Gli errori più comuni nel cucinare la pasta

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Spesso e volentieri, la prima cosa che ci viene in mente quando parliamo di "pranzo veloce", è il comunissimo piatto di pasta. Cucinarlo, può sembrare una cosa davvero semplice ma, credetemi, non lo è affatto. Tanto è vero, che ci sono delle regole da seguire e tempi da rispettare, al fine di soddisfare al meglio il nostro palato e non fare brutte figure con gli ospiti. Quindi, in questa lista, cercherò di elencarvi gli errori più comuni nel cucinare la pasta, in modo tale da non ripeterli mai più. Dunque, iniziamo.

26

Scegliere il formato sbagliato

Il primo errore che spesso si commette, è quello di scegliere il formato di pasta sbagliato. Quest'imprecisione infatti, può davvero modificare il risultato finale della nostra ricetta. Ad esempio, se vogliamo cucinare un primo ai frutti di mare, non dobbiamo sognarci, nemmeno lontanamente, di scegliere una pennetta anziché una linguina o uno spaghetto. Questo vale anche per un primo a base di legumi. I migliori formati di pasta saranno sicuramente i ditalini rigati oppure le mezze maniche. Al contrario, col ragù di carne possiamo utilizzare qualsiasi tipo di pasta.

36

Non rispettare i tempi di cottura

Un altro errore abbastanza comune che facciamo quando cuciniamo la pasta. Se la sua confezione riporta un determinato limite di tempo bisogna rispettarlo, e mai andare oltre. Così facendo, eviteremo sicuramente di avere una pasta troppo cotta o collosa. Indi per cui, dobbiamo fare molta attenzione a questo particolare e non trascuralo.

Continua la lettura
46

Aggiungere l'olio nell'acqua

Contrariamente a quello che pensiamo, aggiungere l'olio nell'acqua di cottura, non servirà di certo a separare la pasta. L'unico "condimento" che possiamo aggiungere tranquillamente alla pasta mentre si cuoce è il sale. Quest'ultimo inoltre, va inserito nell'acqua appena comincia a bollire.

56

Usare poca acqua

Usare poca acqua mentre si cuoce della pasta, renderà quest'ultima collosa e immangiabile. Di solito, la giusta quantità d'acqua da versare nella pentola equivale a 1 litro ogni 100 g di pasta. Inoltre, quando gettiamo gli spaghetti nell'acqua e, giustamente, non affondano completamente, evitiamo di spezzarli. Attendiamo circa trenta secondi e poi giriamoli con un cucchiaio di legno, cercando di spingerli verso il basso.

66

Sciacquare la pasta

Ultimo ma non meno importante, questo errore è uno dei più ripetitivi che facciamo quando cuciniamo la pasta. Sciacquare la pasta sotto acqua fredda a fine cottura è sbagliatissimo, poiché fermerà la cottura ed eliminerà l'amido, estremamente importante per far legare la pasta con il condimento. Quindi, la cosa giusta da fare, è quella di scolarla e di rimetterla nella pentola in cui l'abbiamo cotta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come cucinare la pasta alla amatriciana

Cucinare è per chi piace un qualcosa di molto bello e di divertente. Se attendiamo ospiti a pranzo, nulla è meglio del preparargli un gustoso piatto di pasta all' amatriciana utilizzando ingredienti freschi e genuini. In questa guida infatti vedremo...
Primi Piatti

5 modi per cucinare la pasta con il salmone

Molti pensano che stare tra i fornelli in cucina può essere difficoltoso quando non si ha abbastanza dimestichezza a creare un piatto. Se volete sorprendere i vostri ospiti con qualcosa di diverso, sappiate che esistono diversi modi di cucinare la stessa...
Primi Piatti

Come cucinare la pasta in anticipo

La pasta rappresenta, da sempre, uno dei piatti preferiti dagli italiani, divenuto un vero e proprio simbolo del nostro Paese. Sono moltissime le ricette che permettono di portare in tavola un piatto di pasta squisito, ma anche offrire dei semplici rigatoni...
Primi Piatti

Come cucinare la pasta al cartoccio

La pasta è senza ombra di dubbio un "ever green" delle nostre tavole, perfetta sia per una cena elegante che per un pranzo last minute. Variando poi i formati e i condimenti, possiamo dare vita a moltissime ricette diverse tra loro per gusto e profumo....
Primi Piatti

Cucinare gli gnocchi: 10 errori da non fare

Quando non sapete che primo piatto cucinare, avete pochi ingredienti o diversi ospiti, gli gnocchi sono una delle soluzioni più semplici da preparare. Vi serviranno, naturalmente nelle giuste quantità, patate e farina. Ma non basta: ricordatevi che...
Primi Piatti

Come cucinare la pasta col metodo risotto

La pasta con il metodo risotto, o "risottata", è un'originale preparazione che, per chi non l'ha mai provata si rivelerà interessante, tanto da essere riproposta in tante occasioni. Questo primo piatto prevede una lunga cottura, insieme a tutti gli...
Primi Piatti

Come cucinare la pasta al nero di seppia

Come amano affermare i più grandi cuochi del mondo: in cucina bisogna osare. Questa frase può benissimo comprendere la preparazione di pietanze insolite e azzardate, come la pasta al nero di seppia. Purtroppo in commercio questa tipologia di alimento...
Primi Piatti

Come cucinare pasta e fave

Nella tradizione italiana troviamo piatti rustici, dalla preparazione semplice, fatta con pochi ingredienti ma in grado di regalare a chi li assapora un gusto del tutto particolare. Uno di questi è sicuramente la pasta con le fave. Le fave si prestano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.