I migliori dolci di Carnevale

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il Carnevale è la festa più apprezzata dai bambini sia perché si possono vestire in maschera e partecipare alle varie feste che vengono organizzate, sia per tutti i dolci golosi che vengono preparati in questa occasione. Tutte le Regioni d'Italia hanno delle ricette tipiche. Nella seguente guida vi suggeriremo i migliori dolci di Carnevale, indicandovi una ricetta tipica del Nord Italia, una del Sud Italia e una del Centro Italia.

24

Chiacchiere

Partiamo subito con la ricetta relativa al Centro Italia, più esattamente dalla Regione dell'Umbria con le celeberrime chiacchiere di Carnevale. Dovrete mettere in una terrina tutti quanti gli ingredienti, che sono burro, uova, vaniglia, farina, zucchero, sale, però non il vino. Continuate poi ad impastare con le mani. Adesso dovrete aggiungere il vino a filo, in modo lento, fino a quando vedrete formato un panetto. Lasciatelo riposare per qualche ora avvolto nella pellicola e poi dovrete stenderlo col mattarello. Fate delle strisce sottili, poi passatele nell'olio per friggere fino alla doratura. Per terminare dovrete cospargere di zucchero a velo poi servire fredde.

34

Cannoli

La ricetta che viene invece fatta al Sud è la proposta dei cannoli tradizionali, che vengono si mangiati durante tutto l'anno ma maggiormente vengono gustati a Carnevale. Dovrete impastare lo zucchero, lo strutto, il sale e poi a seguire dovrete aggiungere gli altri ingredienti. Continuate lavorando finché non otterrete una pasta vellutata e liscia. Una volta che avrete fatto riposare il panetto nel frigorifero, dovrete stendere col matterello una pasta abbastanza sottile. A questo punto dovrete tagliare la pasta a forma di quadrati e poi potrete avvolgere gli stessi in cilindri di metallo. Ora dovrete chiudere i bordi da sovrapporre con albume sbattuto, poi dovrete friggerli con olio di arachidi. Adesso li potrete scolare sopra ad una carta da cucina, e quando saranno freddi, potrete riempirli con ricotta di pecora impastata con lo zucchero. Inserite il tutto nei cannoli e decorate con pistacchio triturato.

Continua la lettura
44

Frittole

Vediamo la ricetta del Nord Italia. Precisiamo che essa proviene da Venezia: parliamo delle celeberrime frittelle o chiamate anche frittole. Sono composte da un impasto formato da latte, uova, zucchero e farina. Le quantità potranno essere relative: dovrà formare un corposo impasto ed anche liscio. Ora dovrete aggiungere all'impasto un pizzico di sale, uvetta, lievito di birra, mele grattugiate e limone. Quando avrete fatto l'impasto per bene, dovrete mettere in frigorifero a riposare, poi lo potrete dividere in palline, ed iniziare a friggere in olio di semi. Una volta terminata la cottura, potrete cospargerle di zucchero a velo e servirle ancora calde.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

10 dolci fritti per Carnevale

Le prime cose che vengono in mente quando si parla di Carnevale sono le maschere, i coriandoli e le frittelle. Questo è infatti il momento più goloso dell'anno poiché in ogni regione è consuetudine gustare le prelibatezze tipiche di questo periodo....
Dolci

5 ricette per dolci di carnevale senza glutine

Il freddo grigiore invernale sembra fermarsi un momento quando il periodo di Carnevale irrompe con i suoi colori vivaci! Coriandoli, maschere e musica rallegrano l'uggioso panorama, regalandoci una ventata giocosa e spensierata. Carnevale è anche il...
Dolci

Come fare i dolci di Carnevale: frappe, castagnole e krapfen

I dolci tipici di Carnevale sono le frappe, le castagnole e i krapfen; infatti, sono molto gettonati in questo periodo e ne possiamo trovare moltissimi nei bar, nelle pasticcerie, nei panifici e nei supermercati. Tuttavia è importante sapere che con...
Dolci

I dolci regionali da gustare a Carnevale

Da nord a sud la tradizione carnevalesca pullula di maschere e coriandoli, ma soprattutto di dolci golosi, sia fritti che al forno. Ogni città propone prelibatezze tipiche, spesso identificative di tutta la regione. Si tratta di dolci antichi, tramandati...
Dolci

Come fare i ravioli dolci di Carnevale

La festa che è amata tantissimo da tutti i bambini è sicuramente il Carnevale in quanto essi si possono divertire con i travestimenti. Il Carnevale però è anche la festa della buona tavola; infatti, in questo periodo vengono realizzati moltissimi...
Dolci

Ricetta: maschere dolci di Carnevale

Con l’arrivo del Carnevale si ricorre nuovamente ai fornelli per deliziare i palati di grandi e piccini. Ma questa è più la festa dei bambini, dove si fanno dolci preparati artisticamente, come ad esempio le maschere di carnevale. Ebbene poterle realizzare...
Dolci

Chiacchiere: come si preparano i dolci di Carnevale

Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come è possibile preparare i dolci di Carnevale: le chiacchiere. Sono dei dolci abbastanza conosciuti, buonissimi, leggeri, facili da preparare e graditi...
Dolci

5 dolci di Carnevale

Il Carnevale, come molte altre occasioni di festa, lascia molto spazio alla fantasia in cucina. In particolare, questa ricorrenza è particolarmente rinomata per i dolci; ogni regione ha le sue specialità che si caratterizzano per la loro bontà. Nella...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.