucina

5 modi per servire l'anguria

Con l'avvicinarsi della bella stagione e dei primi caldi è bene ricercare e servire alimenti freschi e ricchi di liquidi e sali minerali, fondamentali per affrontare in maniera salutare le giornate di caldo. Nel periodo che va da maggio a settembre infatti...
Consigli di Cucina

Come servire la paella

La paella è un tipico piatto di origine spagnola, caratteristico della Valencia. Il termine "paella" significa "padella" e prende il nome dal recipiente nel quale si cucina questo delizioso piatto. È una pietanza a base di riso asciutto con pollo, pesce...
Consigli di Cucina

Come servire la frittura di pesce

La frittura di pesce è un piatto particolarmente estivo, che richiede una cottura veloce e non molto impegnativa. Questa ricetta infatti, è facile da preparare e può essere servita come antipasto o secondo. Il punto forte della frittura di pesce è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.