Fave bollite con finocchietto selvatico

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le fave fanno parte della famiglia dei legumi e sono degli alimenti nutrienti e gustosi. In passato rappresentavano uno dei piatti poveri, consumati per lo più dagli artigiani e dai contadini. Esistono moltissime ricette per poter preparare le fave, alcune molto semplici, ma tutte molto gustose. Questo ingrediente presenta svariate proprietà benefiche per l'organismo umano. Per questa ragione è buona regola prepararle frequentemente, specialmente per i bambini. In questa guida vedremo nello specifico come preparare le fave bollite con il finocchietto selvatico.

27

Occorrente

  • 1 kg di fave fresche
  • Cipolla
  • Finocchietto selvatico
  • Sale
37

Separazione dei baccelli dalle fave

Per prima cosa è necessario procurarsi tutti gli ingredienti necessari per la realizzazione delle fave bollite con il finocchietto selvatico. Successivamente si potrà procedere con la preparazione di questo piatto. È buona regola accertarsi che le fave siano fresche e possibilmente di stagione. Il prossimo procedimento da mettere in pratica consiste nel separare accuratamente i baccelli dalle fave, per poi metterle da parte in un recipiente adeguatamente capiente. A seguire in un tegame è necessario versare dell'abbondante acqua salata, aggiungendo successivamente la cipolla e il finocchietto selvatico. A questo punto si potrà metterlo a riscaldare a fuoco medio.

47

Cottura delle fave

Non appena l'acqua raggiungerà la fase completa di ebollizione è possibile versare nel tegame le fave che sono state precedentemente pulite dai baccelli. Occorre mescolarle con una buona frequenza, in modo tale che la cottura sia omogenea per ciascun singolo legume. Quando le fave si saranno ritirate vorrà dire che sarà giunto il momento di rimuoverle dal fuoco. Aiutandosi con l'ausilio di uno scolapasta, andranno scolate dall'acqua, per poi essere versate in una scodella. È anche possibile aggiungere qualche piccolo tocco di formaggio, in modo da conferire un sapore maggiormente deciso al piatto. È consigliabile utilizzare il pecorino, e poi un po' di peperoncino. Inoltre è buona regola accompagnare le fave con qualche crostino di pane tostato e un buon bicchiere di vino bianco.

Continua la lettura
57

Condimento per la pasta a base di fave bollite con finocchietto selvatico

Le fave bollite con il finocchietto selvatico sono un piatto leggero e dietetico. Con qualche piccola modifica questa pietanza può anche trasformarsi in un particolare e gustoso condimento per la pasta. Dopo aver bollito le fave è necessario lasciarle raffreddare in una ciotola. Successivamente bisogna schiacciare le fave, aiutandosi con una forchetta. Occorre ridurle in una purea dalla consistenza omogenea. Nel frattempo bisogna lessare la pasta in una pentola con dell'acqua bollente salata. A questo punto si deve attendere il momento per scolarla al dente, per poi rimetterla sul fuoco in una padella insieme alla purea di fave. Per concludere si deve lasciar terminare la fase di cottura, amalgamando accuratamente la pasta con il condimento, per poi servirla ben calda.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare le barbabietole agrodolci al finocchietto

Le barbabietole agrodolci al finocchietto sono un piatto povero tipico dell'Alto Adige. Preparare questa pietanza è davvero semplice e veloce. Gli ingredienti necessari sono pochissimi, servono infatti delle barbabietole già cotte, dell'aceto misto...
Antipasti

Ricetta: Flan di polenta, fave e gamberi

Per i vostri pranzi speciali, servite in tavola dei morbidi flan di polenta, con un cremoso ripieno di fave e gamberi. Si tratta di un antipasto sfizioso, che coniuga il sapore corposo della polenta a quello dolce delle fave e dei crostacei freschi. La...
Antipasti

Quali spezie usare per insaporire le patate novelle bollite

Le patate rappresentano uno degli alimenti più consumati ed amati da ognuno di noi. Possono essere preparate in diverse maniere e sono un valido accompagnamento per molti alimenti, sia che si tratti di carne che di verdura. Le patate novelle, piccole...
Antipasti

Come cucinare le fave fresche

Le fave sono dei legumi che, solitamente, vengono coltivate in zone climatiche temperate; oltre ad essere semplici da trattare, poiché non necessitano di una grande cura, sono molto veloci da cucinare. Il periodo migliore per mangiare le fave è sicuramente...
Antipasti

Come preparare una salsa di fave

Le fave sono un alimento tipico dell'Italia centro - meridionale, infatti, fanno parte della tradizione romana che le pone come protagoniste nella ricorrenza del Primo Maggio. In questa giornata tutti i cittadini si muovono verso la campagna romana dove,...
Antipasti

5 ricette con le fave

Le fave sono un alimento antichissimo, ricco di proteine e fibre vegetali ma povero di grassi. È una fonte naturale di nutrienti, vitamine e sali minerali. Questo legume può essere utilizzato per creare tantissimi pianti semplici, gustosi e genuini....
Antipasti

Frittata con fave pecorino e timo: ricetta

La ricetta della frittata con fave pecorino e timo permette di realizzare un piatto completo e delizioso. Se non trovate le fave fresche, acquistatele surgelate. L'importante è che non siano in barattolo. La preparazione è abbastanza semplice ma occorre...
Antipasti

Come utilizzare le fave secche

In commercio è possibile trovare due tipi di fave secche: quelle con la buccia e quelle decorticate. La differenza tra le due è solo nel periodo di ammollo poiché le prime, devono rimanere in acqua almeno per 24 ore mentre per le seconde, basta mezza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.