Come usare forchetta e coltello nel modo corretto

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

A volte in cene o pranzi speciali e particolari, sarebbe il caso di sfoggiare una certa eleganza. Questa deve necessariamente comprendere anche il modo in cui mangiamo. Lo scopo di questa guida si focalizza principalmente su questo aspetto, ma più in particolare su come poter usare la forchette a il coltello nel modo più corretto ed elegante possibile. In questo modo faremo davvero un figurone agli occhi dei nostri ospiti o dei nostri commensali.

25

Predisporre della tavola

La tavola non può essere apparecchiata come tutti i giorni, ma è necessaria una certa cura per tutti i dettagli. Nello specifico, la forchetta va posizionata alla sinistra del piatto e il coltello a destra. Bisogna fare attenzione a che la lama sia rivolta all'interno. Se il menù richiede parecchie portate e quindi più forchette, è necessario che queste vadano sistemate dall'esterno verso l'interno nell'ordine in cui vanno usate. Questo ci faciliterà nell'uso più consono della forchetta e del coltello.

35

Come utilizzare la mano destra

Il coltello va stretto nel palmo della mano destra e l'indice deve essere perfettamente disteso sul lato non tagliente della lama. Il manico della forchetta, invece, deve essere impugnato dalla mano sinistra. La posata va sistemata in modo che le punte siano rivolte verso il basso. L'indice deve arrivare a sfiorare lo slargo alla base di queste ma non oltrepassarlo. In questo modo si evita di entrare a contatto con il cibo con le mani. Entrambi gli indici vanno rivolti verso il piatto.

Continua la lettura
45

Come utilizzare la mano sinistra

La mano sinistra, con la sua forchetta, mantiene l'alimento fermo mentre viene tagliata con il coltello stretto nella destra. Per fare questo è sufficiente una leggera pressione degli indici. Non è necessario utilizzare forza ed aggressività che, visti dall'esterno, risultano comportamenti estremamente sgradevoli soprattutto quando si mangia. Una volta separato totalmente il boccone dal resto della pietanza, va portato alla bocca. Evitate di fare continui passaggi di mano delle posate ma continuate ad utilizzare la sinistra per alzare la forchetta fino alle labbra.

55

Cose da evitare

Se dovete mangiare del riso, è evidente che non potete infilzarlo con le punte della forchetta. Pertanto usate la piccola conca che le caratterizza per riempirle e poi portarle alla bocca. In questo caso potete usare tranquillamente la destra, come quando si mangia. Non rimane a questo punto che mettere in pratica quanto esposto nei passaggi di questa semplicissima guida. Vi auguro quindi sinceramente buon appetito.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come sbattere l'uovo

Imparare a sbattere l'uovo rappresenta l'abc dell'arte culinaria. Questa tecnica base non vi insegnerà soltanto come sbattere l'uovo per qualunque preparazione che lo contenga. Vi permetterà di sbattere e montare gli altri prodotti da miscelare in modo...
Primi Piatti

Ricetta: lasagne ai broccoli e ricotta

Le lasagne sono un primo piatto gustosissimo, adatto ad ogni genere di occasione. Possiamo preparare questo piatto nella sua versione classica, ma possiamo anche sperimentare degli abbinamenti nuovi e ugualmente deliziosi. Se siamo degli amanti di questo...
Primi Piatti

Ricetta: ravioli con gamberi e zucchine

Quando non sapete cosa cucinare, ma avreste voglia di preparare qualcosa che piaccia di sicuro anche ai vostri bambini, potete salvarvi con questa ricetta: i ravioli con i gamberi e le zucchine. È un piatto molto semplice da preparare, che tuttavia richiede...
Primi Piatti

Ricetta: crema fredda di avocado

Le temperature da un po' di tempo, cominciano già ad essere molto più alte, ed è l'indispensabile scegliere dei cibi molto freschi, che possono accompagnare i vostri pasti o i vostri aperitivi al meglio. La frutta ad esempio, è uno dei rimedi migliori,...
Primi Piatti

Come preparare il risotto ai fichi d'india

Stufi del solito risotto? Volete stupire i vostri amici e parenti presentando un piatto diverso, ma non troppo complicato da realizzare? Questa è la ricetta che fa per voi! I fichi d'India sono frutti dai colori che vanno dal verde al rosa all'arancione,...
Primi Piatti

Come fare gli gnocchi di patate e spinaci

Gli gnocchi di patate e spinaci sono una portata delicata e ricca di sapore. Sono ottimi da servire ad una cena informale. Sono un'eccellente variante da proporre al pranzo della domenica da trascorrere in famiglia. Gli spinaci si sposano alla perfezione...
Primi Piatti

Ricetta: ravioli di ricotta al ragù di capriolo

I ravioli sono una ricetta della cucina italiana che possono essere ripieni di vari ingredienti, di solito si fanno ripieni di carne o di provola e speck, ma possono essere fatti anche ripieni di sola ricotta se volete farli in una maniera più delicata,...
Primi Piatti

Ricetta: tagliatelle con crema di barbabietola

L'autunno ci dona dei piatti gustosi ed eleganti, adatti a tutti.La crema di barbabietole, associata ad un pesto rosso, è una delizia che incanta vegani e vegetariani ed incuriosisce gli onnivori; si tratta di un condimento ideale sia per primi piatti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.