Gazpacho di frutta estiva

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Gazpacho di frutta estiva
17

Introduzione

Il gazpacho è un tipico piatto spagnolo, la caratteristica, di questo piatto, è quella di servire frutta o verdura frullata rigorosamente crudi, proprio come se fosse una zuppa ma cruda.
Il classico gazpacho è quello di pomodoro, pasto fresco, molto indicato per una cena estiva, ma il gazpacho si può anche preparare con frutta estiva ed essere servito come dolce o in sostituzione della frutta.
Ecco quindi una rapida ricetta per preparare un ottimo gazpacho di frutta estiva.

27

Occorrente

  • Anguria, melone, albicocche, mela, pera, mango
37

Come prima cosa bisogna procurarsi gli ingredienti. Per un ottimo gazpacho è indispensabile utilizzare frutta fresca e non surgelata. Le dosi per quattro persone sono: 600g di anguria, 200g di melone, 100g di albicocche, 100g di mela, 100g di pera e in fine 100g di mango.

47

Iniziate a sbucciare l'anguria, avendo cura di eliminare la parte bianca della buccia, poi tagliatela a dadini cercando di togliere la maggio parte dei semi, se non riuscite a toglierli tutti non ci sono problemi, questo perché la frutta dovrà essere frullata e quindi si frantumerebbero. Sbucciare anche il resto della frutta eliminando i torsolo e i noccioli. Una volta sbucciata la frutta tagliate la a dadini della grandezza di circa mezzo centimetro.

Continua la lettura
57

Frullare l'anguria e ponetela in ciotole abbastanza profonde, preferibilmente tazze simili a quelle da latte o anche piatti fondi da zuppa. A questo punto, potete decidere se frullare il resto della frutta e aggiungerlo all' anguria precedentemente frullata o se semplicemente adagiarlo nella ciotola e versare l'anguria. Potete usare la frutta a dadini anche come guarnizione, avendo cura di farla riposare almeno dieci minuti con un cucchiaio di limone.

67

Per personalizzare, ulteriormente, il vostro gazpacho di frutta estiva, potete aggiungere anche del cocco tritato, conferisce al vostro piatto un gusto più esotico e grazie alla dolcezza naturale del cocco non dovrete aggiunge successivamente dello zucchero, se invece decidere di aggiungere lo zucchero è consigliabile utilizzare dello zucchero di canna, dolcifica molto senza contenere troppe calorie. Se la giornata in cui avete deciso di servire il vostro gazpacho è particolarmente calda, potrete aggiungere qualche cubetto di ghiacchio e magari due o tre foglioline di menta piperita.
Se tra i vostri commensali ci fossero dei bambini, potrete servire loro il gazpacho con una pallina di gelato al limone o alla vaniglia, se invece i commensali sono amanti dei cocktail, potrete aggiungere qualche goccia di vodka.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate riposare il gazpacho per almeno due ore in frigorifero prima di servirlo

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come abbinare la frutta secca

Imparare a combinare gli alimenti in maniera corretta, può cambiare in meglio il nostro rapporto con il cibo. Apprendere i segreti di alcuni abbinamenti di base, è infatti importantissimo per diverse ragioni. In primo luogo poiché ci permette di sperimentare...
Consigli di Cucina

10 modi per utilizzare la frutta secca in cucina

La frutta secca è un ingrediente molto usato in cucina per la preparazione di ricette molto appetitose. Spesso si mangia a colazione, insieme a cereali e frutta fresca oppure essiccata. La frutta secca deve far parte della nostra dieta perché è ricca...
Consigli di Cucina

5 consigli per macerare la frutta

Quando si pensa alla macerazione della frutta torna sicuramente subito alla mente la sangria, la celebre bevanda spagnola a base di frutta e vino rosso. La sangria però non è l'unica ricetta che prevede la macerazione della frutta: esistono anche moltissime...
Consigli di Cucina

Come sciroppare la frutta

La frutta sciroppata è un classico della tradizione domestica. Prepararla non è difficile ma bisogna lavorarla con cura e attenzione. Innanzitutto occorre che la frutta sia fresca e integra. I vasi devono risultare puliti, asciutti, non troppo grandi...
Consigli di Cucina

Come non fare annerire la frutta tagliata

Frutta e verdura sono componenti indispensabili per una buona dieta. Il loro apporto di sali minerali e vitamine è elevato, e si tratta senza dubbio di elementi molto importanti per l'organismo, poiché contribuiscono al suo mantenimento e alla sua protezione....
Consigli di Cucina

Frutta secca: 10 ricete per utilizzarla

Un ingrediente che si può utilizzare per poter realizzare qualsiasi tipo di ricetta è la frutta secca. Quest'ultimo è un alimento ricco di caratteristiche benefiche per l'organismo. Si tratta di frutta essiccata, attraverso un processo che la priva...
Consigli di Cucina

Trucchi per pulire frutta e verdura

Tutta la frutta e la verdura, prima di essere consumata, deve essere lavata accuratamente, per eliminare ogni residuo di pesticidi nocivi alla salute, eventuali insetti, e lo sporco in genere. La frutta e la verdura infatti, durante tutto il processo...
Consigli di Cucina

Girandola di sfoglia con frutta e cacao

Quando la friabilità della pasta sfoglia incontra la dolcezza della frutta e la cremosità del cacao, nasce la girando di sfoglia con frutta e cacao. Una ricetta davvero facile. Per farla ci vuole davvero poco tempo e pochi e semplici ingredienti. Il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.