Come servire un timballo farcito

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Servire un timballo farcito è molto semplice data la fattura stessa del piatto. Chiaramente la difficoltà aumenta in base alla tipilogia, cioè se fatto con una base di pasta, di riso o di patate. Come vedremo con pochissime semplici mosse arriveremo all'impiattamento tenedo conto di un paio di mosse che poi vi andrò a spiegare.

26

Occorrente

  • Un coltello affilato e una spatola
36

Per servire bene occhio alla cottura

Il timballo, essendo un primo piatto fatto essenzialmete di pasta, si rende facile da servire grazie alla sua stuttura corposa. Essendo cotto per il giusto tempo al forno, da mezz'ora a un'ora in base alla temperatura, il prodotto finale sarà abbastanza consistente per essere messo a tavola indipendentemete dalla farcitura che si è scelta. Chiaramente, in base alla tipologia e alla farcitura del nostro timballo ci sarà una cottura differente, ma l'unica cosa è ricordarsi sempre di mantenere la forma e la consistenza adeguata, altrimenti non sarà più un timballo, ma una frittata di riso o una pasta al forno.

46

La porzione

Altra cosa importante per servire il timballo nella maniera corretta, è il modo in cui viene tagliato e quindi preso dal testo o dalla teglia. Infatti, bisogna prendere un coltello abbastanza affilato che non vada a rompere troppo la crosta che si crea sopra alla nostra lasagna e rovinare quindi l'estetica del piatto. Poi passare la lama in senso orizzontale e poi in verticale secondo le quantità da creare. Una porzione media è di circa 80/100 grammi, quindi orientarsi e tagliare tenedo conto anche della farcitura accessoria, se c'è, nella quantità della porzionatura. Per facilitare si può anche togliere la parte superiore, quella croccante, tagliare il tutto separatamente e poi ricomporre il tutto direttamente sul piatto o vassoio.

Continua la lettura
56

Impiattamento

L'impiattamento finale del nostro timballo sarà poi la fase più importante. Difatti il nostro cubetto di lasagna verrà servito sul piatto direttamente dalla teglia con l'aggiunta, se serve, di una qualsiasi salsa. Importante tenere presente sia la parte estetica del cibo che del piatto, quindi scegliere bene le stoviglie da usare. Importante, il piatto possibilmente caldo, per mantenere la croccante del prodotto. Se sporzionato dal vassoio, teniamo presente sempre il servizio da destra, come etichetta insegna, adagiare delicatamente per mantenere la forma della nostra pasta e il gioco è fatto. Nel caso in cui ci sia una salsa adagiare delicatamente sopra al nostro timballo per completare il piatto a tavola. Anche qui, l'estetica è importante!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Servire caldo e cotto bene!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come servire i bolliti

Se intendete servire dei bolliti cotti al punto giusto in modo tale che gli ospiti possano apprezzarlo al meglio, è importante attenersi ad alcuni consigli; infatti, si tratta di alcuni accorgimenti legati sia alla scelta dei prodotti che al modo di...
Consigli di Cucina

Come servire un'insalatona

L'insalatona è un piatto leggero e gustoso, adatto per ogni occasione. Per gli amanti della cucina salutare o per chi segue la cucina vegetariana, sarà l'ideale. Oltre ad essere un piatto leggero e fresco, può essere una portata speciale da servire...
Consigli di Cucina

Come servire il tacchino ripieno

Il tacchino ripieno è uno dei piatti simbolo della cucina americana, e protagonista assoluto del Giorno del Ringraziamento. Anche se questa ricetta può sembrare eccessivamente elaborata e complessa, in realtà è molto semplice. L'importante è seguire...
Consigli di Cucina

Come servire e accompagnare il riso

Il riso è un tipo di pasta che può essere servito sia come primo piatto che come ingrediente per preparare dei gustosi secondi. Si può servire anche freddo o come piatto unico con verdure e carne, ma è davvero eccezionale nei dolci. Quindi il riso...
Consigli di Cucina

5 modi per servire l'anguria

Con l'avvicinarsi della bella stagione e dei primi caldi è bene ricercare e servire alimenti freschi e ricchi di liquidi e sali minerali, fondamentali per affrontare in maniera salutare le giornate di caldo. Nel periodo che va da maggio a settembre infatti...
Consigli di Cucina

Come servire la paella

La paella è un tipico piatto di origine spagnola, caratteristico della Valencia. Il termine "paella" significa "padella" e prende il nome dal recipiente nel quale si cucina questo delizioso piatto. È una pietanza a base di riso asciutto con pollo, pesce...
Consigli di Cucina

Come servire la frittura di pesce

La frittura di pesce è un piatto particolarmente estivo, che richiede una cottura veloce e non molto impegnativa. Questa ricetta infatti, è facile da preparare e può essere servita come antipasto o secondo. Il punto forte della frittura di pesce è...
Consigli di Cucina

Come servire la fonduta

La fonduta è un piatto molto gustoso, tipico della Svizzera e della Valle D'Aosta. Questo mix di formaggi ha un'origine molto antica ed è un piatto tipico che viene preparato a base di fontina. La preparazione è considerata un'arte e ogni chef ha la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.