Come usare i petali di rosa in cucina

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Anche se sembra insolito, i fiori sono utilizzati molto spesso nell'alta cucina, sia come alimento vero e proprio che come elemento decorativo. I primi a sfruttarli furono gli chef francesi. Ben presto i fiori divennero di largo uso nell'ambito gastronomico, regalando un tocco particolare alle varie ricette. Ricordatevi, qualsiasi sia la ricetta, di scegliere fiori coltivati in agricoltura biologica, così da non contaminare la pietanza con sostanze tossiche pericolose. Ecco come usare i petali di rosa in cucina.

25

Direttamente dal passato, potete utilizzare i petali di rosa per cucinare le famose lasagne alla medioevale. Dovete per prima cosa preparare uno strato molto sottile di pasta, facendolo poi lievitare nella stessa modalità del pane. Cuocete le sfoglie in acqua bollente, scolatele e disponetele nel piatto. Aggiungete uno strato abbondante di parmigiano reggiano, un mix a scelta di spezie piccanti e un paio di manciate di rosa, che avrete macinato precedentemente.

35

Un'altra ricetta molto gustosa e particolare è la confettura di rosa e violetta. La procedura è identica a quella delle marmellate tradizionali, ma al posto della frutta inserirete i petali dei fiori bolliti e macinati. Se amate i primi piatti, provate a cucinare le fettuccine alle rose (andrà bene anche un risotto bianco). Soffriggete aglio, olio e cipolla, poi incorporate i petali triturati di rosa e condite. Molto buona ed insolita anche la fonduta di burro e gorgonzola aromatizzata alla rosa.

Continua la lettura
45

I petali di rosa sono largamente utilizzati per decotti, tisane ed infusi. Particolarmente gustoso è il liquore alla rosa canina, tipico dei frati Benedettini e Trappisti. Per preparare una tisana dalle proprietà disintossicanti e depuranti, aggiungete all'acqua in ebollizione una manciata di petali di rosa moscata, che troverete in erboristeria.

55

I petali di rosa, possono essere utilizzati anche per preparate un gustosissimo risotto. Prendete i petali di rosa e, lavateli e fateli bollire per due minuti. In un tegame fate sciogliere una noce di burro con mezzo dado e la cipolla tagliata a rondelle. Preparate il brodo con due dadi. Versate i petali di rosa, tagliati e tritati all'interno del game, fateli soffriggere leggermente e versate il riso. Aggiungete due mestoli di brodo e girate lentamente con una paletta di legno. Man mano che il brodo evapora, versatene dell'altro, un mestolo alla volta. Quando il risotto sarà pronto, aggiungete il parmigiano e il pepe nero. Continuate a girare con la paletta di legno. Servite il riso ancora caldo e guarnite il piatto con qualche petalo di rosa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: risotto porri e gorgonzola

Uno dei classici formaggi italiani, maggiormente utilizzati, è sicuramente il gorgonzola. Si tratta di un prodotto dal genuino latte intero di vacca. Questo formaggio, tipicamente lombardo, trae il suo nome dalla cittadina di Gorgonzola, località nella...
Primi Piatti

Come cucinare il risotto con le tinche

Se vogliamo stupire i nostri ospiti con una cena piuttosto particolare, possiamo preparare un risotto con le tinche ovvero un piatto davvero originale ed ideale per soddisfare il palato di tutta la famiglia. La tinca è un pesce di acqua dolce che ama...
Primi Piatti

10 segreti per un buon risotto

Il risotto è un piatto tipico della cucina italiana molto versatile e facile da preparare. Molto usato nelle cucine di tutto il mondo, è un alimento immancabile nelle nostre cucine. In questa guida vi mostreremo 10 segreti per un buon risotto che vi...
Primi Piatti

10 errori da evitare per fare un risotto perfetto

Tra le eccellenze gastronomiche del nostro Paese, il risotto occupa un posto tutto speciale! Il più conosciuto è sicuramente il profumato risotto allo zafferano, chiamato anche risotto alla milanese. Il risotto si presta a tantissime preparazioni, dalle...
Primi Piatti

Risotto con funghi e nocciole

Il risotto con i funghi e nocciole rappresenta probabilmente uno dei colossi dei primi piatti. Non a caso viene servito durante le occasioni importanti. Non può mai mancare nei pranzi domenicali durante i mesi autunnali. Una ricetta alternativa che va...
Primi Piatti

Come prepare il risotto alla pizzaiola

Il risotto è un primo piatto saporito, adatto ad ogni occasione, come un pranzo formale tra parenti o colleghi di lavoro oppure una cena informale tra amici. Tra le ricette del risotto più gustose e sfiziose da preparare, una delle più veloci, semplici...
Primi Piatti

Ricetta: risotto con la salsiccia e speck

Il risotto è uno dei primi più gustosi e tradizionali della cucina italiana. Ne esistono di diversi tipi e conditi in svariati modi. Cucinare un risotto non è però semplicissimo e richiede molta attenzione e passione. In questa guida vedremo come...
Primi Piatti

Come preparare il risotto panna e salmone

Ormai il salmone, pesce dalle tipiche carni di colore rosa, si trova facilmente in commercio tutto l'anno. È disponibile in tranci, in fette o in ritagli. Ed è possibile acquistarlo fresco, surgelato o in scatola. Oppure nella versione affumicata o...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.