I 5 migliori cocktail a base di rum

Tramite: O2O 12/05/2018
Difficoltà: media
19

Introduzione

I 5 migliori cocktail a base di rum

Quando si esce con gli amici, per inaugurare il weekend generalmente si brinda con un buon cocktail. Gli amanti delle bevande alcoliche hanno una vasta gamma di opzioni tra le quali scegliere. Coloro che preferiscono invece gustare drink analcolici hanno un campo di scelta più ridotto. Pensando ai cocktail contenenti alcool, è possibile trovare numerose ricette valide. Ciascuna di esse prevede l'impiego di un ingrediente principale, ovvero il rum. Ogni cocktail si prepara in maniera diversa, adoperando talvolta lo shaker. Quanto alla presentazione esistono varie tipologie di bicchiere, a seconda della gradazione alcolica desiderata. Nella presente guida verranno presentati i 5 migliori cocktail a base di rum. Alcuni si possono realizzare direttamente in casa, mentre la preparazione degli altri richiede un'esperienza minima come bartender.

29

Occorrente

  • Cubetti di ghiaccio
  • Rum bianco
  • Sciroppo di zucchero
  • Succo di limone o lime
  • Crema alla banana
  • Banana
  • Rum della Giamaica
  • Succo all'arancia
  • Angostura
  • Zucchero a velo
  • Scotch whisky Old Smuggle
  • Rum Palo Anejo Estelar Pampero
  • Vermouth Cinzano rosso
  • Apricot Cointreau
  • Rum Havana Club
  • Amaro Averna
  • Apricot brandy
  • Vermouth classico
  • Spumante Gancia brut
  • Gocce di scorza d'arancia
39

Daiquiri

Uno dei più gustosi cocktail a base di rum è sicuramente il Daiquiri, un aperitivo da servire per occasioni o feste speciali. Innanzitutto è necessario procurarsi uno shaker e riempirlo con alcuni cubetti di ghiaccio. Dopodiché bisogna aggiungere 3/4 di rum bianco, 3 gocce di sciroppo di zucchero ed 1/4 di succo di limone filtrato tramite un colino o setaccio. Esiste comunque una versione leggermente differente rispetto al cocktail Daiquiri, meno alcolica e più dissetante. Precisamente il rum bianco ed il succo di limone si possono diluire con l'acqua minerale frizzante o naturale e servirlo all'interno di un flûte.

49

Banana Daiquiri

Un secondo cocktail da provare viene denominato Banana Daiquiri. In questo caso, gli ingredienti occorrenti andranno frullati nel mixer. Precisamente bisogna adoperare 6/10 di rum bianco, 3/10 di crema alla banana, 1/10 di succo di limone o lime e mezza banana. Il mixer andrà fatto lavorare alla massima velocità. Nel corso della frullatura, occorre versare i cubetti di ghiaccio triturati. Dopodiché è possibile servire il cocktail, decorandolo ad esempio tramite fettine realizzate con l'altra metà della banana. Per consumarlo nel bicchiere a forma di calice, si consiglia di posizionare 2 cannucce nere.

Continua la lettura
59

Planter's Punch

Un terzo cocktail a base di rum prende il nome di Planter's Punch, i cui ingredienti necessari vanno messi all'interno dello shaker. Precisamente occorre riempire tale strumento con il rum della Giamaica per metà ed il succo all'arancia per la restante metà. Aggiungere poi 5 gocce di succo di limone, i cubetti di ghiaccio, 2 gocce di Angostura ed 1 cucchiaino di zucchero a velo. Una volta agitato il tutto, filtrare il Planter's Punch nelle coppette da cocktail raffreddate in precedenza. Come decorazione si possono collocare alcuni cubi di ananas, delle rondelle di banana ed un pochino di scorza d'arancia.

