Consigli per conservare il pesto

tramite: O2O
Difficoltà: media
Consigli per conservare il pesto
16

Introduzione

Il pesto, un gustoso condimento a base di basilico fresco, spopola sulle tavole soprattutto durante la stagione estiva. È possibile prepararne in maggiori quantità, da mettere da parte e conservare, al fine di poterlo gustare anche durante l'inverno. Durante la stagione fredda è infatti più difficile trovare tutti gli ingredienti freschi necessari alla sua preparazione. Vediamo quindi alcuni utili consigli per conservare il pesto, in modo da poterlo utilizzare in seguito.

26

Usare barattoli di vetro

I barattoli in vetro, sono i più indicati per la conservazione di determinate preparazioni alimentari. Ermetici, puliti e resistenti, garantiscono infatti una maggiore sicurezza per quanto riguarda il preservare il sapore del cibo. Il vetro infatti, è un materiale che permette di mantenere inalterati il gusto, la freschezza e i valori nutrizionali dei cibi. Non si deteriora e può essere riutilizzato ed è di conseguenza amico dell'ambiente.

36

Utilizzare coperchi ermetici

È importante, ai fini di una corretta conservazione del pesto, utilizzare dei coperchi adeguati. I vasetti in vetro possono essere corredati da tappi in alluminio, ma è bene assicurarsi che siano perfettamente ermetici. Per chi soffre di allergie o semplicemente preferisce non utilizzare l'alluminio, è consigliabile optare per coperchi in silicone, che oltre ad essere perfetti per quanto riguarda l'igiene, sono adatti ad essere riposti nel freezer.

Continua la lettura
46

Fare porzioni piccole

Nel caso in cui si voglia preparare il pesto in grandi quantità, è importante poi dividerlo in porzioni non troppo grandi, in modo tale da evitare successivi sprechi. Optare per le monoporzioni è sempre preferibile, poiché oltre ad essere più comode da riporre e da utilizzare, possono essere scongelate in minor tempo, senza ricorrere ad esempio all'utilizzo del microonde, che può alterare il sapore del pesto.

56

Evitare di mettere parmigiano

Il parmigiano, oltre al basilico e agli altri alimenti, è un ingrediente indispensabile nella preparazione di un buon pesto. Tuttavia, nel caso in cui si decida di conservare il pesto nel congelatore, è importante sapere che è bene evitare di aggiungere il formaggio. Nel freezer infatti. Il parmigiano può cambiare sapore e consistenza, con il rischio di rovinare il pesto. È importante quindi aggiungerlo in un secondo momento.

66

Coprire il pesto con uno strato di olio

È bene non riempire il contenitore fino all'orlo, ma lasciare qualche centimetro di spazio. Una volta riempito il contenitore in vetro, per conservare il pesto, infatti, è opportuno ricoprirlo con un sottile strato di olio d'oliva. Questo procedimento aiuta a mantenerne fresco il sapore ed intatto il gusto. L'olio infatti crea una sorta di patina in grado di proteggere il pesto all'interno del vasetto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Consigli per conservare la salsa tahina

Oggi daremo dei consigli per conservare un composto che serve in cucina, la cui consistenza è pari al patè, particolarmente gustoso e nutriente, infatti contiene una buona quantità di calcio e rinforza il sistema immunitario, tenendo conto che è principalmente...
Consigli di Cucina

Consigli per conservare la frutta fresca più a lungo

La frutta fresca, soprattutto se di stagione, oltre ad essere un toccasana per la salute si rivela un buon spuntino per le prossime giornate estive. Non appesantisce, aiuta la digestione, ha proprietà drenanti, diuretiche ed antiossidanti. In poche parole...
Consigli di Cucina

Come preparare il pesto di radicchio

Il pesto è un alimento tipico della cucina tradizionale genovese e l'ingrediente principale della ricetta classica è il basilico. Poi vi vengono aggiunti altri ingredienti, che tuttavia possono essere sostituiti, l'importante è che non manchi il basilico....
Consigli di Cucina

Come preparare il pesto di carote

Ecco una bella ricetta, mediante il cui aiuto, poter portare in tavola un piatto che sia veramente speciale e ricco di sostanze benefiche e salutari, per il nostro organismo e per il suo benessere. Stiamo parlando del come poter preparare, nella nostra...
Consigli di Cucina

Come fare il pesto di capperi

Eccovi una ricetta per preparare un pesto un po' insolito, in grado di dare un tocco in più ai vostri piatti: il pesto di capperi. A prima vista può apparire una ricetta un pochino azzardata, ma vi assicuro che se lo provate, lo rifarete di sicuro....
Consigli di Cucina

Come preparare il pesto di agrumi

Se avete voglia di preparare un pesto diverso dal solito ma che risulti comunque sfizioso, questa guida farà certamente al caso vostro. Nei passi a seguire, infatti, vi mostrerò come preparare il pesto di agrumi, indicandovi anche qualche abbinamento...
Consigli di Cucina

Come fare il pesto di paprika

La paprika è una spezia dal gusto particolarmente intenso e gustoso. Si ottiene attraverso l'essicazione del peperone. Gusto e piccantezza variano a seconda della lavorazione e del tipo di trattamento utilizzato. È ricca di vitamina C e sali minerali...
Consigli di Cucina

5 varietà di pesto

Non c'è nulla di più indicato di un pesto per un pranzo estivo. Fresco e aromatizzato, accompagna e arricchisce piatti di pasta, donando ad essi un sapore unico e deciso. Generalmente ogni regione italiana ha la sua varietà di pesto. C'è chi predilige...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.