Funghi porcini: 5 modi per conservarli per tutto l'anno

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il fungo porcino è considerato il fungo per eccellenza. Bello visivamente, saporito e profumato, questo delizioso vegetale è molto utilizzato in cucina. È, infatti, utile per preparare: risotti, primi piatti, contorni di carne o di pesce o per arricchire insalate; è un ingrediente molto delicato e non è difficile da preparare.
Purtroppo però, è possibile gustare i funghi porcini solamente per pochi mesi all'anno, solitamente da agosto a fine ottobre. Ma perché privarsi di tanta bontà ed accontentarsi? Già! Perché? Non fatelo! Proseguite nella lettura per scoprire 5 validi modi per conservarli per tutto l'anno!

26

Congelate i funghi

Un metodo sicuramente molto rapido e veloce per conservare i funghi porcini il più a lungo possibile è quello di congelarli. A tal proposito, vi basterà tagliare in lungo e a fettine sottili il delizioso vegetale e conservarlo nelle apposite bustine per congelamento o in contenitori adatti all'uso. Evitate però, di congelarli a crudo, una volta scongelato infatti, il prodotto perderà molto acqua risultando così molliccio. È consigliabile, quindi, dapprima "cuocere" i funghi porcini per circa 15 minuti in abbondante acqua fredda, a cui aggiungerete uno spicco d'aglio.
Mi raccomando si tratta di una "precottura", non tenete i funghi sul fuoco più del necessario.
Scolateli poi, fateli raffreddare e riponeteli nel freezer.

36

Mettete i funghi sott'olio

Aceto, olio d'oliva, barattoli di vetro e naturalmente funghi porcini! Per fare cosa? Per conservarli ovviamente! Vi basteranno infatti, pochi accorgimenti per avere a disposizione il gusto dei vostri funghi porcini tutto l'anno.
Il primo step da effettuare è sicuramente quello di pulire i deliziosi funghetti, avendo cura di non lavarli sotto l'acqua corrente ma servendovi di un coltellino, per tagliare la parte finale del fungo che è solitamente ricoperta di terreno; una spazzola per verdure, per pulire il gambo, ed un canovaccio inumidito, per pulire il "cappello". Fateli bollire poi, in una pentola con dell'acqua ed aceto per circa 10- 12 minuti, scolateli e fateli asciugare su un canovaccio da cucina.
Dopo aver sterilizzato dei vasetti di vetro riempiteli con i funghi porcini, aggiungete abbondante olio d'oliva (bisogna coprirli del tutto), del peperoncino e delle erbe aromatiche.
Conservate in luogo fresco ed asciutto.

Continua la lettura
46

Mettete i funghi sott'aceto

Un metodo alternativo a quello sott'olio è quello di conservare i funghi sott'aceto.
Pulite i funghi e tagliateli a fettine o semplicemente a pezzi grossi, a questo punto mettete sul fuoco dell'aceto, meglio se di mele, del sale, fatelo bollire e versate i funghi porcini per circa 4-5 minuti. Aiutandovi con una schiumarola, scolateli e fateli raffreddare su un panno da cucina. Nel frattempo, aggiungete all'aceto delle foglie di alloro, dell'aglio, pepe in granelli e cannella. Lasciate intiepidire e filtrate il liquido.
Mettete poi, i funghi porcini in barattoli di vetro sterilizzati e ricopriteli con l'aceto aromatizzato. A questo punto, coprite i barattoli con un panno e lasciateli per qualche giorno in un luogo asciutto. Trascorso il tempo necessario, aggiungete altro aceto in modo da ricoprire interamente i funghi, chiudete i barattoli e conservate.

56

Essiccate i funghi al sole

Un altro modo sicuramente molto veloce e facile per conservare i funghi porcini è quello di essiccarli al sole. Per prima cosa, tagliate longitudinalmente i funghi, puliteli perbene in modo da eliminare ogni traccia di terreno e disponeteli su un tavolo di cucina esposto al sole facendo attenzione a non sovrapporre i diversi pezzi, ed avendo cura di rigirarli di tanto in tanto, in modo da essiccarli uniformemente.
Questo metodo di essiccazione richiede circa 3-4 giorni, ma è consigliabile ritirare i funghi di notte per evitare che assorbano troppa umidità.
Essiccati i funghi, conservateli in appositi sacchetti di plastica o di juta.

66

Essiccate i funghi al forno

Un metodo più veloce per essiccare i funghi porcini, è quello di utilizzare il forno. A tal proposito, disponete i funghi su una placca ricoperta con della carta da forno e fate essiccare a circa 45 gradi a forno ventilato, avendo la premura di tenere lo sportello del forno socchiuso in modo da far fuoriuscire tutta l'umidità. Anche in questo caso, è bene rigirarli di tanto in tanto per assicurarsi che i funghi vengano essiccati su ambo i lati.
Se preferite potete passarli al mixer, ed ottenere così, una polvere perfetta per insaporire le vostre ricette.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

10 ricette con i funghi porcini

Grazie alla loro consistenza carnosa, al loro sapore dolciastro ed all'odore molto intenso, i funghi porcini sono ideali per la preparazione di menù succulenti, piatti sfiziosi della tradizione e ricette innovative estremamente delicate. Se li avete...
Consigli di Cucina

Bimby: Come fare la salsa ai funghi porcini

La salsa ai funghi porcini è un condimento estremamente appetitoso e delicato. È utile per condire un piatto di riso, o della pastasciutta. In alternativa, potete servirla come antipasto, spalmandola su croccanti crostini di pane casereccio. In questo...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare i funghi

I funghi costituiscono uno degli ingredienti base della cucina. Le tante varietà poi, permettono preparazioni davvero variegate. Specie nelle zone di collina, o comunque con molte aree verdi e boschi, i funghi porcini fanno da padroni. Ma anche i più...
Consigli di Cucina

5 modi per farcire i funghi

I funghi sono un alimento apprezzato fin dall'antichità e oggi utilizzati in numerosi piatti. Sono ricercati e presenti tutto l'anno sui nostri mercati e ne esistono di tante varietà. Dai porcini ai champignon fino ad utilizzare quelli selvatici. Mentre,...
Consigli di Cucina

Come fare il tocco di funghi

È arrivato l'Autunno e i funghi sono tra i prodotti più consumati tra quelli che ci offre questa stagione. Versatili in cucina, gustosi, profumati e facili da trovare. Tra i tanti piatti che ci permettono di realizzare, c'è anche il tocco di funghi....
Consigli di Cucina

Come trifolare i funghi secchi

Con il verbo "trifolare" si indica un preciso procedimento gastronomico. Si tratta infatti di cuocere in padella degli alimenti, riducendoli a fette sottili e condendoli con aglio, olio e prezzemolo. Come ad esempio le melanzane o, più comunemente, i...
Consigli di Cucina

Consigli per ammorbidire i funghi secchi

Se in un supermercato o in qualche sagra ci capita di acquistare dei funghi secchi, è ovvio che per cucinarli, è necessario farli ammorbidire, in modo da ricavarne tutto il loro sapore senza che diventino eccessivamente sminuzzati. A tale proposito...
Consigli di Cucina

5 sughi con i funghi

Uno dei prodotti più pregiati della cucina mediterranea sono i funghi. Qualunque sia la varietà e qualunque prezzo abbiano, una volta che sono nel piatto di portata, sarà difficile rimanerne delusi.Con i funghi ci sono tantissime ricette da proporre....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.