69

Amba

Un quarto cocktail a base di rum viene chiamato Amba, per il quale occorre impiegare il mixing-glass. Ai cubetti di ghiaccio bisogna mescolare innanzitutto 4/10 di scotch whisky Old Smuggle e 3/10 di rum Palo Anejo Estelar Pampero. Aggiungere poi 2/10 di vermouth Cinzano rosso ed 1/10 di Apricot Cointreau. Dopodiché occorre shakerare tutti gli ingredienti e versarli all'interno delle coppette da cocktail. Quale guarnizione è possibile collocare una ciliegia al maraschino ed una spirale di scorza di limone.

79

Elisa

Il quinto cocktail a base di rum suggerito prende il nome di Elisa. All'interno del mixing-glass è necessario aggiungere innanzitutto il rum Havana Club per metà ed 1/8 di amaro Averna. Dopodiché andranno versati 1/8 di Apricot brandy ed 1/8 di vermouth classico. A questo punto occorre concludere la preparazione mettendo 1/8 di spumante Gancia brut e qualche cubetto di ghiaccio. Successivamente bisogna agitare il tutto e filtrarlo all'interno di vari flûte. Spruzzare infine alcune gocce di scorza d'arancia e decorare il cocktail tramite una ciliegia.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzare gli ingredienti nelle giuste proporzioni.
  • Per i cocktail più complicati da realizzare in casa è meglio avere esperienze pregresse come bartender.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

I migliori cocktail per l'estate

I cocktail sono delle bevande ghiacciate ricche di tantissimi sapori ed adatte sia per l'inverno che per l'estate. Esistono moltissimi tipi di cocktail, alcolici, analcolici, ma anche aromatici. Tramite questo tutorial vi spiegheremo quali sono i migliori...
Vino e Alcolici

I migliori cocktail con il Malibù

Il Malibù è uno dei liquori più noti al mondo utilizzato nella preparazione di tantissimi cocktail tra cui, di gran lunga il più famoso, è il classico cocktail Malibù e Cola. Il suo gusto dolce e l'odore inconfondibile del cocco, ricordano inconfondibilmente...
Vino e Alcolici

I migliori cocktail da aperitivo

Attualmente, l'aperitivo rappresenta un appuntamento fisso successivo all'uscita dal posto di lavoro o semplicemente un rito di incontro con gli amici confidenziali, il quale aiuta molto a spezzare e accantonare temporaneamente lo stress accumulato durante...
Vino e Alcolici

I 5 migliori cocktail a base di vodka

La vodka costituisce una bevanda alcolica originaria probabilmente della Russia o della Polonia. Questa bevanda le persone la consumano solitamente da sola ma si adatta bene anche alla realizzazione di numerosi cocktail piuttosto apprezzati. In questa...
Vino e Alcolici

I 5 migliori cocktail a base di brandy

Il brandy rappresenta una delle bevande alcoliche più conosciute ed apprezzate. Esso infatti può essere utilizzato spesso per la preparazione di freschi e deliziosi cocktail. Nella seguente guida pertanto verranno presentati, in pochi e semplici passaggi,...
Vino e Alcolici

I 5 migliori cocktail a base di gin

Il gin è ormai noto in tutto il mondo come ingrediente fondamentale di molti cocktail famosi. Sebbene sia nato in Inghilterra, il successo dello gin risiede in Olanda, infatti è in queste regioni che è stato usato per la prima volta come aromatizzatore...
Vino e Alcolici

5 cocktail con il mango

Molti di noi dopo una stressante settimana di lavoro, amano uscire nel fine settimana. Se siamo giovani, sicuramente i luoghi più frequentati sono le discoteche, pub e luoghi all'aperto. Luoghi in cui possiamo ballare ma anche bere un buon cocktail....
Vino e Alcolici

5 cocktail a base di cocco

Avete sempre adorato i frutti esotici ma non avete idea di come realizzare un cocktail godendo delle loro proprietà nutritive e afrodisiache?! Se avete voglia di realizzare un cocktail a base di cocco, seguiteci alla scoperta dei 5 cocktail a base di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.