Come usare il malto in cucina

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tutto ciò che ruota intorno al cibo ha avuto in questi anni un'espansione senza precedenti. Basti pensare alle decine e decine di programmi televisivi dedicati alla cucina, ai talent show televisivi pieni di chef stellati o alle innumerevoli riviste e libri di ricette pubblicati a cadenza settimanale o mensile. Questo ha portato anche a cercare delle alternative ai soliti impasti tradizionali, quelli che facevano le nostre nonne per intenderci. Un'ottima novità entrata in cucina da qualche anno è il malto. Questo sarà proprio il tema di questa guida. In particolare, nel breve testo di seguito vi forniremo qualche utile consiglio su come usare il malto in cucina. Buona lettura.

27

Occorrente

  • malto in polvere
37

Partiamo dal principio. Cos'è, in sostanza, il malto? Il malto è il chicco di un cereale che subisce un processo di germinazione. Dopo la macerazione in acqua, che può durare dai tre ai quattro giorni, i chicchi germogliano. Questo significa che producono degli specifici enzimi in grado di trasformare l'amido contenuto per natura nei cereali in zuccheri più semplici. Il malto può essere malto d'orzo, malto di riso, malto di mais ecc. Solitamente quando si parla di malto "tradizionale" si intende il malto d'orzo. Scopriamo insieme come usare il malto in cucina.

47

L'utilizzo primario del malto in cucina è sicuramente nella panificazione. Aggiungendo dell'estratto di malto in polvere ad un impasto tradizionale del pane, si possono ottenere numerosi benefici. Innanzitutto si possono ridurre leggermente i tempi di lievitazione. Inoltre, il malto aiuta a correggere alcuni difetti dell'impasto del pane: da un'acidità eccessiva fino alla correzione di alcuni difetti della lievitazione stessa, come una non omogeneità. Derivando da un cereale, il malto conferisce al pane un sapore più rustico e deciso. Aiuta anche ad omogeneizzare la colorazione tipica del pane e crea una crosticina ancora più croccante e ambrata.

Continua la lettura
57

Dato l'alto contenuto di zuccheri, il malto si può usare in cucina proprio come sostituto dello zucchero bianco. A differenza del comune saccarosio ha un apporto calorico inferiore e si utilizza quindi per dolci light e più sani. Il malto d'orzo, proprio in virtù della sua naturale dolcezza, si può anche spalmare direttamente sul pane o su delle fette biscottate. Nell'industria dolciaria si utilizzano anche diversi tipi di malti (riso, farro, kamut, orzo) per la produzione di alcuni dolci al cucchiaio come budini o creme caramel. Usare il malto in cucina può essere davvero una valida alternativa!

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

I 10 utensili che non possono mancare in cucina

Per poter realizzare piatti magnifici e perfetti, anche la cucina, necessita di alcuni particolari utensili indispensabili per diverse realizzazioni di piatti splendidi. Se volete saper quali sono i dieci utensili indispensabili, che non possono mai mancare...
Consigli di Cucina

Zenzero gari: usi in cucina

Lo zenzero è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Zingiberacee. Il suo rizoma è ricco di innumerevoli caratteristiche antinfiammatorie e digestive. Ma è anche presente in cucina come spezia aromatizzante. Lo zenzero è famoso anche per...
Consigli di Cucina

Metodi per usare pochi utensili in cucina

Quando si sta ai fornelli o, in generale, in cucina spesso usiamo tantissimi utensili anche se non è necessario. Ovviamente non ci facciamo caso perché mentre si cucina prendere un coltello e poi un altro viene naturale, finché non arriva il momento...
Consigli di Cucina

Le 10 spezie da avere in cucina

Le spezie in cucina sono aiuti fondamentali per esaltare il sapore dei piatti o addirittura diventarne le protagoniste principali. La cucina mediterranea ne fa ampio uso, ma anche per sperimentare con piatti da tutto il mondo, è essenziale avere sempre...
Consigli di Cucina

10 trucchi in cucina che tutti dovrebbero conoscere

Molto spesso chi non è molto pratico tra i fornelli, commette degli errori banali in cucina, che possono essere evitati con determinati accorgimenti facili da eseguire. Se siete alla ricerca di una guida specifica che vi possa mostrare 10 trucchi segreti...
Consigli di Cucina

Risparmiare in cucina: trucchi utili e semplici

Risparmiare in cucina è possibile: basta semplicemente osservare delle buone pratiche che avranno un impatto positivo sulle vostre tasche. In cucina, ogni scelta ha una ricaduta sulla gestione dei consumi: dal modo di fare la spesa al supermercato, al...
Consigli di Cucina

10 modi di organizzare le pentole in cucina

Gli appassionati di cucina, così come i professionisti, tendono a collezionare utensili da cucina. Che siano pentole, padelle e ogni sorta di strumento possa sembrargli indispensabili per la cucina.  È vero che alcuni utensili sono davvero indispensabili,...
Consigli di Cucina

Le migliori ricette della cucina mediterranea

La cucina mediterranea è uno stile alimentare da tempo noto e da sempre soggetto a molti studi per verificarne le proprietà salutistiche. Questo tipo di alimentazione prevede il consumo consapevole e variato di frutta e verdura, grassi insaturi come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.