Lievito madre: come rinfrescarlo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per poter preparare alcuni tipi di alimenti, come pane, pizza o simili, è necessario utilizzare il lievito. Esso è facilmente reperibile in qualsiasi supermercato, ma è possibile realizzarlo anche per conto proprio e con elementi naturali e genuini.
Il lievito madre è una preparazione base che serve in cucina, per realizzare diversi tipi di lievitati, sia dolci che salati, come il pane, la pasta per la pizza, ciambelle e via dicendo. La preparazione del lievito madre, non è molto facile, non tanto per la sua ricetta iniziale, quanto per il suo mantenimento. Esso, infatti deve essere vivo e attivo, producendo fermenti lattici e batteri, responsabili della lievitazione. Per mantenerlo vivo, bisogna rinfrescarlo aggiungendo di tanto in tanto farina e acqua. I metodi utilizzati per questa procedura, sono diversi. Ecco come rinfrescare il lievito madre, attraverso pochi e semplici passaggi vi daremo utili indicazioni che vi faciliteranno il compito. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • Per il lievito madre iniziale: 200 gr di farina, 100 ml di acqua e un cucchiaino di miele.
  • Acqua e farina per i vari rinfreschi.
  • Barattoli di vetro per la conservazione.
36

Ricetta del lievito madre

Innanzitutto, per coloro che non conoscessero la ricetta del lievito madre, ecco come prepararlo.
Impastate la farina, l'acqua e il miele, fino ad ottenere un composto omogeneo. Mettete a lievitare l'impasto in una ciotola per tre giorni.
Dopo prelevate solo 100 gr. Di questo impasto e aggiungetevi ancora 200 gr. Di farina e 100 ml di acqua. Impastate nuovamente e fatelo riposare per 24 ore. Ripetete questa operazione ogni giorno per 4 giorni. Quindi aumentate i rinfreschi per due volte al giorno. Quando l'impasto raddoppierà il suo volume nel giro di poche ore, sarà pronto e farà odore di lievito. Trasferitelo quindi in un barattolo di vetro e conservatelo in frigo, in cui si manterrà più a lungo.

46

Tipi di utilizzo del lievito madre

Quando il lievito madre è diventato tale, potrete rinfrescarlo anche una volta alla settimana. Dipende naturalmente dagli utilizzi che ne dovete fare. Ma se dimenticate di farlo, esso morirà e sarete costretti a buttarlo. Se non utilizzate spesso il lievito madre rinfrescatelo una volta alla settimana.
Togliete dal frigo il barattolo lasciandolo chiuso per circa mezz'ora. In questo modo il lievito madre riprenderà la temperatura ambiente.

Continua la lettura
56

Proporzioni per un utilizzo ottimale

Le proporzioni da utilizzare cambiano in base alla quantità di lievito madre che desiderate rinfrescare. Quindi vedrete un esempio di dosi, che potrete aumentare a vostro piacimento.
Prendete dal barattolo circa 250 gr. Di lievito madre e aggiungetevi 250 gr. Di farina e 125 gr. Di acqua. Mescolate e poi impastate il composto fino a che diventi omogeneo e compatto.
A questo punto, se dovete utilizzarlo per preparare dei lievitati, mettete quello che vi serve in una ciotola e, fatelo lievitare fino al raddoppio. Se invece non lo userete rimettetelo nel barattolo. Lasciatelo attivare per mezz'ora e poi riponetelo nuovamente in frigo. Ripetete il rinfresco ogni settimana e ogni qual volta che dovrete utilizzarlo per le vostre ricette.
Rinfrescare il lievito madre è importante per poterlo utilizzare anche in seguito e non sprecarlo. Se non sapete bene come fare, non preoccupatevi, perché i consigli di questa guida faranno esattamente al caso vostro. Oltre ad imparare come realizzarlo, imparerete anche a mantenerlo. Potrete riutilizzarlo senza problemi la prossima volta che vi servirà. Vi auguro quindi buon lavoro.
A presto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La farina da utilizzare è quella manitoba, ma dipende anche dal tipo d'impasti che volete fare. In genere bisogna usare sempre lo stesso tipo di farina. Quindi se i vostri impasti sono realizzati con la farina 00, potrete usare anche quella.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come sostituire il lievito in polvere nelle ricette

Il lievito è un ingrediente presente frequentemente nella maggior parte delle ricette. Tuttavia ci sono tantissime persone che al giorno d'oggi ne sono intolleranti e non possono quindi farne uso. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi...
Consigli di Cucina

Lievito di birra: vantaggi e svantaggi dell'utilizzo

L'utilizzo del lievito di birra in cucina trova molti impieghi, non solo nei panificati e nelle pizze, ma anche in alcuni dolci che, per avere una consistenza dolce e soffice, lo prediligono come ingrediente base. Il lievito è in realtà formato da un...
Consigli di Cucina

Come preparare i taralli con la pasta madre

I taralli sono pietanza tipica di una regione del sud Italia, ovvero la Puglia. Le versioni più canoniche dei taralli sono salate e sono condite con del peperoncino o dei semi di finocchio. In questa guida vedremo proprio come poter preparare i taralli...
Consigli di Cucina

Ricette senza lievito: 5 ricette dolci

I dolci, una tentazione continua per i golosi. Molti di essi contengono, tuttavia, il lievito e non sono proprio adatti a tutti. Di seguito conoscerete ben 5 ricette dolci senza lievito, selezionate con cura tra una vasta scelta e sviluppate per chi è...
Consigli di Cucina

Come fare il lievito istantaneo per dolci in casa

Per chi ama la cucina naturale è molto importante evitare gli ingredienti più chimici e affidarsi a cose più semplici. Molti di noi hanno sostituito diversi ingredienti che ci permettono di avvicinarci di più alla natura e alla cucina genuina. C'è...
Consigli di Cucina

5 lieviti alternativi da fare in casa

Moltissime delle ricette create in cucina, vengono preparate grazie all'utilizzo dei lieviti. Il lievito in cucina serve a far gonfiare determinati alimenti come dolci, pane, pizza e tutti i prodotti da forno come biscotti, torte, muffin, ecc.. Grazie...
Consigli di Cucina

Come capire i tempi di lievitazione

Per chi ama cucinare ed impastare la lievitazione è sempre stato un taboo. Pasta, pane e tanto altro sono alimenti davvero unico nel loro genere e non riusciamo a fare a meno. Il pane è considerato il lavoro per eccellenza dell'uomo lavoratore ma quando...
Consigli di Cucina

5 consigli sull'uso del cremor tartaro

Il cremor tartaro è un tipo di lievito che viene utilizzato sia nell'ambito della cucina che non. Grazie alle sue innumerevoli proprietà infatti, il cremor tartaro non dovrebbe mai mancare nelle nostre dispense. Trovarlo in commercio è piuttosto facile,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.