Minestra al pomodoro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La minestra al pomodoro è una ricetta dei nostri nonni che fa venire l'acquolina in bocca anche solo a nominarla. Si tratta di un piatto semplice e saporito, facile da preparare in pochi minuti e che lascia sempre soddisfatti. Ogni regione ha le sue varianti, e ci si può sbizzarrire nella scelta dell'ingrediente principe, il pomodoro. Una ricetta da fare in estate, ma che anche nel freddo dell'inverno è piacevole da mettere in tavola. Vediamo come si fa a fare la minestra al pomodoro.

26

Occorrente

  • Pomodori 300g, capellini all'uovo 250g, 1 cipollotto, origano, basilico o prezzemolo, acqua, sale olio EVO
36

Come scegliere i pomodori

In quanto ingredienti principali della pasta al pomodoro, dobbiamo definire un buon criterio per la scelta della varietà più adatta di questo ortaggio. Innanzitutto, regola che vale per tutte le varietà, l'importante è scegliere frutti carnosi e ben maturi, perché devono arricchire la pasta col loro profumo, ma si deve al tempo stesso optare per varietà dal sapore leggermente acidulo. Una buona scelta sono i pizzutelli campani, anche se vanno bene anche san Marzano e o datterini. Meno indicato il cuore di bue. In caso si può aggiungere anche una strizzata di limone, se ci piace il sapore acido ben pronunciato.

46

Preparazione dei pomodori

Dopo aver lavato per bene i pomodori per eliminare ogni traccia di antiparassitari e di terra, si provvede a tagliarli a dadini piuttosto piccoli. Pulire per bene il cipollotto e tagliarlo in pezzi piccolissimi da mettere poi a rosolare nell'olio EVO con il sale, stando attenti a tenere il fuoco basso per non eccedere nella cottura. Quando la cipolla si è ben dorata si aggiunge tutto il pomodoro e si fa appassire in padella con un bicchiere d'acqua, per circa 10 minuti. A fine preparazione si devono aggiungere le foglie di basilico oppure di prezzemolo, a scelta, e l'origano. Si allunga il tutto con un bicchiere o due d'acqua e si lascia per una ventina di minuti a cuocere. Importante è che il pomodoro non ritiri troppo per questa preparazione.

Continua la lettura
56

Aggiungere la pasta

La peculiarità di questa minestra sta nel fatto che la pasta si aggiunge cruda al sugo e si lascia a cuocere, dopo aver aggiunto acqua a sufficienza per il tempo riportato sulla confezione. Sicuramente non si tratta di una cottura al dente, quella che ricerchiamo, ma è sempre bene evitare di eccedere nei tempi per evitare di ritrovarci una poltiglia, quindi si consiglia di tener sott'occhio la cottura e di assaggiare quando si pensa che possa esser cotta. La pasta al pomodoro si serve senza aver eliminato completamente l'acqua di cottura, aggiungendo un po' d'olio EVO a caldo. Il galateo lo vieterebbe, ma la scarpetta finale è d'obbligo!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Servire acquosa

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: minestra di castagne

La minestra è generalmente un'ottima soluzione per chi ama mangiare senza appesantirsi, ma allo stesso tempo senza rinunciare alla fantasia ed alla varietà. La minestra al giorno d'oggi è un piatto molto meno utilizzato rispetto al passato, ma che...
Primi Piatti

Come cucinare la pappa al pomodoro

"Viva la pappa col pomodoro!" cantava Rita Pavone nel 1965, e dopo 50 anni possiamo ancora confermare quanto sia vero. La pappa al pomodoro è una pietanza "povera" della cucina toscana, preparata dai contadini della zona utilizzando gli ingredienti che...
Primi Piatti

Ricetta: minestra di cereali e cavolo

Le minestre, povere ma ricche di nutrienti, sono uno dei piatti più amati per riscaldare le fredde sere invernali. Gustose e saporite, sono un piatto completo e altamente saziante. Inoltre, se lasciate intiepidire, sono ottime anche da gustare nei periodi...
Primi Piatti

Come preparare la minestra di broccoli e arzilla

Siete in pieno inverno e volete preparare un piatto semplice, riscaldante e gustoso? La minestra di broccoli e arzilla è l'ideale per accontentare tutti i vostri ospiti infreddoliti. Di derivazione romana, si tratta di una ricetta facile e veloce a base...
Primi Piatti

Ricetta: minestra di fagioli con le cozze

Una pietanza nutrizionalmente completa è quella che descriveremo nei passi a seguire: la minestra di fagioli con le cozze. Inoltre l'accostamento dei legumi con i molluschi renderà il piatto molto saporito. E si potrà servire come piatto unico. Si...
Primi Piatti

Ricetta: minestra di riso con porri e patate

La minestra è uno dei primi piatti più piacevoli da consumare soprattutto nei periodi invernali, quando le temperature tendono ad abbassarsi. Infatti, non esiste nulla di più sostanzioso e ricco di proteine vegetali di una calda e deliziosa minestra....
Primi Piatti

Ricetta: minestra di zucca porri e patate

La minestra è un'ottima soluzione per accontentare tutti a tavola, durante la stagione fredda. È un piatto che riscontra molti consensi e si può preparare in mille modi. Si passa all'accostamento con ortaggi, i legumi e le verdure di ogni genere. Tutto...
Primi Piatti

Come preparare la minestra di piselli

La minestra di piselli è una di quelle pietanze che si consumano principalmente durante le fredde serate invernali. Si tratta di una ricetta davvero semplice da preparare e molto economica. Grazie alla presenza delle verdure, questa pietanza fornisce...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.