Come togliere le lische alle sarde

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I piatti a base di pesce sono sempre molto apprezzati ma spesso sono anche i più difficili da preparare. Inoltre, molti tipi di pesce richiedono moltissimo tempo per essere puliti bene e cucinati. Come fare quindi se volete cucinare del pesce ma non avete abbastanza tempo? L'ideale è preparare le sarde! Si tratta di un tipo di pesce che fa bene alla nostra salute in quanto è ricco di Omega 3 ed è anche delizioso! Le sarde hanno altri grandissimi vantaggi: possono essere pulite e preparate in pochissimo tempo e possono essere cucinate in moltissimi modi! Quindi se avete in mente un pranzo con parenti o amici potete optare per diverse ricette a base di sarde che possano soddisfare tutti! Potete prepararle fritte, al forno, alla siciliana, potete persino usarle per condire la pasta! Però dovete stare attenti a pulire molto bene questo tipo di pesce, vediamo quindi insieme come togliere le lische alle sarde!

27

Occorrente

  • Scolapasta
  • Lavandino
37

Preparare gli occorrenti

Prima di cominciare con la pulizia del pesce, dovete prendere dei piccoli accorgimenti per mantenere la cucina pulita e seguire un certo ordine. Innanzitutto procuratevi uno scolapasta da mettere in un lavandino. Vi consiglio di usare lo scolapasta perché è lì che dovrete gettare le interiora del pesce per evitare che finiscano nel lavandino ma anche un piatto andrà bene.

47

Aprire il pesce

Innanzitutto dovete sapere che è meglio utilizzare le mani per pulire le sarde e mai un coltello. Questo perché si tratta di un tipo di pesce molto piccolo (stessa cosa, infatti, vale per le alici) e con un coltello potrebbe spezzarsi. Bisogna dunque sporcarsi un po' le mani e avere tanta pazienza e attenzione nei movimenti che dovranno essere secchi ma allo stesso tempo delicati. Staccate la testa del pesce aiutandovi con il pollice e l'indice. Dovete fare un movimento secco. Trascinate il dito indice nel corpo tirando e, durante questa operazione, eliminate le interiora del pesce. Fate molta attenzione a non rompere il pesce mentre lo aprite. Con i pollici, effettuando dei movimenti molto delicati ma netti, aprite a metà il pesce fino alla coda.

Continua la lettura
57

Estrarre la lisca

Aiutandovi sempre con due dita afferrate e tirate fuori la parte iniziale della lisca e, assicurandovi di tenere stretta la sarda tra il dito indice e il dito medio, estraete lentamente la lisca. Cercate con molta cura di farlo scivolare lungo tutto il corpo fino a quando non si stacca. Dopodiché girate la sarda e staccate anche la pinna dorsale. A questo punto avrete pulito la vostra sarda e dovete lavarla per bene sotto l'acqua corrente.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Effettuare movimenti netti ma delicati
  • Non usare coltelli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come preparare le sarde sott'olio

Se hai intenzione di deliziare il palato dei tuoi commensali con una prelibatezza realizzata con le tue mani prosegui la lettura in quanto questa guida potrebbe fare al caso tuo. Un piatto dal sapore di mare che farà la gioia degli amanti del pesce che...
Pesce

Come fare la parmigiana di sarde

È sicuramente piacevole preparare un buon piatto che possa piacere a tutti gli ospiti che saranno seduti alla vostra tavola. Per preparare una cena o un pranzo gradevole da passare in compagnia di amici, è possibile realizzare una squisita parmigiana...
Pesce

Come preparare le sarde con le patate

Se avete intenzione di rinnovare la lista dei piatti che usualmente preparate, e cercate una ricetta per preparare un secondo a base di pesce, che sia di rapida preparazione ed allo stesso tempo gustoso e soddisfacente. Allora potrete affidarvi con successo...
Pesce

Ricetta: sarde a beccafico alla siciliana

Nella guida che seguirà, ci occuperemo della cucina italiana, consigliandovi e spiegandovi la preparazione di un piatto tipicamente siciliano. Infatti, ora vi spiegheremo la preparazione delle sarde a beccafico alla siciliana. Cominciamo subito.Le sarde...
Pesce

Come cucinare le sarde

Le sarde, pesce molto usato in cucina, sono tra le specie più diffuse nel mar Mediterraneo. Le sarde, dato l'elevato contenuto di omega 3 e di altre sostanze nutritive, vengono consigliate da nutrizionisti e cardiologi. Le sarde sono il pesce protagonista...
Primi Piatti

Come preparare la pasta con le sarde alla palermitana

Questo è un piatto, come suggerisce il nome, originario della Sicilia e in particolare della zona di Palermo. La ricetta è molto antica e viene tramandata da generazioni, restando invariata nel tempo. In Sicilia infatti, sono molti i ristoranti e le...
Pesce

Come fare le sarde ripiene e fritte

Le sarde sono pesci pelagici che tuttavia si possono pescare anche vicino alle coste. La facilità e l'abbondanza della loro pesca ha reso le sarde un tipo di pesce economico, contrariamente ad altri prodotti del mare. Nutrienti e saporite, si prestano...
Pesce

Sarde sfilettate con dafolata di zucchine in crosta

Le sarde, appartenenti alla classe dei pesci azzurri economici, seppur gustosi e poco grassi, si prestano a numerosissime ricette di ogni tipo. La più conosciuta e anche la più veloce è senz'altro la frittura con panatura ma, per mantenere incontaminata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.