Conserve: funghetti sott'aceto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Le nostre nonne avevano l'abitudine di realizzare dei buonissimi barattoli di conserve. Questa abitudine, purtroppo, sta sparendo, anche a causa delle conserve già pronte che è possibile trovare in ogni supermercato. Ma la genuinità delle conserve fatte in casa non ha prezzo, specialmente se vengono utilizzate le verdure del proprio orto. È il caso dei funghetti, che si trovano solo durante un periodo dell'anno, ma sono ottimi da mangiare come contorno. Questa guida si propone appunto di spiegarvi come preparare le seguenti conserve: funghetti sott'aceto.

25

Occorrente

  • Kg 2 funghi, 1 limone, 1 cucchiaiata di farina, 2 foglie di alloro, 3 o 4 chiodi di garofano, 2 rametti di dragoncello, qualche scorza di cannella, aceto di vino bianco, olio, pepe in grani, sale.
35

Pulire e lessare i funghi

Con un coltellino a punta taglia via ai funghi la parte terrosa del gambo, puliscili bene con un telo umido e immergili completamente in una ciotola contenente acqua acidulata con succo di limone, in cui avrai sciolto una cucchiaiata di farina. Nel frattempo porta ad ebollizione in una pentola tre quarti di litro circa di acqua, salata e acidulata con poco succo di limone, aggiungi i funghi, scolati dall’ emulsione precedente, mescolali e lasciali bollire a fuoco forte per tre o quattro minuti. In un’altra casseruola versa abbondante aceto con qualche scorza di cannella, e tre o quattro chiodi di garofano, qualche foglia di alloro e qualche pizzico di sale e fallo bollire per un istante.

45

Unire all'aceto

Adesso, sgocciola i funghi, appoggiali su un canovaccio e asciugali per bene. Lasciali, se è necessario, avvolti o coperti nel panno per una notte intera, così sarai sicura che sono tutti completamente asciutti; a questo punto collocali in uno o più vasi, naturalmente dopo averli sterilizzati facendoli bollire per dieci minuti insieme ai tappi e asciugati per bene, quindi versaci sopra l ’aceto di vino bianco, lentamente filtrandolo con una garza di tela o un filtro di carta che si vende già pronto all’uso, il contenuto del vaso dovrà rimanere completamente coperto. Completa con alcuni grani di pepe e con alcuni rametti di dragoncello e versa infine sulla superficie un filo di olio di oliva.

Continua la lettura
55

Sigillare il barattolo

Lascia il vasetto aperto per qualche giorno per controllare il livello dell’liquido, nel caso diminuisse lasciando scoperto qualche funghetto, aggiungine un altro po’; quando si è stabilizzato il livello chiudi ermeticamente e conserva in un luogo asciutto e buio. L'ideale è tenerli in una cantina, oppure in un armadietto chiuso. Ma se siete delle persone a cui piacciono le decorazioni ed avete una buona fantasia, potete abbellire il barattolo e conservarlo in bella vista, in modo da esporre con fierezza il proprio lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare i pomodori verdi sott'aceto

Molto spesso risulta piuttosto utile avere in casa delle conserve di cibi che possono essere mangiate in qualsiasi momento. I pomodori verdi sott'aceto possono essere una buona soluzione da consumare per degli aperitivi o come semplice contorno. Nella...
Antipasti

Ricetta: giardiniera sott'aceto

Se siete persone che curano molto il proprio orto e la propria terra, vi capiterà sicuramente che avrete una "sovrapproduzione" di ortaggi. Spesso, in questi casi, questi ultimi finiscono per marcire, non sapendo come usarli. Ma perché non utilizzarli...
Antipasti

Come preparare i fagiolini sott'aceto

Nel periodo estivo, specialmente nei giorni di afa, è sempre consigliabile mangiare del cibo fresco. Specialmente le insalate sono fortemente consigliate, dato che sono un cibo fresco come detto in precedenza, e soprattutto, contengono molti sali minerali...
Antipasti

Come preparare dei funghetti di mozzarella e pomodorini

Tutti noi sappiamo bene quanto sia spesso complicato ed estenuante convincere i nostri bambini a mangiare gli ortaggi e le verdure che servono loro per garantirsi una alimentazione equilibrata e il giusto apporto di nutrienti necessari al loro sviluppo,...
Antipasti

Come conservare i cibi sott'olio

I prodotti sott'olio sono alimenti freschi che attraverso un particolare processo vengono accuratamente conservati per poi utilizzarli in quei periodi in cui non è facile trovarli. Le conserve più comuni sono quelle di verdure e di pesce. Per conservare...
Antipasti

Come preparare le melanzane sott'olio

Le melanzane sott'olio sono fra le conserve alimentari più saporite e facili da preparare (con qualche accortezza e un po' di pazienza), e se correttamente conservate possono durare mesi conservando tutto il loro sapore. Questa preparazione permette...
Antipasti

Come conservare il sedano sott'olio

Generalmente la raccolta del sedano avviene in estate e in autunno; è una pianta biennale che viene coltivata a ciclo annuale. Cresce spontanea nei luoghi erbosi e palustri e, ha foglie dal tipico odore e sapore aromatico, dovuto alla sedanina. In inverno...
Antipasti

Come conservare le zucchine sott'olio

La zucchina è una verdura prettamente estiva, molto ricca d'acqua, leggera, dal sapore delicato ma gradevole. Ci offre, seppur in quantità modeste, vitamine e sali minerali e aiuta ad idratare il corpo soprattutto durante la calda stagione. Possiede...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.