Ricetta: agnello al latte di cocco

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Esistono in tutto il mondo dei sapori che meritano di essere assaporati e scoperti almeno una volta nella nostra vita. Resterete certamente stupidi dagli accostamenti che si possono trovare sulle tavole di tutti noi ed all'interno del pianeta. In questa guida sveleremo una ricetta che ha le sue origini in Sri Lanka, un paese certamente poco conosciuto per le sue tradizioni culinarie, ma che avrà il merito di aver fatto conoscere l'agnello cucinato al latte di cocco. In seguito, vedremo quindi tutti i procedimenti da effettuare per la preparazione nel miglior modo.

25

Occorrente

  • agnello
  • latte di cocco
  • burro
  • limone
  • curry
  • cipolla
  • sale
35

Per prima cosa dovrete lavare la carne in modo adeguato, anche se l'agnello sarà già pulito. In seguito lo dovrete asciugare, poi iniziate col tagliarlo a pezzi e riporli dentro una teglia. Giunti a questo punto, dovrete aggiungere alla carne, un po' di curry ed incorporate anche il sale. Infine lasciate riposare tutto quanto per un'ora circa.

45

Ora prendete una ciotola a parte ed dal suo interno dovrete mettere del cocco grattugiato. Versate poi nella ciotola di prima l'acqua bollente: per le quantità cambieranno chiaramente in base alle persone che siete in tavola. Quando avrete ricoperto il cocco di acqua bollente, dovrete lasciare che l'acqua venga assorbita, facendo in modo che tutto il composto riposi per diversi minuti. Trascorso il tempo stabilito, dovrete fare una pressione leggera sul composto, finché il latte non fuoriesca dalla carne.

Continua la lettura
55

Ora dovrete prendere la cipolla, poi lasciatela dorare nel tegame, aggiungete del burro e lasciare sfumare a fuoco basso. Una volta che il burro sarà sciolto, dovrete mettere sempre nello stesso tegame l'agnello, per un tempo di circa dieci minuti, alzando la fiamma del fornello, in modo che diventi rosolato. Adesso versare il latte di cocco, sempre nello stesso tegame, mettendo poi il coperchio e per 20 minuti fate bollire il tutto. Una volta che toglierete il coperchio, noterete come il latte sia diventato molto più denso, e questo significa che è giunto il momento di togliere dal fuoco il tegame. Versate qualche goccia di limone sopra alla carne, suggerimento prima di servire i piatti in tavola. In questo modo il vostro agnello si potrà insaporire con il suo condimento. Mescolate per bene il tutto, ed ora vi resterà soltanto da portare in tavola la vostra pietanza, sperando nell'apprezzamento di tutti dei vostri commensali, che siamo sicuri terranno conto non soltanto dell'impegno avuto nella preparazione, ma anche dell'inimitabile gusto che solo la scoperta di una nuova ricetta può procurare! Buon appetito!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Ricetta: agnello al vino bianco

La carne di agnello è una carne rossa che possiede molti benefici per l'organismo umano. È ricca di sostanze nutritive, come proteine, vitamine B12, ferro che in particolare quello contenuto nell'agnello, viene assorbito più facilmente dal nostro corpo....
Carne

5 modi di cucinare l'agnello

Gli amanti della carne sanno che l'agnello è un ottimo alimento per preparare gustose ricette. Questo infatti si può cucinare in tanti modi diversi a seconda dei gusti. In genere l'agnello è un piatto tipicamente pasquale ma si può benissimo cucinare...
Carne

Ricetta: cosciotto d'agnello ripieno di prosciutto

L'Agnello è presente nella cucina regionale di molte zone d'Italia. Tante sono le ricette che si possono preparare con questo tipo di carne. È un conveniente secondo piatto, che si può farcire e accompagnare in svariati modi. Una delle ricette più...
Carne

Come cucinare la corata di agnello

La corata di agnello rappresenta un secondo piatto a base di frattaglie ed interiora dell'animale (quinto quarto). Precisamente vengono adoperati i polmoni, il cuore, le budella, il fegato e la milza. La corata di agnello risulta piuttosto diffusa nel...
Carne

Ricetta: agnello al vino rosso

L'agnello rappresenta senza dubbio un piatto classico nella tradizione culinaria italiana. Durante il periodo pasquale, quest'ultimo piatto risulta essere sempre presente sulle nostre tavole. Tuttavia, per gli amanti di questo tipo di carne attendere...
Carne

Come preparare l'agnello con cacio e uova

Quando si avvicinano le festività pasquali, si è soliti cimentarsi in tante ricette gustose, che cambiano da Regione a Regione. Una di queste, famosa per essere preparata per il pranzo domenicale, è l''agnello cacio e uova, un tipico secondo piatto...
Carne

Come fare l'agnello con erbe e zafferano

L'agnello ha una carne leggera, ricca di proteine facilmente digeribili. Tuttavia, ha un sapore molto forte e, per questo necessita di una marinatura, prima di essere consumato. Cucinare la carne di agnello non è un'operazione semplice; il suo profumo...
Carne

Ricetta: agnello arrosto con fave e lattuga

L'agnello arrosto con fave e lattuga è un secondo piatto prelibato, perfetto per le occasioni speciali, per la domenica di Pasqua, ma anche per un semplice pranzo domenicale. Un secondo ricercato, saporito e delizioso, dove il sapore deciso dell'agnello...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.