Cucinare il polpo: 5 errori da non fare

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il pesce è uno degli alimenti non solo più benefici per l'organismo, ma è anche uno degli ingredienti più leggeri e gustosi da mangiare. Chi non ha proprio la passione per la cucina, spesso si ritrova a cuocere tipologie di pesce che non ha mai cucinato prima combinando dei terribili disastri. Tra le tipologie di pesce più difficili da cuocere, c'è sicuramente il polpo. Questo mollusco necessita di una specifica cottura e non di una cottura fatta male e a casaccio. In questi passaggi, vi mostreremo proprio i 5 errori più comuni da non fare per cucinare al meglio il polpo.

26

Cuocerlo senza pelle

Uno degli errori più comuni da evitare quando si cucina il polpo in casa, è quello di eliminare subito dopo averlo lavato, tutta la pelle e le piccole ventose attaccate sui tentacoli. La pelle mantiene intatti i tentacoli e in più riesce a dare una cottura omogenea a tutto il mollusco, cosa che non accadrebbe senza la pelle soprattutto quando si cuoce il polpo in acqua bollente.

36

Cuocerlo direttamente in padella

Un altro degli errori più comuni e più banali che si commettono in cucina durante la cottura del polpo, è quello di cuocerlo direttamente all'interno di una padella rovente. Il polpo prima di essere rosolato o scottato in padella con aromi e con olio d'oliva, necessita di una sbollentata. Bollirlo vi permetterà di ottenere una consistenza morbida e ottima da gustare.

Continua la lettura
46

Cuocerlo per troppo tempo

Quando dovete cucinare il polpo, un ulteriore errore che purtroppo si commette molto spesso e che dovete evitare, è quello di cuocerlo per troppo tempo. Il polpo se viene bollito, deve essere cotto per poco tempo per non perdere la sua naturale callosità. Cuocerlo per troppo tempo significa distruggere la sua consistenza. Una volta bollito per poco tempo, saltatelo in paella per pochi minuti e sarà perfetto.

56

Cuocerlo in troppa acqua

Il polpo deve sempre essere cotto in pochissima acqua e mai in litri di acqua, altrimenti il sapore del pesce tenderà sempre a perdersi. Cuocete il polpo in poca acqua e un pizzico di olio per evitare di fare attaccare tutte le ventose ai bordi della pentola. Usate pentole ampie ma non troppo grandi e limitatevi ad aggiungere solo tre o quattro mestoli d'acqua.

66

Cuocerlo direttamente sulla brace

Un ultimo errore da non commettere durante la cottura del polpo, è quello di cuocerlo direttamente sulla brace ardente. La brace brucia il polipo, lo secca e lo rende immangiabile. Evitate dunque di mettere subito sul carbone ustionante un polpo crudo e tenero.
Cuocete sempre il pollo in acqua bollente e solo successivamente procedete con altre tipologie di cottura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Polpo in umido con timballo di polenta

Il polpo viene cucinato molto frequentemente delle famiglie che abitano le coste del nostro paese, nelle quali lo si può trovare in tavola con preparazioni differenti. Il polpo, in modo particolare, fa parte soprattutto della tradizione culinaria pugliese...
Pesce

Come pulire un polpo

Oggi abbiamo deciso di parlare di discutere ed approfondire un argomento molto utile, per tutti coloro i quali amano cucinare il pesce e passar del tempo vicino ai fornelli, per preparare dei manicaretti veramente unici e molto particolari. Stiamo parlando...
Pesce

Come preparare il polpo in pentola a pressione

Se avete appena acquistato un polpo fresco al mercato oppure in un negozio di surgelati, ed intendete cucinarlo con l’utilizzo della pentola a pressione, ci sono alcune importanti cose da sapere per evitare di commettere degli errori. In riferimento...
Pesce

Come cuocere perfettamente il polpo

Il polpo è un mollusco cefalopode che appartiene alla famiglia delle seppie e dei calamari. Questo essere vivente vive nei bassi fondi marini rocciosi, si nutre di altri molluschi e crostacei. Come ben sappiamo in tutte le cucine il polpo, soprattutto...
Pesce

Come preparare un'insalata di polpo con crema di cavolfiore

L'octopus vulgaris, più comunemente detto polpo, è una delle creature del mare più apprezzate dai buongustai di tutto il mondo. Esistono tantissime ricette che richiedono l'utilizzo di questo mollusco, ma in questa guida prenderemo in considerazione...
Pesce

Come preparare il polpo con i fagioli

Oggi vogliamo proporvi un modo particolare di cucinare il polpo. Se solitamente viene servito come antipasto o sotto forma di deliziose insalate, oggi lo vogliamo presentare sotto forma di zuppa, ovvero vi guideremo nella preparazione del polpo con i...
Pesce

Come preparare il polpo arrosto con crema di patate e broccoli

Il polpo si caratterizza per le sue carni magre e per la sua versatilità in cucina. Con il suo sapore delicato e la carne tenera, si può abbinare a molteplici sapori.Spesso però il polpo sembra difficile da "gestire", soprattutto per il timore che,...
Pesce

Come preparare il polpo ubriaco

Il polpo ubriaco rappresenta una ricetta che può essere rivisitata in moltissime e deliziose varianti. Ottimo per condire un primo piatto di spaghetti, il polpo ubriaco risulta eccezionale se lasciato raffreddare e servito in insalata. Si tratta di una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.