Frico morbido: consigli per la preparazione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il frico è una pietanza dalle origini carniche. Era tipica del consumo di contadini e boscaioli durante le pause lavorative. Il frico ha due tipi di preparazione. Si può infatti ottenere un frico friabile, oppure uno morbido. La ricetta si basa essenzialmente sulla cottura di formaggi. Classicamente si utilizza il formaggio "Montasio" o il formaggio "Latteria". Entrambi prodotti con latte di vacca ed a pasta semidura. Il frico friabile si cuoce nello strutto o nel burro, finché non diventa croccante. Mentre il frico morbido si realizza con l'aggiunta delle patate. In particolare, qui appresso, vedremo alcuni consigli per la preparazione del frico morbido.

26

Scegliere bene la qualità delle patate

Per la preparazione del frico morbido, la scelta della qualità delle patate è di estrema importanza. Sarà bene volgersi verso un tipo di patata a pasta bianca. Ma anche le patate novelle o quelle del tipo "Bologna" potranno essere la soluzione ottimale. Infatti queste qualità di patate durante la cottura tenderanno a sformarsi, amalgamandosi bene con il formaggio. In alternativa, le patate si potranno lessare e schiacciare preventivamente.

36

Tagliare le patate in modo adeguato

Uno dei principali consigli da seguire per la preparazione del frico morbido è l'attenzione al taglio delle patate. Converrà ridurle in fettine sottili, dopo l'eliminazione della buccia ed il lavaggio sotto l'acqua corrente. Con tale aspetto, la cottura delle patate nell'olio (oppure nel burro o nel lardo), sarà più rapida ed uniforme. Secondo le preferenze, le si può anche grattugiare a crudo.

Continua la lettura
46

Verificare la cottura delle patate

Le patate poste nella padella sul fuoco, in attesa del formaggio, dovranno ben ammorbidirsi. A tal fine, per la preparazione del frico morbido, occorrerà verificare la loro consistenza. Tramite l'ausilio di una forchetta, controllare se si riesce a schiacciarle. In tal caso, si potrà unire il formaggio.

56

Usare le medesime dosi di formaggio e di patate

Il quarto dei consigli per la preparazione del frico morbido riguarda la quantità degli ingredienti. Le identiche dosi di patate e di formaggio (in pezzi non eccessivamente grandi) renderanno il frico morbido perfettamente coeso ed omogeneo. I sapori si mescoleranno fra di loro, dando vita ad una pietanza prelibata.

66

Mescolare bene gli ingredienti

Ecco infine il segreto per la preparazione del frico morbido: la buona miscelazione fra il formaggio e le patate. Pertanto, durante la cottura, bisognerà mescolare diverse volte gli ingredienti fra di loro. Non appena il composto risulterà uniforme, si attenderà la doratura del fondo. Quindi si potrà procedere a girarlo dalla facciata opposta. Con l'aiuto di un coperchio piatto, si rivolterà il frico. Poi si lascerà dorare anche dall'altro lato. Si potrà quindi servire caldo, accompagnato con la classica polenta.  

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

5 consigli per un pane morbido e croccante fuori

Il pane, è un alimento indispensabile per chiunque quando si sta a tavola e si mangia un buon secondo piatto o una fresca insalata. Croccante, fragrante, gustoso, saporito e soffice nello stesso tempo, il pane rimane uno dei cibi a cui non si può proprio...
Consigli di Cucina

Consigli per la preparazione della besciamella senza burro

La Besciamella è una delle salse più importanti della gastronomia nazionale e internazionale. Appartiene alla categorie delle cosiddette salse madri di cui nascono altre. Infatti, con la besciamella si può fare la salsa Mornay, la Nantua e la salsa...
Consigli di Cucina

5 consigli per la preparazione degli gnocchi

Gli gnocchi vengono comunemente serviti come primo piatto e sono estremamente versatili: c'è chi ama condirli con pomodoro e basilico, chi non resiste alla tentazione di immergerli in una crema di formaggio e chi li vuole solo accompagnati dal ragù...
Consigli di Cucina

Errori da evitare nella preparazione del plumcake

Il plumcake è uno dei dolci più semplici da preparare in casa. Nonostante il suo gusto delicato e gradevole, il plumcake è molto facile da realizzare, richiede pochi ingredienti, semplici e genuini, poco tempo per la sua preparazione ed una vasta gamma...
Consigli di Cucina

5 modi per sostituire lo zucchero nella preparazione dei dolci

Lo zucchero raffinato bianco è un ingrediente molto usato nella preparazione dei dolci. Spesso però accade che si debba evitare il suo consumo. Sia per motivi di alimentazione che per scelta personale. Ma non bisogna intimorirsi! Esistono molti modi...
Consigli di Cucina

Estratto di rosa: errori da non commettere nella preparazione

Se abbiamo a disposizione delle piante di rose possiamo provare a produrre un estratto di rose, un ottimo profumo o un delicato lenitivo per la pelle. Esistono due procedimenti che permettono di ottenere quest'acqua profumata. Si può procedere con la...
Consigli di Cucina

Consigli per evitare che il pollo al forno si secchi

Cucinare il pollo al forno come si deve è uno dei traguardi di ogni buon cuoco. Purtroppo uno dei problemi che spesso si riscontra riguarda il fatto che la carne del pollo anziché essere tenera e saporita si secchi, diventando stopposa e poco appetibile....
Consigli di Cucina

5 consigli per fare la cottura al sale

La Cottura al sale è un metodo molto antico. Ma adoperata anche oggi per cucinare vari alimenti. Questa cottura permette di mantenere i nutrienti del cibo intatti. Conservando allo stesso modo il gusto, senza dover aggiungere sostanze grasse. Come per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.