Come utilizzare il dragon fruit

Tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il dragon fruit, che letteralmente si traduce in italiano Frutto del dragone e in spagnolo Pitaya è un insolito frutto originario dall'America Latina, anche se viene coltivato pure in Tailandia e nelle Filippine. Ha la forma di una pera ricoperta da foglie e il suo colore di solito è rosa fucsia con all'interno una polpa bianca costellata da piccoli semini scuri. Si possono trovare anche varietà con la polpa rossa o rosa e il frutto, in questo caso, si presenta di colore giallo. Assomiglia molto al fico d'India e la sua polpa è dolciastra, da consumare con altri frutti o verdura, ma anche da solo è buonissimo. Il dragon fruit si acquista nei negozi di alimentari specializzati in frutta esotica e viene usato in cucina al naturale o in vari modi, infatti può essere scottato in padella o bollito. Allora vediamo insieme come utilizzare il dragon fruit.

24

Contorno di dragon fruit

Il dragon fruit, dal dolce sapore, può essere consumato nella macedonia insieme ad altri frutti o nelle verdure, grazie alla sua versatilità ed al suo gusto particolare. Infatti è possibile servirlo come contorno con un piatto di carne o di pesce, dopo averlo cotto e saltato in padella nello stesso modo in cui si preparano le zucchine. Il Dragon Fruit ha notevoli qualità terapeutiche ed è ricco di vitamine A e C, molti sali minerali come il potassio e il fosforo, antiossidanti e fibre.

34

Macedonia con dragon fruit

Ma vediamo adesso, nel dettaglio, come preparare il dragon fruit. Dopo averlo lavato e tolta la buccia va messo in una scodella già tagliato a tocchetti o a fette. Si può consumare da solo o insieme ad altri frutti a pezzi preparando così una buona macedonia, la quale risulterà alquanto decorativa proprio per i colori di questo frutto esotico. Quindi, oltre al dragon fruit si aggiungono qualche pezzetto di melone, acini d'uva, la mela e la pesca a pezzi, fragole, ribes, un cucchiaio di mirtilli, fette d'arancia, zucchero e succo di limone. Si mescola per bene e prima di servire è possibile decorare la macedonia ottenuta con un fiocco di panna o un cucchiaio di gelato da distribuire in ogni coppetta.

Continua la lettura
44

Frullato di dragon fruit

Con il dragon fruit è inoltre possibile realizzare confetture, succhi e frullati. Si accoppia perfettamente con qualsiasi tipo di frutta, dalle banane ai frutti di bosco. Quindi, per ottenere un frullato squisito si deve tagliare il frutto del dragone a metà rimuovendo la polpa e tagliandola poi a cubetti. Lo stesso passaggio va compiuto con gli altri frutti che vanno aggiunti. Ora, tutti gli ingredienti si versano nel mixer, unendo magari il latte, lo yogurt bianco e lo zucchero. E il composto, alla fine, viene versato in un alto bicchiere e servito in tavola.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

I migliori formaggi da fare alla piastra

Esistono molti tipi di formaggio e sono talmente tanti che elencarli risulta difficile. Ce ne sono di duri, e semiduri, molli, a pasta cotta e non cotta. Inoltre, possono avere una durata molto lunga e altri che vanno consumati entro breve tempo. Scegliere...
Antipasti

Ricetta: cipolle alle erbe gratinate

Un modo per completare un menù per una cena estiva è quello di inserire un antipasto gradevole. Si tratta della ricetta di cipolle alle erbe gratinate. Questo piatto si può sostituire al secondo, non sempre gradito nella stagione calda. Oppure, si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.