Pesce al forno: 5 errori da evitare

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il pesce è un alimento prelibato, leggero e ricco di sostanze nutritive come proteine e grassi insaturi contenenti omega 3, fondamentali per una corretta alimentazione. Integrarlo all'interno della propria dieta consente di tenere sotto controllo il peso e apportare molteplici benefici al nostro organismo. Trattandosi di un cibo delicato, la sua preparazione può riservare delle insidie e richiedere qualche accortezza.
In questo articolo, parleremo del pesce al forno e dei 5 errori da evitare, durante la sua preparazione.

26

Cottura errata

L'errore più comune consiste nello sbagliare la temperatura e i tempi di cottura, facendo risultare il pesce crudo o troppo cotto. Un trucchetto per capire se il nostro alimento è pronto per essere sfornato, consiste nell'osservare l'occhio che apparirà bianco e opaco quando il pesce sarà cotto. La temperatura giusta per la cottura si aggira tra i 180 e i 200 gradi, per circa 20 o 30 minuti, per un pesce di un chilogrammo di peso.

36

Poco condimento

Alle volte ci si dimentica di insaporire adeguatamente il pesce, prima di infornarlo, ottenendo una pietanza insipida. Per ovviare al problema, tritate finemente delle erbe aromatiche di vostro gusto e del sale e adagiatele all'interno del pesce, prima della cottura. Se è di vostro gradimento, potete aggiungere anche un filo d'olio extravergine d'oliva e del succo di limone, per un sapore più intenso. Fate attenzione però a non esagerare o finirete per coprire il sapore caratteristico del pesce.

Continua la lettura
46

Bollitura involontaria

Si tratta di un errore frequente, soprattutto se non si ha molta dimestichezza con questo delicato alimento. Durante la cottura, il pesce rilascia naturalmente dei liquidi che potrebbero finire con lessarlo. Esistono alcuni trucchetti per impedire che ciò accada: possiamo spargere dei granelli di sale sul pesce oppure adagiare delle patate sul fondo della teglia, per fare in modo che l'umidità venga assorbita.

56

Cottura disomogenea

Questo errore si verifica solitamente, in presenza di pesci di grandi dimensioni. La grandezza e lo spessore del pesce sono fondamentali per stabilirne i corretti tempi di cottura. Può capitare che una volta sfornato, la parte centrale risulti leggermente cruda mentre le parti più esterne e sottili finiscano per cuocere eccessivamente, diventando secche. Per evitare di compromettere inevitabilmente la nostra ricetta, basta fare delle incisioni sulle zone spesse del pesce, in modo da facilitarne la cottura.

66

Cattiva pulizia

Pulire correttamente il pesce richiede attenzione e sufficiente pratica. Se non vengono estratte completamente le interiora e ripulite le carni adeguatamente dal sangue, il sapore e qualità della vostra ricetta ne risentirà notevolmente. Se non siete esperti nella pulitura del pesce, richiedetela al pescivendolo, al momento dell'acquisto. Invece se decidete di cimentarvi nell'impresa, praticate un'incisione sul ventre, prima di raggiungere testa, ed estraete le interiora accuratamente. Terminate la procedura, lavandolo sotto l'acqua corrente, per eliminare il sangue rimasto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come preparare i calamari farciti ai piselli

Se amate i profumi del mare e non sapete proprio rinunciare alle specialità a base di pesce e molluschi, ecco a voi i calamari farciti ai piselli. È un piatto un po’ laborioso e che richiede un bel po’ di tempo a disposizione per essere cucinato...
Pesce

Come preparare i calamari ripieni con salsiccia piccante

I calamari ripieni con salsiccia piccante sono un piatto ispirato direttamente dalla tipica cucina catalana. È un secondo piatto delizioso da accompagnare in tavola con pane soffice appena sfornato o, se preferite, con polenta. Per preparare la farcia...
Cucina Etnica

Ricetta sarda: sa corda

Tutte le regioni hanno i loro piatti tradizionali, preparati con ingredienti tipici del luogo, come per la ricetta suggerita di seguito. Stiamo parlando della "sa corda" o cordula, un piatto tipico sardo, preparato in tutta la regione, che ha come ingredienti...
Consigli di Cucina

Come pulire le frattaglie

Con il termine generico “frattaglie” si intendono le interiora degli animali: dal cuore ai rognoni, dai fegatini alle animelle, trippa inclusa. Impiegate per dar sapore a brodi e consommé, soprattutto quelle di pollo e per dare sapiditá a ripieni,...
Antipasti

Come mantenere il pane morbido

Il pane è un alimento che è parte integrante dell'alimentazione mediterranea ed è nota la sua bontà ed il suo profumo, soprattutto se appena sfornato. Purtroppo, è difficile mantenerne a lungo il sapore, la morbidezza ed il profumo. Tuttavia, l'unica...
Dolci

Come fare una casa di marzapane

Quando parliamo del marzapane la nostra memoria ci porta ai ricordi dell'infanzia e alle belle favole che ci raccontavano le nostre nonne o che studiavamo a scuola sul libro di lettura. In particolare il nostro pensiero ci riconduce alla fiaba di Hansel...
Dolci

5 varianti dei biscotti allo zenzero

I biscotti allo zenzero hanno origini svedesi, ma ormai sono entrati a far parte della colazione degli europei, specie degli Italiani. Questo perché sono note le proprietà depurative dello zenzero che migliora il metabolismo e la circolazione vascolare....
Consigli di Cucina

Cavolo cappuccio: 10 ricette per gustarlo al meglio

Il cavolo cappuccio è uno degli ortaggi più utilizzati nelle ricette di cucina, sia Italiane sia Europee. Queste ricette vanno a costituire primi piatti sfiziosi oppure secondi piatti, dove il cavolo viene gustato crudo. In questa lista andrò ad illustrarvi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.