Consigli per riconoscere un cavolo maturo

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'autunno è un'ottima stagione per raccogliere alcuni tra i migliori frutti della terra. Da Settembre/Ottobre fino al pieno inverno i nostri orti offrono doni deliziosi. Gli ortaggi autunnali, infatti, sono tra i più saporiti e ricchi di sostanza. La zucca è un esempio lampante, dolce, nutriente e con tante proprietà benefiche. Ma se la zucca può essere una delle "regine" d'autunno, il re è certamente il cavolfiore. Tuttavia per i meno esperti potrebbe essere difficile capire quando è il momento giusto per coglierlo. Per tale ragione daremo alcuni consigli utili per riconoscere un cavolo maturo.

26

Considerare il tempo di coltivazione

Il cavolo matura in autunno, tra metà Settembre e Ottobre. Esistono tuttavia diverse varietà di cavolo. Alcune sono più "precoci" di altre e potrebbero maturare in anticipo. Il cavolfiore comune si pianta in primavera. Il momento ideale è la primavera inoltrata, quando finiscono le giornate più gelide. Un cavolo a dimora da metà Aprile maturerà quasi certamente nel periodo succitato.

36

Controllare le dimensioni

Il cavolo cresce e matura in "boccioli" di grandi dimensioni, circondati da belle foglie verdi. Queste ultime spesso lo ricoprono, proteggendolo dal sole diretto e dalle intemperie. Un cavolo maturo può avere dimensioni variabili. Tuttavia vi è una forbice indicativa della sua maturazione. In genere un buon cavolfiore oscilla tra i 23 e i 27 cm di diametro. Questo non è un fattore determinante di per sé, ma aiuta ad orientarsi. Alcuni cavoli raggiungono dimensioni considerevoli.

Continua la lettura
46

Constatare lo stato del bocciolo

Il cavolo cresce e si sviluppa in boccioli. Quando questi iniziano a ramificarsi si suol dire che il cavolo "sale in canna". Il bocciolo in tale stato presenta aperture e "crepe". Significa che il cavolo è oltre la sua maturazione. L'ideale è raccogliere il cavolo prima che raggiunga questa condizione.

56

Tastare la consistenza

Un cavolo maturo deve essere sodo e solido. Deve, cioè, essere privo di crepe e risultare ben compatto al tatto. Un cavolo che al tatto risulta molliccio o fragile non è l'ideale. Indica una maturazione problematica. Questa può dipendere da molti fattori, come un freddo fuori stagione o altre anomalie. È importante sapere anticipatamente come coltivare il cavolo al fine di non commettere errori.

66

Osservare le foglie

In un cavolo maturo, le foglie sono robuste e di un verde vivo. Coprono il cavolo per circa due terzi della sua dimensione, talvolta completamente. Lo stato delle foglie può dirci se il cavolo è pronto o quasi. Anch'esse maturano insieme a lui, perciò possono aiutarci nella raccolta. Crepe o buchi nel fogliame potrebbero indicare la presenza di insetti. Tuttavia questo fatto non sempre pregiudica la qualità del cavolo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come sapere se un carciofo è maturo

Il carciofo è una grossa pianta perenne con foglie lunghe e lanceolate. Appartiene alla famiglia delle composite tubuliflore e si presenta una pianta erbacea. Mentre al raggiungimento della maturazione risulta ramificata. Questo viene coltivata in campi...
Consigli di Cucina

Cavolo cappuccio: 10 ricette per gustarlo al meglio

Il cavolo cappuccio è uno degli ortaggi più utilizzati nelle ricette di cucina, sia Italiane sia Europee. Queste ricette vanno a costituire primi piatti sfiziosi oppure secondi piatti, dove il cavolo viene gustato crudo. In questa lista andrò ad illustrarvi...
Consigli di Cucina

3 ricette con il cavolo nero

Il cavolo nero è una varietà di cavolo molto antica, appartenente alla famiglia delle crucifere, che ha in se molte proprietà, tra le più importanti c'è sicuramente un'alta capacità anti-tumorale. Nota fin dall'antichità per il suo profumo forte...
Consigli di Cucina

Come cucinare il cavolo rosso

Esistono vari modi per cucinare il cavolo rosso (conosciuto anche come cavolo viola), ma spesso non si sa come farlo e si finisce sempre per lessarlo. In realtà è un vegetale ricco di proprietà, poiché ricco di vitamine A e C. Queste vitamine sono...
Consigli di Cucina

5 modi per riconoscere la carne fresca

Sul consumo della carne, in particolare quella rossa, ci sono da sempre pareri discordanti da parte degli studiosi. Le ultime tendenze in fatto di diete la escluderebbero completamente dall'alimentazione, mentre da sempre gli esperti ne consigliano un...
Consigli di Cucina

10 consigli per organizzare il pranzo in ufficio

Quando si lavora tutto il giorno è indispensabile seguire comunque un'alimentazione sana, per evitare di mangiare sempre cibo confezionato o cibo privo di qualsiasi tipologia di vitamina. In questa lista vi indicheremo 10 consigli utili e semplici, per...
Consigli di Cucina

10 consigli per non far scuocere il riso

Amate preparare il riso ma ogni volta avete sempre il timore che possa venire troppo scotto? Nessun problema! Questa guida va proprio al caso vostro. Seguendo i semplici consigli di questa guida anche voi riuscirete a non far scuocere il vostro riso....
Consigli di Cucina

Consigli per scegliere un buon mango

Il mango è un frutto tropicale dal sapore assai dolce e con al suo interno tante vitamine, come la A e la C, il suo colore va dal giallo all'arancione ed esistono varie specie di questo frutto, infatti se ne contano nel mondo circa un migliaio. Esse...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.