Regole per ammorbidire i datteri secchi

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I datteri secchi sono un alimento particolarmente nutriente e versatile. Ricchi di vitamine e sali minerali, vantano elevate proprietà antinfiammatorie. Contengono ferro, fibre ed amminoacidi. I datteri secchi si prestano alla preparazione di numerose ricette. La loro sapidità zuccherina li rende un ottimo dolcificante naturale. La disidratazione dei datteri ne incrementa la concentrazione di zuccheri. Inoltre, ne prolunga il periodo di conservazione.
Dovete porre estrema attenzione sulla scelta dei datteri secchi. Controllate accuratamente l’etichetta. Dovete prediligere un prodotto privo di conservanti. Per ammorbidire i datteri secchi, bisogna seguire delle semplici regole. Nei passi che seguono, vi daremo alcuni consigli a riguardo.

26

Immergere in acqua

Una delle regole tradizionali per ammorbidire i datteri secchi prevede l'uso dell'acqua. Se utilizzate acqua a temperatura ambiente, immergeteli per almeno mezz’ora. Con acqua tiepida, basta un quarto d’ora. Utilizzando questo metodo, i datteri manterranno inalterato il loro sapore. La consistenza risulterà più morbida e succosa, per un risultato gustoso.

36

Ammorbidire con il latte

A seconda della ricetta da preparare, potete ammorbidire i datteri secchi anche con il latte. Sia freddo che tiepido, il latte penetrerà all’interno dei frutti, reidratandoli. Manteneteli a bagno per circa 30 minuti, così da renderli teneri e succulenti. Se gradite, potete anche ridurli a pezzetti. Favorirete il processo di ammorbidimento. Il latte assegnerà ai datteri un gusto delicato e leggero, particolarmente gradevole al palato.

Continua la lettura
46

Bagnare nel rum

Se preferite impartire un gusto vigoroso ai datteri secchi, usate il rum. Potete optare per un rum chiaro e giovane. Presenta un gusto meno accentuato ed intenso. In alternativa, potete usare un distillato scuro, più corposo e carico. Immergete i datteri secchi per circa 20 minuti e lasciate ammorbidire bene. I frutti assorbiranno il liquore, per un risultato energico. Questa procedura si adatta alla preparazione di macedonie ed insalate di frutta.

56

Macerare nel succo di limone

I datteri secchi presentano una sapidità particolarmente mielata e zuccherina. Se gradite stemperarne la dolcezza, potete ammorbidire i frutti con succo di limone. Spremete due limoni e filtratene il succo. Quindi, trasferitelo in una ciotola. Introducete i datteri e lasciate macerare per 10-15 minuti. Scolate e consumate a vostro piacimento. Il sapore pungente del limone si mescolerà garbatamente con la dolcezza dei datteri, per un connubio invitante.

66

Reidratare nella grappa

Tra le regole per ammorbidire i datteri secchi, potete usufruire del bagno di grappa. Per ottenere un buon prodotto finale, vi consigliamo di utilizzare un distillato giovane. Presenta un retrogusto molto più delicato e gentile rispetto alle grappe invecchiate. In alternativa, potete scegliere anche un tipo aromatico. Immergete i datteri secchi nel distillato e lasciate in posa per una ventina di minuti. L’alcool penetrerà all’interno dei frutti, ammorbidendoli ed aromatizzandoli.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come ammorbidire i ceci

In cucina si preparano delle ottime ricette. Tra queste troviamo anche i cibi sani. Per cibi sani si intendono piatti effettuati con ingredienti ricchi di vitamine. Soprattutto preparati per i bambini che devono crescere con le giuste proteine e vitamine....
Consigli di Cucina

Come ammorbidire una baguette

Avevate comprato del buon pane francese per coccolarvi durante il pranzo e vi siete accorti che nel giro di poche ore si è indurito diventando immangiabile? Siete stati fortunati a trovarmi, perché in questa giuda vi farò conoscere tutti i segreti...
Consigli di Cucina

Come trifolare i funghi secchi

Con il verbo "trifolare" si indica un preciso procedimento gastronomico. Si tratta infatti di cuocere in padella degli alimenti, riducendoli a fette sottili e condendoli con aglio, olio e prezzemolo. Come ad esempio le melanzane o, più comunemente, i...
Consigli di Cucina

Consigli per evitare che il pollo al forno si secchi

Cucinare il pollo al forno come si deve è uno dei traguardi di ogni buon cuoco. Purtroppo uno dei problemi che spesso si riscontra riguarda il fatto che la carne del pollo anziché essere tenera e saporita si secchi, diventando stopposa e poco appetibile....
Consigli di Cucina

5 regole per un buffet perfetto

Dopo una conferenza, una presentazione, durante un'inaugurazione o anche prima di una cena o un pranzo al ristorante, è sempre buona cosa allestire un buffet per stuzzicare l'appetito degli ospiti.Per fare una buona impressione e lasciare alle persone...
Consigli di Cucina

10 regole per un purè di patate perfetto

Tutti sappiamo fate un puré di patate: contorno facile, veloce ed economico, che piace a grandi e piccini. Ma quanti possono dire onestamente di farlo perfetto? Acquoso, non abbastanza soffice, pieno di grumi o semplicemente insipido: a ben vedere potremmo...
Consigli di Cucina

10 regole d'oro per friggere

Fritto, che bontà! Alzi la mano chi riesce a non leccarsi i baffi davanti ad un piatto di croccanti patatine fritte, una invitante frittura di pesce, un gustoso bigné: niente da fare. Unico problema: la frittura non è esattamente la tipologia di cottura...
Consigli di Cucina

Regole per battere bene la carne

La carne è un alimento che si presta a svariate ricette gustose, raffinate e sfiziose. Per alcuni piatti è però necessario battere la carne per renderla sottile, uniforme e tenera.Battere la carne, è un'operazione abbastanza semplice, ma spesso non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.