I 5 migliori cocktail a base di brandy

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il brandy rappresenta una delle bevande alcoliche più conosciute ed apprezzate. Esso infatti può essere utilizzato spesso per la preparazione di freschi e deliziosi cocktail. Nella seguente guida pertanto verranno presentati, in pochi e semplici passaggi, i cinque migliori cocktail che si possono fare a base di brandy.

27

Occorrente

  • brandy,succo d'arancia, curacao e cubetti di ghiaccio
  • brandy, latte, un uovo ed un cucchiaino di sciroppo di zucchero.
  • brandy, un vasetto di yogurt al caffè, alcune gocce di sciroppo di zucchero e un cucchiaino di crema di menta bianca.
  • brandy e crema di menta
  • brandy,ginger ale e scorza di limone
37

East India

Uno dei cocktail più apprezzati ha il nome un po' esotico e si chiama l'East India. Prepararlo è veramente semplice in quanto oltre al brandy avrete bisogno di succo d'arancia, curacao e cubetti di ghiaccio. Prendete uno shaker, versate al suo interno 3\4 di brandy, 1\8 di succo d'arancia, 1\8 di curacao e alcuni cubetti di ghiaccio. Miscelate il tutto e versate negli appositi bicchieri da cocktail. Se amate un gusto più delicato e meno alcolico, diminuite la percentuale di brandy e aumentate quella di succo d'arancia. Il succo d'arancia può essere sostituito con il succo di pompelmo.

47

Eggnog

Una bevanda molto apprezzata nei territori anglosassoni, soprattutto durante periodo natalizio, è l'Eggnog: per prepararlo si utilizza il 70% di brandy, il 30% di latte, un uovo ed un cucchiaino di sciroppo di zucchero. Tutti questi ingredienti, insieme ad alcuni cubetti di ghiaccio, devono essere agitati in uno shaker. Prima di servire il drink, si può aggiungere un po' di noce moscata come decorazione.

Continua la lettura
57

Lady Lake

Un cocktail dal sapore delicato e a basso contenuto alcolico è il Lady Lake. Per preparalo occorrono: 3 cl di brandy, un vasetto di yogurt al caffè, alcune gocce di sciroppo di zucchero e un cucchiaino di crema di menta bianca. Mescolate tutti gli ingredienti insieme a del ghiaccio tritato, versate negli appositi bicchieri e decorate con foglie di menta fresca.

67

Stinger

Lo Stinger è uno dei cocktail più classici e semplici da realizzare. Nonostante ciò continua ad essere estremamente apprezzato per il suo sapore fresco e per il gusto delizioso. Per preparare questo cocktail occorre solamente un po' di brandy e della semplice crema di menta. I due ingredienti vanno miscelati bene ed energicamente e poi versati ben amalgamati in un bicchiere.

77

Horse's Neck

Un long drink estremamente diffuso si chiama Horse's Neck. Per questo cocktail vengono utilizzati tipicamente 4 cl di brandy e 11 cl di ginger ale, ma se preferite potete aggiungere anche qualche goccia di angostura. Per prepararlo versate gli ingredienti direttamente nel bicchiere con alcuni cubetti di ghiaccio, mescolate delicatamente e decorate il tutto con una spirale di scorza di limone.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

I migliori cocktail per l'estate

I cocktail sono delle bevande ghiacciate ricche di tantissimi sapori ed adatte sia per l'inverno che per l'estate. Esistono moltissimi tipi di cocktail, alcolici, analcolici, ma anche aromatici. Tramite questo tutorial vi spiegheremo quali sono i migliori...
Vino e Alcolici

I 5 migliori cocktail a base di vodka

La vodka costituisce una bevanda alcolica originaria probabilmente della Russia o della Polonia. Questa bevanda può essere bevuta da sola ma si adatta bene anche alla realizzazione di numerosi cocktail piuttosto apprezzati. In questa guida pertanto verranno...
Vino e Alcolici

I migliori cocktail con il Malibù

Il Malibù è uno dei liquori più noti al mondo utilizzato nella preparazione di tantissimi cocktail tra cui, di gran lunga il più famoso, è il classico cocktail Malibù e Cola. Il suo gusto dolce e l'odore inconfondibile del cocco, ricordano inconfondibilmente...
Vino e Alcolici

I migliori cocktail da aperitivo

Attualmente, l'aperitivo rappresenta un appuntamento fisso successivo all'uscita dal posto di lavoro o semplicemente un rito di incontro con gli amici confidenziali, il quale aiuta molto a spezzare e accantonare temporaneamente lo stress accumulato durante...
Vino e Alcolici

I 5 migliori cocktail a base di gin

Il gin è ormai noto in tutto il mondo come ingrediente fondamentale di molti cocktail famosi. Sebbene sia nato in Inghilterra, il successo dello gin risiede in Olanda, infatti è in queste regioni che è stato usato per la prima volta come aromatizzatore...
Vino e Alcolici

5 cocktail con il mango

Molti di noi dopo una stressante settimana di lavoro, amano uscire nel fine settimana. Se siamo giovani, sicuramente i luoghi più frequentati sono le discoteche, pub e luoghi all'aperto. Luoghi in cui possiamo ballare ma anche bere un buon cocktail....
Vino e Alcolici

Come servire e accompagnare il brandy

Al termine di una gustosa e saporita cena in compagnia, non c'è nulla di meglio che accomodarsi in salotto e sorseggiare insieme ai propri amici un drink o un amaro. Esiste un vero e proprio galateo che prevede che agli uomini vengano offerti alcolici...
Vino e Alcolici

Come preparare il cocktail Sidecar

Il cocktail Sidecar è uno short drink nato in Francia intorno agli 30 e divenuto famoso subito dopo la fine della seconda guerra mondiale grazie all' Harry's Bar di Parigi. A base di Cognac, un liquore di cui si faceva gran uso all'epoca, il Sidecar...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.