Come utilizzare il tamarindo

Tramite: O2O 19/04/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il tamarindo è un albero in grado di produrre frutti commestibili, che possono essere consumati sia freschi che secchi. Normalmente, in commercio, è disponibile sotto forma di polpa, decisamente fibrosa e di colore scuro. Si tratta, in quest'ultimo caso, di quella che viene denominata pasta di tamarindo. Sono diversi gli impieghi in cucina: nei Paesi asiatici e in quelli sudamericani viene utilizzato soprattutto come spezia, mentre in Italia è conosciuto in particolare per lo sciroppo. In India, invece, è usato per dare un sapore unico agli antipasti. Ha un gusto che si trova a metà strada tra il dolce e l'acidulo, con note aromatiche e speziate. Nella seguente guida vedremo insieme come utilizzare il tamarindo in modo semplice e veloce per arricchire diversi piatti.

26

Con il tamarindo può essere realizzato il famosissimo sciroppo. Per iniziare a prepararlo bisognerà versare la pasta di tamarindo in un recipiente contenente un paio di litri d'acqua, lasciandola riposare per diverse ore. Successivamente sarà necessario filtrare e aggiungere zucchero e limone, quest'ultimo ridotto a fettine. Portare l'acqua ad ebollizione e mescolare per pochi minuti; una volta che si sarà raffreddata filtrare ancora. Prima di servire lo sciroppo decorare i bicchieri con un rametto di menta, che contribuirà a rendere ancora più dissetante la bevanda.

36

Un'altra gustosa ricetta che prevede tra i suoi ingredienti il tamarindo è quella delle patate speziate. Per prima cosa bisognerà sciogliere la pasta di tamarindo in poca acqua e scolarla dopo circa una trentina di minuti scolarla. Successivamente bisognerà far bollire le patate fino ad ammorbidirle e lasciarle raffreddare; dopo averle sbucciate bucare ogni patata con uno spiedino di legno, in 4 punti. Prendere una padella piuttosto ampia e scaldare l'olio, quindi aggiungere la cipolla e cuocere quest'ultima, a fuoco medio, per 10 minuti.

Continua la lettura
46

Trascorso il periodo di tempo indicato togliere la cipolla ed eliminare l'olio, lasciandone solamente un cucchiaio. A questo punto miscelare, in un bicchiere, lo zenzero e l'aglio; versarli nell'olio e farli soffriggere, quindi aggiungere il peperone a pezzetti e la curcuma. Incorporare un paio di cucchiai d'acqua e unire la cipolla. Dopo aver aggiunto le patate, il liquido del tamarindo e l'acqua rimanente incorporare il finocchio, la cannella, il pepe e il cardamomo. Coprire la padella con un coperchio e fare sobbollire in modo da addensare parzialmente la salsa; occorreranno circa 15 minuti. Salare e servire in tavola.

56

Guarda il video

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come usare la farina di riso

La farina di riso gode di tutte le proprietà nutritive dell'alimento da cui deriva: il riso. Nella cucina orientale viene utilizzata prevalentemente per la preparazione di biscotti secchi, cracker e gallette. Rispetto ad altre tipologie di farina, possiede...
Consigli di Cucina

Come fare la conserva di melanzane sott'olio

Qualora vi piacciono le melanzane, vi consiglio assolutamente di procedere nell'attenta lettura dei passaggi successivi della seguente pratica e deliziosa guida, nella quale vi spiegherò bene come bisogna fare correttamente la conserva di melanzane sott'olio,...