Frittura di paranza al forno

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La frittura di paranza al forno risulta essere un piatto davvero molto gustoso, genuino ma allo stesso tempo non eccessivamente impegnativo. A differenza della ricetta tradizionale, che prevederebbe la cottura nell'olio bollente, seguendo questa guida è certamente possibile realizzare una versione più leggera di tale pietanza, che si avvale esclusivamente dell'utilizzo del forno. Il piatto sarà ugualmente prelibato, ma presenterà il vantaggio di essere sicuramente più leggero rispetto alla versione classica. Vediamo, dunque, come preparare la frittura della paranza al forno.

25

Pulite i pesci

Per prima cosa è necessario precisare che per realizzare la paranza occorrono differenti varietà di pesci come le sogliole, le triglie, i naselli e le acciughe. La quantità, chiaramente, deve essere proporzionata al numero delle persone che consumeranno questa ottima pietanza. Una volta reperito il pesce è necessario procedere con un'accurata pulizia, lavandolo e asciugandolo per bene. La fase di pulitura prevede, solitamente, l'eliminazione della lisca e delle interiora dei pesci. È un'operazione abbastanza delicata e necessita, pertanto, di procedere in maniera abbastanza attenta e scrupolosa. Una volta che è stato portato a termine questo primo passaggio in maniera molto capillare, ed essersi accertati che il pesce siano stato pulito alla perfezione, è il momento di passarlo nella farina.

35

Disponete i pesci su una teglia da forno

Può essere utilizzata la classica farina bianca di tipo 00, ma si possono tranquillamente usare tutti i tipi di farina. Una volta che è stato infarinato per bene tutto quanto il pesce, è necessario collocarlo su una teglia da forno, ricoperta da un foglio di carta d'alluminio. Disponete i singoli pesci prestando attenzione a lasciare un po' di spazio tra di loro, in maniera tale che sarà più semplice girarli di tanto in tanto, per garantire una cottura abbastanza uniforme. Prima di infornare occorre ricoprire i vari pesci con una passata di olio extravergine di oliva, con una manciata di sale e, se si gradisce, con un po' di erbette.

Continua la lettura
45

Infornate la paranza

Le erbette conferiranno, infatti, un buon gusto all'intero piatto. Infornare, per finire, la teglia ad una temperatura non eccessivamente elevata. È bene ricordarsi, infatti, che i pesci di questa dimensione non hanno bisogno di un eccessivo calore per cuocere. Con buona frequenza è necessario accertarsi, tuttavia, che la fase di cottura avvenga in modo uniforme, girando i singoli pesci uno ad uno. Una volta terminata la cottura si può procedere con lo spruzzare qualche goccia di limone, per poi servire la pietanza ancora calda. Questo secondo piatto, abbastanza leggero, può essere accompagnato con un contorno di insalata o con delle patate, preferibilmente anch'esse cotte al forno. Buon appetito.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La fase di pulitura prevede, solitamente, l'eliminazione della lisca e delle interiora dei pesci.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come preparare un fritto asciutto e croccante

La frittura rende più appetibile qualsiasi cibo. Ormai si frigge praticamente tutto, dalle verdure al pesce, dalla carne agli ortaggi. Anche se il fritto è molto buono, è consigliabile non abusarne, in quanto, se consumato in grosse quantità, può...
Pesce

Ricetta: nasello all'acqua pazza

Il nasello è un pesce di forma allungata e piatta, facilmente riconoscibile perché presenta una cresta somigliante ad una "V"; di solito il suo colore è grigio-nerastro sul dorso e, di colore argento lungo i fianchi. È un pesce che generalmente troviamo...
Consigli di Cucina

5 idee di menu per la festa del papà

Mancano davvero pochi giorni alla festa del papà. Come ogni anno per questa ricorrenza ci sforziamo di pensare ad un regalo che sia all'altezza del nostro adorato papà. Ogni anno l'impresa diventa sempre più difficile. Se non vogliamo regalare le solite...
Pesce

3 ricette veloci con il nasello

Il nasello è un parente stretto del merluzzo ma, a differenza di quest’ultimo che vive solo nei mari del Nord, il nasello si pesca nel Mediterraneo, anche vicino alle coste liguri. Dal punto di vista nutrizionale, questo pesce ha caratteristiche ottime...
Antipasti

Frittura di asparagi con salsa

Gli asparagi impanati e fritti rappresentano un piatto sfizioso da servire sia come aperitivo che come secondo. Dall'aspetto croccante, questi bastoncini nascondono un cuore morbido e gustoso. Essi possono essere una valida alternativa alle classiche...
Carne

Come preparare le ali di pollo fritte

Le ali di pollo fritte sono tra più famosi "Street food" americani. Servite in pratici cartoncini dai take away, vengono velocemente consumate per strada e non solo, infatti possono essere anche un ottimo stuzzichino da condividere con gli amici. In...
Pizze e Focacce

Come preparare la pizza con la frittura di pesce

La pizza con la frittura di pesce è una pietanza abbastanza atipica e bizzarra. Solitamente infatti la pizza e la frittura non si uniscono in un'unica ricetta. Eppure questo connubio non è per niente male. Ci sono soltanto alcune regole da seguire,...
Carne

Come fare la frittura mista alla piemontese

Ciascuna regione del nostro Paese ci offre una vasta gamma di gustosi piatti tipici. Tra questi, la frittura mista alla piemontese è una portata a base di carne davvero gustosa. L'agnello, il maiale e il vitello, dopo la macellazione, vengono privati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.