Confettura di fichi e mandorle

tramite: O2O
Difficoltà: media
Confettura di fichi e mandorle
15

Introduzione

Se nel periodo estivo ci capita di acquistare al mercato o presso un contadino uno scampolo di fichi, non c'è niente di meglio che preparare una gustosissima marmellata. La ricetta per preparare la confettura non è difficile ed inoltre per massimizzare il gusto si possono aggiungere delle mandorle. Nei passi successivi vediamo dunque come procedere per ottenere questo elaborato dolciario.

25

Occorrente

  • Fichi 1 kg.
  • Mandorle 300 gr.
  • Zucchero 600 gr.
  • Limone 2
  • Cognac 3 cucchiai
35

Dopo aver lavato e pelati i fichi uno per uno, indipendentemente se si tratta di quelli bianchi o neri, che si possono tranquillamente mescolare per la confettura da preparare, li sciacquiamo in acqua corrente e eliminiamo quelli piuttosto maturi o con eventuali ammaccature. A questo punto li asciughiamo uno per uno con un panno pulito, li tagliamo a metà con un coltello, e li adagiamo in un recipiente con lo zucchero e del limone, e poi li ricopriamo con della carta e li poniamo nel frigo per circa un'ora.

45

Trascorso tale tempo, li mettiamo in una grossa pentola facendoli poi bollire e mescolandoli di continuo con un cucchiaio di legno per non far attaccare il composto di fichi e zucchero sul fondo, fino a che lo zucchero non diventa caramellato, ma non troppo altrimenti il sapore diventa di bruciato. Alla fine otteniamo la marmellata di fichi che facciamo poi raffreddare ed eventualmente frulliamo se la preferiamo liscia e setosa. A prescindere da ciò, vediamo adesso come fare per aggiungere le mandorle. Nel frattempo che i fichi si raffreddano, prendiamo dunque delle mandorle e le mettiamo nell'acqua bollente per circa 15 minuti, dopodichè con le mani togliamo ad ognuna la pelle, e dopo averle sgusciate le mettiamo in una padella con un filo d'olio d'oliva e poi le facciamo saltare aggiungendo gradualmente dello zucchero oppure direttamente un paio di cucchiai della marmellata di fichi.

Continua la lettura
55

Una volta ottenuto un composto omogeneo, questa sorta di mandorlata, la mescoliamo con il frullato di fichi e la rimettiamo sul fuoco, aggiungendo un po di cognac che ha il compito di far durare la confettura per un periodo di tempo maggiore. Quando ha raggiunto la giusta consistenza la togliamo dal fuoco e la lasciamo raffreddare stesso nel recipiente. A questo punto la mettiamo nei relativi barattoli con la chiusura ermetica in un luogo asciutto, e la possiamo tenere per circa un anno. Un volta aperto il barattolo, bisogna metterlo nel frigo e consumarlo nel giro di un mese. Questo tipo di confettura senza conservanti sarà gustata sia da adulti che da piccini per il suo sapore unico e soprattutto naturale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare la confettura di fichi

La natura regala tanti tipi di ortaggi, verdure e frutta ed oggi, considerando quest'ultimo raggruppamento, daremo attenzione a quel che nasce da una pianta xerofila che, appartenente alla famiglia delle Moraceae, predilige un clima temperato subtropicale,...
Dolci

Ricetta: torta di fichi e mandorle

I dolci e in particolare le torte mettono di buon umore qualsiasi persona. Creare una ricetta originale però non è da tutti. In questa guida vedremo come preparare una torta di fichi e mandorle. Citeremo tutti gli ingredienti da utilizzare. Illustreremo...
Dolci

Come preparare lo strudel di fichi e mandorle

Lo strudel è un dolce estremamente conosciuto. Originario delle zone soggette all'antica dominazione austro-ungarica, ormai questo delizioso e sfizioso dessert è celebre in tutta Italia e non solo, grazie al suo gusto intenso nella sua semplicità....
Dolci

Ricetta: crostata fichi e mandorle

I fichi freschi sono di gran lunga superiori a quelli secchi. Compaiono da giugno all'inizio dell'autunno, se sono acerbi tendono ad ammorbidirsi, ma non ad addolcirsi. Cercate quelli maturi, polposi, teneri e piuttosto pesanti, e con un lieve odore di...
Dolci

Buccellati di fichi e mandorle

I buccellati sono dei biscotti tipici della Sicilia, i quali per tradizione vengono preparati durante il periodo natalizio. Si tratta di un dolce a base di pasta frolla, ripieno con fichi secchi, mandorle e altri sfiziosi ingredienti a seconda dei paesi...
Dolci

Come fare la marmellata di fichi e cachi

La marmellata è un'ottima soluzione per utilizzare della frutta di stagione in maniera alternativa. Qui vedremo come fare la marmellata di fichi e cachi. Grazie al loro sapore zuccherino, avrete una confettura a dir poco deliziosa. Potete gustarla da...
Dolci

Ricetta: crostata di fichi con composta alla cannella e miele

Un buon dolce da preparare durante il periodo estivo è quello fatto con della buona frutta fresca: in questo periodo vi sono i fichi, deliziosi e succulenti, con un'ottima concentrazione di zuccheri, adatti proprio per la buona preparazione di un dolce....
Dolci

Come preparare la confettura di uva e mele

Per uno spuntino pomeridiano o la colazione, non c'è niente di meglio di una buona confettura di frutta. Questa dolce ricetta fa parte delle nostre consuetudini da sempre. Sul pane o come farcitura di torte e sfoglie, la confettura è una deliziosa carica...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.