Conserva di pomodorini in agrodolce

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La conserva è un ottimo modo per avere un alimento pronto per essere consumato, anche se è fuori stagione come nel caso dei pomodori, o comunque sia se non si vuole sprecare del tempo prezioso per cucinare ogni volta ogni singola parte di una ricetta. Poniamo il caso della pasta al sugo: avere una conserva di pomodori pronta può essere quello che vi salverà dal dover cucinare sul momento un sugo partendo dal pomodoro intatto. Oggi vediamo che si fa la conserva di pomodorini in agrodolce.

26

Occorrente

  • vasetti sterilizzati
  • tappi per conserva nuovi
36

Preparazione dei pomodorini

Come prima cosa dobbiamo fare un lavaggio dettagliato ai pomodorini, che in questo caso sono un chilo. Dovete incidere la buccia di essi con un coltellino immergendolo ogni qual volta nell'acqua bollente per qualche secondo. Lo togliamo e dopo di che, lo toglieremo dalla buccia riducendo in pezzettini piccoli. Poi faremo lo stesso passo con un mezzo peperone rosso, e sbucceremo una cipolla di seguito.

46

Preparazione della conserva

Prendiamo una ciotola di media grandezza e mettiamo dentro i pomodori a dadini, la cipolla, il peperone anch'esso a a pezzi insieme all'aceto, all'olio, al sale, a qualche peperoncino tritato e a qualche chiodo di garofano e ripassiamo il tutto con il frullatore ad immersione. Una volta ottenuto un impasto omogeneo versiamo tutto in una casseruola e cominciamo a cuocere a fuoco lento per trenta minuti circa, dopo di che alziamo un po’ la fiamma e incominciamo a girare per evitare che si attacchi continuando così per circa quarantacinque minuti. Quando osserviamo che la salsa ha assunto un aspetto fluido e omogeneo, spegniamo e, facendo attenzione, versiamo il contenuto della pentola in vasetti sterilizzati precedentemente con acqua bollente, e chiudiamo con dei tappi nuovi.

Continua la lettura
56

Sterilizzazione dei vasetti

Dobbiamo girare i vasetti con la parte superiore verso il basso, poi aspettiamo che diventino freddi. Nel frattempo prendiamo un grande pentolone in cui ci metteremo dell'acqua fin che basti, così che da sistemare i nostri prodotti e assicuriamoci che l'acqua arrivi a una temperatura abbastanza alta fino al bollore. Ovviamente i tempi della ebollizione dipendono dalle dimensioni dei vasi, normalmente per arrivare alla totale sterilizzazione bastano 40 minuti. Quando sono terminati spegniamo subito la fiamma e copriamo, aspettando che i vasetti e l'acqua diventino freddi da soli.
Passato il tempo necessario, li tireremo fuori dando attenzione a non tralasciare che i microbi invadano i vasetti. Questo metodo regala una conserva che arriva fino a due anni. Per semplificare l'apertura delle conserve, basta dare un colpo leggero nella parte posteriore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Ricetta: carciofi in agrodolce

I carciofi in agrodolce sono un ottimo piatto, di facile realizzazione, molto apprezzato per il suo gusto forte e deciso. L'uvetta e i pinoli lasceranno in bocca un sapore dolce che sicuramente coprirà abbondantemente l'amaro dei carciofi. Un piatto...
Antipasti

Ricetta: cavoletti di Bruxelles in agrodolce

I secondi piatti generalmente vengono accompagnati con dei contorni. Questi devono abbinarsi bene e creare un'ottima armonia con la ricetta. Un alimento che di solito viene poco considerato, sono i cavoletti di Bruxelles. Una varietà di cavoli, che va...
Antipasti

Come fare le prugne in conserva

Le conserve mantengono invariate le proprietà nutrizionali ed il sapore degli alimenti per lungo tempo. Nel gergo culinario, la conserva blocca temporaneamente il naturale deterioramento, come l'attività di batteri ed altri microrganismi. Questo particolare...
Antipasti

Come preparare la conserva di sedano

Il sedano è noto per essere una croccante verdura povera di calorie, ma i suoi benefici vanno ben oltre il suo utilizzo come alimento dietetico. Il sedano contiene fitonutrienti molto utili, vitamine e minerali. È una buona fonte di vitamina K, visto...
Antipasti

Come preparare le cipolle in agrodolce

Le cipolle in agrodolce si possono servire sia come antipasto che come contorno. Si accostano molto bene con piatti a base di carne e selvaggina di vario tipo. Il sapore agrodolce, com'è noto, viene conferito dall'unione di zucchero e aceto, e viene...
Antipasti

Come fare la conserva di pomodoro

Il pomodoro senza dubbio è l'ortaggio più usato nella cucina italiana. Le massaie si divertono a trasformarlo in vari modi: passate, pelati, estratto, ecc. Per poterne magari usufruire durante la stagione invernale. La conserva di pomodoro è un'usanza...
Antipasti

Come fare albicocche in conserva al naturale

Senza dubbio, quando arriva l'estate, la frutta di stagione è più gustosa che mai. La tavola si riempie dei colori e dei profumi dei frutti succulenti e gustosi che fanno la gioia di grandi e piccini. Eppure, si tratta di sapori che è possibile gustare...
Antipasti

Ricetta di pupi fritti con conserva di pomodori e peperoncino

I pupi fritti sono meglio conosciuti da tutti come panzerotti o calzoni e sono delle frittelle di pasta lievitata che si possono farcire in tantissimi modi diversi. I pupi sono diffusi in tutto il Sud Italia, ma i migliori sono indubbiamente i campani...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.