Pane integrale con pasta madre: come farlo

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Ultimamente il pane integrale è sempre più richiesto al posto di quello bianco. Infatti, esso è genuino, saporito, ricco di sali minerali, vitamine e tante fibre. Se poi viene fatto con la pasta madre è anche più naturale; questo tipo di lievito sostituisce gli agenti lievitanti e rende i cibi più digeribili. Preparare il pane integrale a casa può sembrare difficile, ma in realtà è molto semplice e dà ottimi risultati. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli su come fare il pane integrale con la pasta madre.

24

La fase di preparazione

Nella fase di preparazione del pane bisogna setacciare le 2 farine per far prendere aria; in questo modo si facilita la fase dell'impasto e si controlla se c'è qualche animaletto nel pacchetto di farina.
Poi, si forma una fontana ed al centro si mette la pasta madre, sale, olio e acqua. Il pane va lavorato per circa 10 minuti. Adesso si mette in una ciotola, si copre con un canovaccio di cotone oppure uno strato di pellicola e si lascia l'impasto a riposo vicino ad una fonte di calore per farlo lievitare. Dopo circa 2 ore si deve controllare il volume dell'impasto; poi, si lavora a mano e si deve ripiegare su se stesso. Si lascia lievitare ancora per 2/3 ore per far raddoppiare il volume.

34

La pasta madre

Ma non dimenticate che la sera prima bisogna cominciare a fare la pasta madre. Si devono mescolare la farina, l'acqua ed il miele; così facendo si ottiene un impasto omogeneo che deve essere lavorato fino a quando non si ha una palla liscia senza grumi. Poi, si mette in una ciotola, si copre con un panno e si lascia lievitare per almeno 2 giorni. Dopo questo periodo di tempo si deve rinfrescare la pasta madre, cioè bisogna aggiungere all'impasto 200 g di farina biologica tipo 0 e 100 ml d'acqua. Successivamente si fa riposare qualche ora a temperatura ambiente e poi si mette in frigo. Il rinfresco deve essere fatto ogni 5 giorni con le stesse dosi.

Continua la lettura
44

La cottura

A questo punto si spolverizza il piano di lavoro con la farina integrale e si mette sopra l'impasto lievitato. Si divide il composto in tanti piccoli filoni, si lavorano e si lasciano a riposo un'altra mezzora. Si effettuano dei tagli nei filoni con un coltello bagnato per facilitare la cottura. Si mette sopra una teglia uno strato di carta forno, bagnata precedentemente con acqua calda e poi strizzata. Si preriscalda il forno a 200° C e si fa cuocere il pane per 5 minuti; poi si abbassa a 180° C e si continua la cottura per altri 30/40 minuti. Si toglie dal forno e si lascia raffreddare prima di assaggiarlo e gustarlo. Il pane può essere conservato mediante congelamento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come preparare il pane pita integrale

Il pane pita è un tipo di pane tipico della cucina Egiziana. Esso si prepara con la farina di grano tenero, ed è di forma piatta e tonda. Il pane pita, anche noto "pane arabo", è molto morbido e grazie a tale sua caratteristica, si arrotola molto semplicemente....
Pizze e Focacce

Come preparare il pane integrale in casa

Le farine integrali hanno numerose proprietà benefiche per il nostro organismo. Esse, infatti, sono ricche di minerali quali: ferro, calcio e vitamina B (che sono essenziali per trasformare il cibo in energia). Inoltre, aiutano ad abbassare il colesterolo...
Pizze e Focacce

Come preparare il pane integrale irlandese

Quante volte ci sarà capitato di ritrovarci in casa senza pane fresco e di non sapere come fare. In questi casi l'unica cosa da fare è recarci presso un panificio, oppure rimboccarci le maniche e provare a prepararlo con le nostre mani. Su internet...
Pizze e Focacce

Come fare la pasta madre liquida

In tal tutorial vi spieghiamo come fare la pasta madre liquida. Essa, riceve un'idratazione pari al 130% rispetto alla pasta madre tradizionale solida, e potrà essere conservata fino a 3/4 settimane e la preparazione è decisamente maggiormente semplice...
Pizze e Focacce

Come rinforzare la pasta madre

In passato, il pane fatto in casa era una vera e propria routine, poi col trascorrere degli anni, il lavoro e la frenesia della vita quotidiana l'hanno pian piano fatta svanire, grazie anche anche a prodotti da forno già pronti. Ultimamente però, sembra...
Pizze e Focacce

Come fare la pasta madre senza glutine

Per fare la pasta madre senza glutine non si deve utilizzare la farina di grano duro. Questo cereale si sconsiglia a chi soffre d'intolleranze alimentari al grano oppure di celiachia. Essa è un problema autoimmune dell'intestino tenue. Colpisce i soggetti...
Pizze e Focacce

Come impastare la pasta per pane e pizza

Esistono due alimenti che non possono mai mancare a tavola. Questi sono il pane e la pizza! Il primo è sempre presente e accompagna qualsiasi menù. Mentre, il secondo durante la settimana può sostituisce un pasto. Quindi, ogni giorni si sceglie di...
Pizze e Focacce

Lievito madre: trucchi e consigli

Il lievito madre o pasta acida, è l'ingrediente principale di tante ricette di panificazione. Il lievito madre nasce nasce dall'impasto di farina e acqua, a cui viene aggiunto il cosiddetto "starter" cioè lo zucchero, che accelera il processo. Attivare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.