Gratin di peperoni, formaggio e nocciole

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I peperoni possono essere preparati in vari modi, tra questi c'è la ricetta della cucina napoletana che li fa fare a gratin con formaggio e nocciole, essi sono assai saporiti e con un profumo assai invitante. La differenza che si andrà anche a notare è che sono più leggeri di quelli preparati in padella, inoltre è un piatto che può essere servito freddo e quindi fungere da antipasto. Seguendo questa guida sarà facile capire come riuscire a cucinarli al meglio, prestando attenzione ai vari passaggi.

25

Occorrente

  • 3 peperoni
  • 2 spicchi d'aglio
  • 100 g di olive nere
  • 20 g di capperi
  • 50 g di pangrattato
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • 100 g di formaggio tipo emmental
  • una manciata di nocciole
35

Il primo passaggio che si andrà ad effettuare sarà quello del lavaggio dei peperoni che poi una volta asciugati, andranno su una piastra dove verranno arrostiti, ricordandosi però di girarli su tutti i lati, dando così una cottura omogenea in ogni parte. Successivamente essi andranno inseriti in un recipiente che verrà chiuso da un coperchio così saranno tenuti al caldo al meglio e poi si passerà con lo staccargli la pelle. Essi quando saranno morbidi saranno tagliati in modo da eliminare la parte superiore, i filamenti bianchi ed i semi, poi si passerà a spellarli, meglio se ciò viene fatto sotto l'acqua però, alla fine dovranno essere ridotti a listarelle e messi da parte altrove.

45

Continuando con la preparazione della ricetta culinaria, si provvederà all'eliminazione del nocciolo delle olive, la lavatura dei capperi che andranno anche dissalati, poi si continuerà con la tritatura dell'aglio e delle nocciole. Il formaggio invece andrà tagliato a fettine assai sottili. Sarà poi messo in un filo d'olio in una pirofila per stenderci successivamente i peperoni con aggiunta di altri ingredienti come olive e capperi, oltre al formaggio, all'aglio tritato e alcune nocciole.

Continua la lettura
55

Si utilizzerà il pangrattato per coprire il primo stato, esso avrà l'aggiunta del sale e di olio, a chi piace poi ha anche la variante del pepe macinato. Lo strato successivo invece andrà eseguito come il primo avendo a disposizione le listarelle dei peperoni, mentre lo strato finale dovrà avere i soli peperoni che riceveranno la guarnitura di pangrattato, prima di essere introdotti nel grill e preparati. Il tempo che ci vorrà sarà pari ad una decina di minuti, dove si potrà poi notare la superficie dorata, una volta però fuori essi potranno essere serviti sia a caldo che nella versione tiepida. Se per caso poi si dovesse optare per farlo assaggiare ai commensali il giorno seguente, non ci sono grossi problemi, esso è un piatto che manterrà anche il giorno dopo la sua fragranza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare una gratin dauphinois veloce

Ogni giorno prepariamo da mangiare per la nostra famiglia, ma anche per i nostri amici. Soprattutto quando abbiamo degli ospiti a pranzo o a cena. Tra le ricette che possiamo preparare, quindi tra primi e secondi piatti, troviamo anche i dolci. Il dessert...
Antipasti

Ricetta: patate veloci al gratin

Per una cena all'ultimo minuto perché non lasciarci tentare da una ricetta di grande versatilità e velocità di preparazione come potrebbe essere quella delle patate al gratin. Nonostante la sua apparenza semplice, questa ricetta è in grado di soddisfare...
Antipasti

Come fare le patate al gratin

Le patate al gratin sono una tipica ricetta che ha origine in Francia. Successivamente, data la sua bontà, si è sviluppata in tutto il mondo, acquisendo diverse varianti a seconda delle tradizioni culinarie della zona in questione. La patata, un tubero...
Antipasti

Zucca al gratin

La zucca è un tipico ortaggio autunnale ricco di vitamine. È l'ideale per affrontare al meglio questa stagione fredda, ma non eccessivamente. La zucca si presta molto bene alla preparazione di molteplici ricette: dagli antipasti, ai primi piatti e contorni....
Antipasti

Come preparare i cavolfiori al gratin

Nell'orto invernale sboccia uno degli ortaggi più sorprendenti per bontà e proprietà nutritive. Stiamo parlando del cavolfiore, un vero e proprio elisir di benessere, perfetto per fare il pieno di vitamine e sali minerali. Le innumerevoli virtù nascoste...
Antipasti

Ricetta: asparagi al gratin

Cucinare piatti sempre differenti, al giorno d'oggi, è veramente molto semplice perché potremo trovare con molta facilità tantissime ricette diverse semplicemente effettuando una ricerca su internet. All'interno di queste ricette troveremo non solo...
Antipasti

Come preparare il gratin di patate con mele e camembert

Volete presentare in tavola un piatto insolito a base di mele e patate? Ecco a voi lo squisito gratin di patate con mele e camembert da gustare appena sfornato. Questa specialità contiene solo sei ingredienti genuini e facili da reperire ma il risultato...
Antipasti

Come preparare il gratin di aringhe con patate

Anche una cena estiva last minute può riservare delle inaspettate sorprese! Per portare in tavola tutto il profumo del mare, lasciamoci ispirare da una ricetta semplicissima ma ricca di sapore. Le aringhe al gratin sono una preparazione veloce e molto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.