Le varianti del Moscow Mule

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il Moscow Mule è uno dei pilastri del bere miscelato. Ha origine in un bar di Los Angeles gestito da due imprenditori ma fu creato da John G. Martin intento a pubblicizzare la propria azienda Smirnoff, produttrice di vodka (poco utilizzata negli Stati Uniti) e Jack Morgan, proprietario di un rinomato locale di Hollywood che, invece, vuole promuovere la sua produzione di Ginger Beer. I due hanno la geniale idea di unire le due bevande ottenendo uno dei drink di maggiore successo a livello mondiale. La particolarità della tazza di rame risiede nel tipo di materiale il quale pare essere un ottimo conduttore per cui la tazza si rinfresca rapidamente. La ricetta originale prevede vodka, ginger beer, succo di lime e una fettina di lime come guarnizione. Esistono comunque alcune varianti del Moscow Mule. Eccone alcune.

27

MOSCOW MULE RUSSO

Come molti non sanno, l'uso del cetriolo non rientra nella ricetta originale del cocktail. Con ogni probabilità è una variante russa poiché è tradizione stuzzicare quel tipo di alimento, solitamente in salamoia, negli antipasti o nell'aperitivo accompagnato da un bicchiere vodka o dei chupiti della stessa.

37

MEXICAN BURRO

È una variante del Moscow Mule probabilmente originaria del Messico in quanto viene sostituita la vodka dalla tequila, tipico distillato messicano della località di Tequila da cii ne prende il nome. Lo conferma, inoltre, la traduzione della parola spagnola "burro" che in italiano significa "mulo" (mule).

Continua la lettura
47

KENTUCKY MULE

Un'altra variante del Moscow Mule anch'essa utilizzata come long drink estivo rinfrescante è il Kentucky Mule. Viene sostituita la vodka col whisky. Preferibilmente di provenienza kentuckyana. Citandone uno, probabilmente il più usato, è il Maker's Mark.

57

GINGIN MULE

Il GinGin Mule è un cocktail originario inglese nel quale, al posto della vodka della ricetta originale viene utilizzato il gin che si sposa perfettamente con il sapore dello zenzero. Normalmente viene usato il Tanqueray London Dry che ha un gusto decisamente più forte e aromatico rispetto alla vodka. In aggiunta, come guarnizione, un ciuffetto di menta dona al drink una freschezza ulteriore. Purtroppo gode di poca fama, forse per la sua recente scoperta.

67

DARK AND STORMY

È il cockail ufficiale delle Bermuda, e non a caso la sua traduzione in italiano è "scuro e tempestoso". Forse vuole riprendere la famosa leggenda del paese..... La ricetta è semplice: alla vodka va sostituito il rum. Ovviamente è d'obbligo l'uso dell'originale Gosling's Black Seal Rum's. Il rum scuro ha un gusto corposo e da un sapore piacevolissimo al drink.  

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come servire un Moscow Mule

Rinfrescante, dissetante, dall'interessante retrogusto intenso e piccante dato dallo zenzero: il Moscow Mule è uno dei più richiesti cocktail dell'estate 2017, nonostante sia uno dei più classici di sempre. Ma non basta saper scegliere gli ingredienti...
Vino e Alcolici

Cocktails per una serata etnica

In questa guida proporremo diversi cocktails per una fresca serata etnica. I cocktails sono un modo semplice e divertente per stupire i vostri ospiti poiché sono facili da preparare e, se, ben equilibrati rappresentano il modo migliore per scaldare l'animo...
Vino e Alcolici

I 10 cocktails più bevuti nel mondo

I cocktails sono delle bevande aromatizzate, composte da elementi ben equilibrati fra di loro. Possono essere alcolici o analcolici, a seconda della presenza o meno di ingredienti a base di alcol. La storia dei cocktails è piuttosto antica, ma la prima...
Vino e Alcolici

5 Cocktail con zenzero

I cocktail sono bevande formate da una miscela di più ingredienti. Solitamente si distinguono in cocktail alcolici e cocktail analcolici; mentre alcuni sono consigliati aperitivi, altri sono considerati dei cocktail after dinner, cioè da consumare dopo...
Vino e Alcolici

Come preparare un mojito al lampone

D'estate con il caldo non c'è rimedio migliore se non un bel mojito fresco e dissetante. Il mojito è nella su ricetta originale, un cocktail che vede l'utilizzo di rum, zucchero di canna, succo di limetta e acqua gassata. Le sue origine sono incerte,...
Vino e Alcolici

Come preparare il bombardino

Il bombardino è una bevanda alcolica che ha origine in Lombardia, ma che con il tempo si è diffusa sempre di più in Italia, soprattutto nei paesi sciistici. Grazie alla calda temperatura con il quale viene servito e alla gradazione alcolica, il bombardino...
Vino e Alcolici

Ricetta: margarita al mango e papaya

Se volete festeggiare il "Cinco de Mayo" con i vostri amici messicani, o semplicemente sorseggiare un buon cocktail nella vostra città chiudendo gli occhi ed immaginando di essere sdraiati con il sole in faccia su una candida spiaggia davanti ad un mare...
Vino e Alcolici

Come preparare lo zabaione al cioccolato

Che sia per merenda o come fine pasto, lo zabaione è davvero molto amato dagli italiani. La sua facilità e velocità di preparazione lo rende poi perfetto per qualsiasi occasione e per qualsiasi pasticcere, da quelli provetti a quelli alle prime armi....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.