Purè di patate dolci: come prepararlo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il purè di patate dolci è un piatto gustoso e diverso dal solito, a base di patate americane. È un ottimo contorno per tutti i piatti a base di carne, dalle cotolette alla milanese al tacchino arrosto, proprio come il purè classico. Ma ci sono delle differenze significative, sia nel sapore che nella ricetta.
Le patate americane (chiamate a volte anche ''patate rosse'' per via del loro colore) hanno infatti un retrogusto dolciastro, simile a quello delle castagne. Questo sapore particolare è il loro punto di forza. Non va nascosto, bensì esaltato con le giuste spezie (la paprica dolce è quella più comunemente usata) ed una punta di zucchero. Per lo stesso motivo, i purè di patate dolci si prepara senza il parmigiano. Se vi abbiamo incuriositi, continuate pure a leggere: vi insegneremo come prepararlo passo per passo. In fondo all'articolo troverete anche qualche utile suggerimento finale.

26

Occorrente

  • 400 gr di patate dolci
  • 1 dl di panna fresca
  • paprica dolce o cannella in polvere
  • 2 cucchiaini di zucchero di canna
  • un pizzico di pepe
  • sale
36

Come prima cosa lavate bene le patate: dovete levare ogni residuo di terra e polvere. Poi pelatele con un coltello da cucina e fatele a pezzi.
Concluse queste operazioni preliminari, mettete le patate a bollire in acqua salata per 40 minuti. Prima di spegnere il fuoco e scolare le patate, tirate fuori una fettina con una forchetta e assaggiatela. Se è estremamente morbida e quasi si ''spappola'' nella vostra bocca, significa che sono cotte al punto giusto. In caso contrario aspettate altri 10 minuti prima di spegnere il fuoco.

46

Passate le vostre patate con uno schiacciapatate, o usate un robot da cucina per trasformarle in purea. Aggiungete quindi gli altri ingredienti: la panna, un cucchiaino di paprica, un pizzico di pepe, e due cucchiaini di zucchero di canna.
Amalgamate il tutto con un cucchiaio, fino ad ottenere un composto dal colore uniforme.

Continua la lettura
56

In una padella, con un filo d'olio extravergine, dovete far cuocere il vostro purè per altri 10 minuti a fuoco lento. Per concludere aggiungete un pizzico di sale ed una leggerissima spolverata di paprica. Il gioco è fatto, ed il vostro purè di patate dolci è pronto per essere servito in tavola e divorato.

66

Al posto della paprica dolce potete usare la cannella. Esalterete il gusto dolce questo piatto allo stesso modo, rendendolo però più profumato. Si tratta infatti di una delle spezie dall'odore più forte e gradevole.
Esistono due tipi di patate dolci, diverse nel colore. Entrambe le tipologie hanno un esterno rosa scuro, ma cambia il colore della polpa.
Per questa ricetta utilizzate le patate con la polpa arancione, invece di quelle con la polpa giallina. Così, il vostro puré avrà un colore diverso, oltre che un sapore diverso rispetto a quello tradizionale.
Se siete a dieta potete sostituire la panna fresca con la stessa quantità di latte intero o parzialmente scremato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come fare il purè di patate con bacon e formaggio

Se hai intenzione di imparare a cucinare una ricetta semplice, deliziosa e soprattutto molto economica, questa è la guida che fa per te! Ti insegnerò come preparare il "purè di patate con bacon e formaggio". Gli ingredienti sono tutti economici e facili...
Primi Piatti

Zuppa di patate dolci e gamberetti

Le bancarelle autunnali sono gremite di tuberi oblunghi o panciuti dalla buccia rosso-aranciata, talvolta bianca o marrone. Sono le cosiddette patate dolci, anche conosciute come patate americane, o batate. La loro consistenza ricorda le patate comuni,...
Primi Piatti

Ricetta: ravioli alle patate dolci

Se intendete preparare in casa dei ravioli dal gusto diverso dal solito e con un ingrediente particolare, potete optare per una ricetta che prevede l'uso di patate dolci. Si tratta infatti, di un'elaborazione semplice ma che richiede un minimo di accortezza...
Primi Piatti

Ricetta: gnocchi di patate dolci con speck e radicchio

Morbidi, delicati e gustosissimi: a chi non piacciono gli gnocchi? Oggi vi proponiamo una ricetta preparata con le patate dolci (forse le conoscete come “patate americane”): nonostante siano ottimi con qualsiasi condimento, compresi i più tradizionali,...
Primi Piatti

Primo al nero di seppia: come prepararlo

Il primo al nero di seppia è il tipico piatto che si può realizzare in due modi: con il pesce surgelato, quindi pochissimo sforzo e denaro oppure con il pesce fresco e un po' più di lavoro. È un primo gustoso ed originale, ottimo per fare un figurone...
Primi Piatti

Cannelloni con purè di piselli

I cannelloni sono un primo molto apprezzato; essi sono semplici da preparare e si possono gustare in numerose versioni. Questa ricetta al posto del consueto ripieno di carne tritata propone una farcitura a base di purè di piselli. Questi ultimi arricchiscono...
Primi Piatti

Come preparare il gateau di patate senza uovo

Per stuzzicare l'appetito dei nostri ospiti, perché non lasciarci ispirare dalla soffice bontà del gateau di patate? Una ricetta semplice, ma capace di conquistare anche i palati più difficili. Per rendere ancora più goloso il gateau, possiamo impreziosirlo...
Primi Piatti

Ricetta: caserecce con pesto genovese, fagiolini e patate

La ricetta che sto per darvi oggi è una ricetta tipica di alcune zone della Liguria. Può infatti capitare molto spesso che se in un ristorante ligure chiedete una piatto di pasta al pasto genovese, vi arrivi un bel piatto di pasta condito con pesto,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.