Come sostituire il lievito in polvere nelle ricette

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il lievito è un ingrediente presente frequentemente nella maggior parte delle ricette. Tuttavia ci sono tantissime persone che al giorno d'oggi ne sono intolleranti e non possono quindi farne uso. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come fare per poter sostituire il lievito in polvere nelle ricette.

26

Occorrente

  • Bicarbonato; agente acido (aceto, limone, cremor di tartaro ed altri)
36

Usare il bicarbonato

Il lievito in polvere, solitamente utilizzato per i dolci, viene venduto in bustine da 16 grammi ed è sufficiente per gli impasti realizzati con mezzo chilo di farina. Viene chiamato lievito chimico perché consente una lievitazione istantanea ed è adatto alla preparazione di torte salate e dolci. È indispensabile per consentire alla pietanza di aumentare di volume durante la cottura, ma allo stesso tempo si impiega per garantire una consistenza soffice e fragrante. Se si è intolleranti al lievito, se quello che si ha in dispensa è scaduto o ancora peggio ci si è proprio dimenticati di acquistarlo, non bisogna demordere. Esiste un'alternativa a portata di tutti e viene offerta dal bicarbonato.

46

Usare l'aceto

Non bisogna dimenticare che la reazione che consente la lievitazione si genera dal contatto tra due sostanze opposte, grazie anche all'apporto dell'acqua e del calore. Seguendo questo principio, il bicarbonato può essere un buon agente basico, ma bisogna necessariamente accostarlo ad un agente acido, come ad esempio l'aceto, lo yogurt, il limone ed altri, i quali sono in grado di sviluppare anidride carbonica. In alternativa, se non si vuole aggiungere questo secondo agente, si può portare ad alte temperature il bicarbonato ma non sempre questo procedimento è indicato in quanto si rischia di ottenere delle pietanze particolarmente amare.

Continua la lettura
56

Usare delle alternative

Se si vuole preparare una torta utilizzando 275 grammi di farina è possibile aggiungere un cucchiaio raso di bicarbonato insieme a due cucchiai di cremor tartaro (si tratta di un prodotto lievitante che può essere tranquillamente acquistato in farmacia o nei negozi ben forniti). In questo modo si otterrà facilmente un sostituto del lievito. Esistono però altre varianti ugualmente efficaci. Si possono infatti unire due grammi di bicarbonato con 125 grammi di yogurt (questa soluzione è l'ideale per la preparazione di ricette salate) o in alternativa sostituire quest'ultimo con l'aceto di mele e il latte. È importante ricordare infine che in base alla pietanza che si sta preparando bisogna scegliere la soluzione più indicata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come congelare il lievito madre

Il lievito madre è una tipologia di lievito creata con l'impasto di acqua e farina, fermentati per un determinato periodo di tempo. Il lievito madre dona molta più digeribilità agli alimenti e può essere utilizzato per svariate tipologie di ricette....
Consigli di Cucina

Come sostituire le patate nelle ricette

Spesso in cucina ci troviamo sprovvisti di alcuni ingredienti o semplicemente per pigrizia non vogliamo sporcare pentole e stoviglie. Cosa fare se la ricetta che vogliamo preparare oggi prevede delle patate? La patata è un tubero molto nutriente e ricco...
Consigli di Cucina

Come utilizzare l'aglio in polvere in cucina

In questo articolo vedremo come utilizzare l'aglio in polvere in cucina. Questo condimento è assolutamente molto usato in cucina, specialmente per dare sapore alle pietanze, come per esempio: pasta, pesce e carne. In diversi Paesi, tale pianta oltre...
Consigli di Cucina

Come sostituire le uova nell'impasto

L'impasto perfetto per una ricetta dolce o salata prevede le uova! Oltre a donare un sapore più gustoso alle nostre ricette, le uova aiutano anche a legare i vari ingredienti tra loro e fungono anche da agente lievitante. Eppure è possibile sfornare...
Consigli di Cucina

Ricette con amido di mais

Al contrario di quanto si possa pensare, l'amido di mais è uno degli ingredienti più utilizzati in cucina. Specie quando vogliamo preparare dei dolci soffici e leggeri, non possiamo fare a meno di usare l'amido di mais. Si tratta di un componente contenuto...
Consigli di Cucina

10 ricette con i cachi

I cachi sono frutti saporiti e gustosi, dalla polpa morbidissima e dall'aspetto simile a quello di grandi pomodori. I cachi possono essere gustati al naturale, freschi e ricchi di sapore e dolcezza, oppure possono rivelarsi gli ingredienti perfetti con...
Consigli di Cucina

Ricette veloci con le cipolle

Le cipolle, sono davvero semplici da cucinare e in più danno la possibilità di divertirsi a preparare ricette gustose e varie con pochissimi ingredienti gustosi, genuini e salutari. Se avete in casa tante cipolle da consumare, eccovi una lista di alcune...
Consigli di Cucina

Miglio: 5 ricette facili e veloci

Il miglio fa parte della famiglia dei cereali e come tale in esso si nascondo tantissimi proprietà benefiche che fanno bene alla salute e alla forma fisica. Anche se non siamo soliti cucinare con questo cereale esiste una grande varietà di ricette che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.