Come usare i germogli di bambù

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I popoli asiatici ed in particolare i giapponesi, non rinunciano mai ai germogli di bambù, ovvero dei vegetali commestibili e simili agli asparagi, ideali per un contorno dal sapore particolare e vellutato. In riferimento a ciò, ecco una guida in cui spieghiamo come usare questi germogli, elencando anche una gustosa ricetta.

25

Occorrente

  • Germogli di bambù 120 grammi
  • Riso bianco o integrale 200 gr
  • Salsa di soia o di pomodoro 100 ml
  • Sale 1 cucchiaino
  • Funghi secchi 3 pz.
35

I germogli di bambù quando sono freschi, quindi appena scavati, risultano un po’ duri e con un retrogusto amaro, tutt’altro che sgradevole, ed in tal caso, è necessario farli bollire per ammorbidirli. I germogli di bambù sono inoltre a basso contenuto calorico, quindi ideali per inserirli in una dieta vegetariana, tenendo conto che per 100 grammi si ottengono soltanto 12 calorie e circa 1 grammo di fibre.

45

Se dunque si ha la fortuna di averne alcuni da coltivare oppure li acquistiamo in un supermercato etnico, ecco come cucinarli. Innanzitutto bisogna selezionarli, eliminando la spessa pelle che li riveste. A questo punto vanno tagliati a pezzetti, e messi in una pentola con abbondante acqua non prima di averli lavati accuratamente. Adesso è sufficiente portarli all’ebollizione (circa un'ora o più), fino a quando non appaiono sufficientemente teneri. Alcuni testi di cucina orientale, suggeriscono tra l’altro di aggiungere un paio di peperoncini nell’acqua bollente, poiché questi tendono ad aumentare paradossalmente la dolcezza dei germogli. Dopo averli fatti raffreddare, va rimossa l'eventuale pelle rimasta attaccata che non siamo riusciti ad eliminare in fase di pulizia. A questo punto, possiamo conservarli sottovuoto in una scatola, oppure cucinarli direttamente preparando la ricetta (Takenoko Gohan) illustrata nella foto, che di seguito ci apprestiamo a descrivere.

Continua la lettura
55

Per realizzare questo piatto tipico della primavera (germogli e riso), bisogna far cuocere del riso
bianco, anche se si potrebbe usare quello integrale. In entrambi i casi, vanno aggiunti quando è ancora crudo anche dei funghi secchi, la salsa di soia o del succo di pomodoro ed un pizzico di sale, lasciandolo però in ammollo per tutta la notte. Il giorno successivo in una padella si fa cuocere il riso dopo averlo filtrato, e nel frattempo si preparano i germogli tagliati a piccoli pezzetti, che si aggiungono quando il riso è cotto. Lasciandolo poi riposare per almeno dieci minuti, il risotto con i germogli è pronto per essere gustato come vuole la tradizione giapponese, e magari accompagnato dal classico sake.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come usare la vaporiera di bambù

Negli ultimi decenni la cucina cinese si è davvero diffusa anche in Italia. I piatti cinesi da preparare in casa, sono davvero moltissimi e tutti molto saporiti. Tra i vari particolari attrezzi che si utilizzano per la cucina cinese, esiste la famosissima...
Consigli di Cucina

Come cucinare le alghe dulse

Da qualche anno le alghe sono entrate a far parte dell'alimentazione di tantissime persone grazie al loro gusto particolare ed alle numerose proprietà benefiche ormai riconosciute in tutto il mondo. Le alghe infatti sono ricchissime di vitamine, aminoacidi...
Consigli di Cucina

5 piatti da preparare con il wok

Il wok è un tipo di padella che si presta a diversi tipi di cottura, quindi alla preparazione di svariati piatti della nostra tradizione ma anche esotici. Con il wok possiamo saltare la pasta e cuocere carne, pesce e verdure. La quantità di olio necessaria...
Consigli di Cucina

Come usare la farina di riso

La farina di riso gode di tutte le proprietà nutritive dell'alimento da cui deriva: il riso. Nella cucina orientale viene utilizzata prevalentemente per la preparazione di biscotti secchi, cracker e gallette. Rispetto ad altre tipologie di farina, possiede...
Consigli di Cucina

Come fare la conserva di melanzane sott'olio

Qualora vi piacciono le melanzane, vi consiglio assolutamente di procedere nell'attenta lettura dei passaggi successivi della seguente pratica e deliziosa guida, nella quale vi spiegherò bene come bisogna fare correttamente la conserva di melanzane sott'olio,...
Consigli di Cucina

Ricette crudiste con l'avocado

L' avocado è un frutto originario del Sud America, ed è qui che sono presenti le maggiori coltivazioni, in paesi come il Brasile, il Perù e il Messico. Giunto da pochi decenni sulle nostre tavole, ha conquistato i gusti europei sia per la sua polpa...
Consigli di Cucina

Preparare il sushi in 5 semplici passi

Il sushi è un piatto tipico della tradizione culinaria giapponese che negli ultimi anni ha raccolto un vasto consenso tra i più golosi dei paesi occidentali. Si tratta di una pietanza a base di riso bianco cotto, condito con dell'aceto di riso e unito...
Consigli di Cucina

5 modi di cucinare i tenerumi

I tenerumi sono le foglie tenere di una tipologia particolare di zucchina, dalla forma allungata e dal colore verde chiaro molto intenso, tipica della Sicilia, detta anche “zucchina serpente”, “tallo” o “cucuzza”. La peculiaritá delle sue...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.