Ricetta: aringa affumicata al cartoccio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'aringa non è particolarmente diffusa dalle nostre parti ma è un pesce dal sapore deciso e dalle ottime proprietà. Si tratta di un pesce azzurro dell'Atlantico settentrionale ricco di potassio, fosforo, calcio, vitamina A, omega 3, conosciuto in Italia soprattutto nella forma affumicata. Generalmente si trovano in commercio sia i filetti affumicati che l'aringa intera. Ecco la ricetta dell'aringa affumicata al cartoccio.

26

Occorrente

  • 4 aringhe affumicate
  • cipolla
  • pepe
  • olio EVO
  • patate lesse
  • erba cipollina
36

Pulitura

Se avete comprato l'aringa intera, tagliate la testa e la coda. Privatela della pelle e delle squame. Incidetela sul dorso e privatela delle interiora e delle eventuali uova. Eliminate la lisca centrale e ricavatene due filetti. Passate i filetti rapidamente sotto l'acqua e lasciateli asciugare su un foglio di carta assorbente. Per ridurre la quantità di sale che contiene naturalmente, immergete l'aringa in acqua fredda e lasciatela per almeno 4 ore, cambiando spesso l'acqua. Dopo questa prima fase, potete decidere se immergere i filetti anche nel latte per un'ora o addirittura unire acqua e latte e lasciarli direttamente in ammollo per qualche ora. Mettete di nuovo a scolare ed asciugate bene.

46

Condimento

Trattandosi di un pesce affumicato e dunque già cotto, non sarà necessaria una lunga cottura. Preparate due fogli di carta d'alluminio e mettete sopra due fogli di carta forno. Disponete un filetto su ogni foglio e condite con abbondante olio extravergine di oliva, pepe e fettine sottilissime di cipolla. Ricordate di non aggiungere sale. Chiudete i fogli di alluminio e infornate per 5 minuti a 170 gradi.

Continua la lettura
56

Contorni

Potete servire i filetti di aringa affumicati al cartoccio con un contorno di patate lesse o al vapore condite con olio ed erba cipollina, senza aggiunta di sale. Anche la polenta accompagna alla perfezione l'aringa affumicata: un piatto tipico della tradizione veneta è proprio polenta e scopeton, ossia aringhe, o meglio ancora sarde.

66

Alternativa alla ricetta originale

In alternativa potete preparare l'aringa al cartoccio anche con l'aglio e il prezzemolo; dopo aver pulito e sfilettato il pesce, lasciatelo scolare nello scolapasta. Prendete un foglio d'alluminio ponete al di sopra l'aringa e mettete l'aglio tritato finemente, il prezzemolo intero, il pepe nero e un filo d'olio d'oliva. Chiudete il cartoccio e mettete l'aringa su una teglia e ponetela a metà forno; accendete il forno a 160 gradi e lasciate cuocere per 20 minuti, dopodiché rimuovete la carta stagnola e lasciate rosolare l'aringa 5 minuti al grill. Si consiglia di servire l'aringa calda.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come fare l'aringa gratinata al forno

Quella che segue è la ricetta tradizionale svedese dell'aringa gratinata al forno. Le dosi degli ingredienti elencati qui sotto vi permetteranno di preparare una quantità di cibo sufficiente per sette-otto persone e la preparazione richiede un lasso...
Pesce

Come affumicare l'aringa

L'aringa è un pesce azzurro ricco di elementi nutritivi e grassi insaturi ed in particolare di Omega 3. È adatto per chi segue una dieta ipocalorica, e si può mangiare anche tutti i giorni senza creare nessun tipo problema all'organismo. In riferimento...
Antipasti

Come preparare l'insalata di patate e pesci affumicati

Se volete cucinare un piatto leggero ma gustoso da presentare in tavola per un pranzo estivo, provate a preparare questa insalata di patate e pesci affumicati. Si tratta di una ricetta semplice e anche i meno abituati ad avere a che fare con i fornelli,...
Antipasti

Come preparare il rosti di patate con aringhe affumicate

Il rosti di patate è un piatto tipico della tradizione svizzera. Si tratta di una pietanza a base di patate, preparate in padella in modo tale che si formi una crosticina superficiale. Ed è proprio questo dettaglio che rende golosa la ricetta.Inoltre...
Consigli di Cucina

10 ricette stuzzicanti con le patate

Tra gli ingredienti più diffusi, utilizzati e buoni nell'ambito culinario, troviamo le patate. Esse possono essere servite come ben sapete sia fritte, sia al forno, sia come contorno e in parecchi casi anche come ingrediente su torte. Le patate oltre...
Cucina Etnica

Come preparare i rollmops

Se avete una cena tra amici o state organizzando una festa buffet e siete alla ricerca di una ricetta innovativa ed originale, allora quello che fa al caso vostro sono i rollmops. I rollmops sono degli stuzzichini composti da aringhe avvolte intorno ad...
Pesce

Come preparare il fumetto di pesce

Il fumetto di pesce non è altro che un semplice brodo composto con gli scarti di qualsiasi pesce che avete utilizzato per preparare altri piatti. Questo tipo di brodo è perfetto per cucinare zuppe, risotti di mare e qualsiasi altra portata a base di...
Consigli di Cucina

5 ricette golose con la cicoria

La cicoria selvatica, utilizzata per la preparazione di piatti regionali, appartiene alla stessa famiglia del radicchio e dell'indivia belga. Come questi due ortaggi ha un gusto leggermente amaro, ideale per creare interessanti contrasti di sapore in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.