Coregone: 5 ricette

tramite: O2O
Difficoltà: media
Coregone: 5 ricette
16

Introduzione

Il coregone è un pesce d'acqua dolce che in Italia non è autoctono, ma è stato introdotto sul finire dell'Ottocento. Ha però proliferato in poco tempo e ora si può trovare comunemente soprattutto nei laghi del settentrione d'Italia. Il suo nome scientifico è Coregonus lavaretus ed è detto anche lavarello. Non ha carni molto saporite, ma tenere e digeribili. Contiene solo 130 calorie per ogni 100 grammi, ed è ricco di sali minerali. Per questo è consigliabile consumarlo ogni volta che se ne ha l'occasione. Per sapere come cucinarlo, ecco 5 ricette che è possibile preparare con il lavarello.

26

Coregone alla brace

La preparazione per eccellenza che è in grado di esaltare tutte le qualità organolettiche del coregone è la cottura alla brace. In questo caso bisogna acquistare il pesce intero, senza squamarlo, perché le squame proteggeranno le carni da una cottura eccessiva. Per condire basta un filo d'olio a crudo.

36

Filetto di coregone gratinato al forno

Per questa ricetta serve solo il filetto, non il pesce intero, ma è sempre consigliabile comprare il coregone intero e poi sfilettarlo. Per prima cosa si deve preparare un sughetto con pomodori ramati e melanzane; poi la salsa si dispone su una teglia da forno e su di essa si adagia il filetto. Il tutto va spolverato con pane grattugiato e bagnato con un filo di olio. La cottura necessaria è di pochi minuti, al massimo cinque, a 190 gradi.

Continua la lettura
46

Linguine al coregone

Con il lavarello si possono anche insaporire i primi piatti, ad esempio si può usare per fare un sughetto con il quale condire le linguine. I filetti di coregone devono essere cotti in padella con un po' di olio e prezzemolo, e poi ridotti in poltiglia con la forchetta. Nella padella dove si è cotto il pesce poi si fa evaporare un po' di marsala e infine si versano le linguine, cotte al dente, e sopra la salsa di coregone.

56

Coregone al cartoccio

Si deve preparare un trito di aglio, cipolla, sedano carota e basilico per farcire il coregone, dopo averlo pulito e privato delle interiora. Poi si adagia su un foglio di carta da forno, si condisce la superficie del pesce con la restante farcia, e si chiude il cartoccio dopo aver condito con un po' di olio EVO e una spruzzata di vino bianco. La cottura è di 30 minuti a 200 gradi.

66

Coregone in salsa martana

Questa ricetta è tipica della zona del lago di Bolsena, più precisamente della cittadina di Marta. Il coregone deve semplicemente essere bollito con sale e prezzemolo. Poi si prepara una salsina fatta con rosmarino, aglio, peperoncino, prezzemolo, pinoli, olive verdi private del nocciolo, acciughe e capperi. Questo trito va messo in un pentolino con olio, salsa di pomodoro, aceto e vino rosso. Basta far cuocere per pochi minuti, poi si può usare la salsa per condire il coregone.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Ricetta: filetto di maiale alle erbe

Se vuoi stupire i tuoi commensali preparando loro un piatto economico ma originale al tempo stesso dal gusto corposo e saporito ti trovi nel punto giusto in quanto la guida che ti suggerirò fa proprio al caso tuo. Una ricetta alternativa per cucinare...
Primi Piatti

Ricette Bimby: linguine al cartoccio

Ricette Bimby: cucinare con il Bimby vuol dire dosare correttamente tutti gli ingredienti e seguire alla lettera le istruzioni riportate nelle varie ricette. Se amate i primi piatti e in particolare le linguine, in questa guida vi daremo una delle ricette...
Primi Piatti

Come preparare le linguine piccanti al granchio

Se desiderate preparare una cenetta per due romantica e volete preparare una ricetta gustosa ed originale che lasci senza parole il vostro invitato "speciale", la ricetta proposta in seguito farà al caso vostro. In questa guida vi sarà infatti spiegato...
Primi Piatti

Ricetta: Linguine ai frutti di mare

Tra le ricette italiane, le linguine ai frutti di mare sono uno dei primi piatti più apprezzati in tutto il mondo. Differentemente da quanto si possa pensare, la preparazione di questo piatto non richiede molto tempo: bastano infatti circa 45 minuti...
Primi Piatti

Ricetta: linguine con astice e vongole

Un buon piatto di pasta rappresenta sempre un ottimo primo, specialmente per noi italiani. È la regina delle nostre tavole, l'alimento principale della nostra dieta. Si può valorizzare la pasta con decine di condimenti differenti, per ogni gusto. Il...
Primi Piatti

Ricetta: linguine al sugo bianco di scampi

Gli scampi sono piccoli gamberi d'alto mare, parenti stretti delle aragoste. In questo secondo caso sono già cotte e basta scolarle dal liquido di conserva (senza sciacquarle sotto l'acqua, altrimenti perdono in parte di sapore) prima di prepararle nel...
Primi Piatti

Ricetta: linguine alle alici

La ricetta delle linguine con le alici è una ricetta molto semplice e veloce, la quale può essere eseguita anche all'ultimo momento, se si hanno in casa gli ingredienti, per una cena o un pranzo con gli amici, anche se non programmato. Questa ricetta...
Pesce

Come preparare il filetto di San Pietro con melanzane

Una ricetta buonissima è quella che ha come protagonista assoluto il pesce San Pietro. Questo pesce vive in acqua salata a temperature tropicali. Nel nostro paese è molto facile trovarlo nelle acque del mar Mediterraneo ma è generalmente pescabile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.