Come utilizzare il cremor tartaro

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il cremor tartaro è un prodotto completamente naturale in grado di aiutare in molte faccende domestiche e nella preparazione di ottimi piatti: questo elemento, conosciuto anche con il suo nome scientifico di bitartrato di potassio, è un "sale acido" e possiede incredibili doti lievitanti.
In ambito culinario viene utilizzato molto spesso, soprattutto nel nord Europa, per preparare il pane e i dolci ma il suo utilizzo non è limitato a questo campo infatti può essere usato per molto altro. Vediamo di seguito come utilizzare il cremor tartaro.

27

Occorrente

  • cremor tartaro
  • aceto
  • bicarbonato
37

La preparazione del pane

L'uso più diffuso è quello legato alla preparazione del pane, dei dolci o prodotti da forno. Il cremor tartaro è un perfetto lievito naturale senza aggiunta di additivi o altri elementi chimici; questa caratteristica lo rende adatto per ogni ricetta e soprattutto può essere utilizzato anche da coloro che non tollerano il lievito per dolci classico. Regolarsi con le dosi è semplicissimo infatti basta leggere le ricette e sostituire alla quantità di lievito consigliata il cremor tartaro miscelato con il bicarbonato di sodio in parti uguali.

47

Le macchie

Il cremor tartaro può essere utilizzato nella pulizia delle macchie più difficili e resistenti ed anche per ravvivare i capi bianchi ingialliti dal tempo: se bisogna pre-grattare le macchie, basta infatti miscelare un cucchiaino di cremor tartaro con uno di detersivo liquido per il bucato e mettere il composto sulla macchia. Quindi lasciare agire per una decina di minuti dopodiché lavare l'indumento macchiato. Per ridare luminosità ai vestiti ed ai tessuti ingialliti dal tempo, è sufficiente metterli in ammollo in una bacinella di acqua tiepida per una notte intera, aggiungendo un cucchiaino di cremor tartaro per ogni litro d'acqua. Le pentole e le stoviglie possono essere pulite in modo assolutamente naturale e senza fatica con questo prodotto: basta riempire il lavello di acqua bollente ed aggiungere un paio di cucchiai di cremor tartaro, quindi inserire le pentole e dopo aver lasciato agire il prodotto per circa dieci minuti, risciacquare il tutto con acqua fredda.

Continua la lettura
57

Il rame

Per detergere il rame basta unire un cucchiaino di cremor tartaro a qualche goccia di limone e, con la crema ottenuta, passarla sulle superfici in rame con una spugna abrasiva; dopo aver risciacquato il tutto, il rame splenderà nuovamente. Per l’acciaio inossidabile basta invece applicare un cucchiaio di cremor tartaro sulle eventuali macchie, lasciarlo agire per cinque minuti e poi lavare con un normale detergente per la casa ed una spugna. Per le superfici in ceramica si può creare una soluzione con tre cucchiaini di cremor tartaro e tre cucchiaini di aceto e successivamente passare il composto sulle macchie: ha una grande azione pulente e non rovina la bellezza e la lucentezza di questo materiale. Lo stesso procedimento può essere utilizzato per la pulizia di tutte le stoviglie in ceramica.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare la glassa effetto neve per dolci natalizi

Arriva il periodo natalizio vogliamo preparare dei dolci sfiziosi così da rendere la nostra tavola colorata e fantasiosa, vediamo come preparare la glassa effetto neve per dolci natalizi. Prepariamo un dolce semplice come per esempio dei biscotti che...
Dolci

Come sostituire il lievito per dolci

Per far sì che un dolce o un impasto salato raggiunga la giusta consistenza e morbidezza, occorre aggiungere un ingrediente fondamentale: il lievito. Il lievito può essere di birra o per dolci (chimico); il primo, che si trova in commercio fresco o...
Dolci

Come preparare la torta glassata al limone

Le torte gelato sono veramente pratiche perché possono essere preparate due giorni prima, congelate, e poi lasciate ammorbidire in frigo mentre gli ospiti si godono il resto della cena. E tanto meglio se a fine pasto il dessert è una torta glassata...
Dolci

Come preparare un dolce senza farina e uova

Siamo ben felici di proporre una guida, attraverso il cui aiuto, poter essere in grado di imparare come e cosa fare per preparare con gusto e stile, un buonissimo dolce che sia senza farina ed anche senza uova. Proveremo insieme a preparare un dolce fuori...
Dolci

Ricette per dolci vegan

Sicuramente chi ha parenti oppure amici che sono vegani, si sarà trovato nella condizione di preparare una cena o un pranzo totalmente vegano. Fortunatamente I piatti a base di verdire non sono difficili da preparare, ma se a questi si aggiunge anche...
Dolci

Come preparare il ciambellone americano

Preparare i dolci può essere un buon divertimento per chi ama stare dietro i fornelli, anche perché i dolci sono degli ottimi pasti da consumare a colazione o a merenda, soprattutto se fatti con le proprie mani, a discapito di quelle merendine acquistate...
Dolci

Ricetta: rotolo alle meringhe

La meringa è una salsina che si ottiene sfruttando il bianco dell'uovo montato a neve. Complice l'aggiunta di altri ingredienti come zucchero ed amido, si ottiene una cremina densa, che deve essere lasciata rapprendere prima di assaporarla. Con questa...
Dolci

Come preparare le frittelle di banane

Quante volte vi sarà capitato di avere voglia di un dolce o di un dessert ma la dispensa era vuota ed in casa non c'erano che pochi ingredienti? Per fortuna, non per tutte le ricette serve una grande preparazione. Per preparare le frittelle di banane,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.