Ricetta: aspic alla melagrana

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
Ricetta: aspic alla melagrana
16

Introduzione

Semplice da preparare, gustosa da assaporare, bella da vedere e soprattutto adatta per fare sempre bella figura a tavola oppure durante la giornata con un caffè o con il tè, è la ricetta dell'aspic alla melagrana che riuscirà ad accontentare anche i palati più difficili. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo proprio come preparare l'aspic alla melagrana.

26

Occorrente

  • 6 fogli di colla di pesce
  • 200 gr di ananas sciroppato
  • 2 melagrane
  • 4 arance
36

Scegliere gli ingredienti

Innanzitutto ricordate che, eccetto le mele, troppo dure e poco succose per quest'uso, potrete usare qualunque tipo di frutta a vostro piacere, dalle pere, alle pesche, alle banane. In questo caso particolare vedremo la ricetta a base di melagrana perché grazie al suo vivo colore, si può realizzare un piatto di effetto, visto che anche l'occhio vuole la sua parte, e nello stesso tempo può arricchire la qualità di un menù per una perfetta cena o pranzo a cui tenete particolarmente.

46

Procedere alla preparazione

Con una fiamma molto moderata, scaldate e mescolate finché la colla di pesce sarà sciolta. Poi versate il liquido in uno stampo da budino e lasciate intiepidire. A questo punto tagliate a metà le due melagrane, sgranatele ed estraete i chicchi, dopodiché accomodateli delicatamente nello stampo in modo che siano distribuiti in tutte le sue parti. Anche con le fette di ananas, procedete a fare la stessa operazione, ma in questo caso, solo nelle pareti dello stampo. Lasciate raffreddare a calore ambiente, poi passate in frigorifero per il tempo necessario, calcolate circa non meno di sei o sette ore, perché sia rappreso. Al momento di servire, capovolgete lo stampo in un piatto da portata, ma ricordate che se per una qualsiasi ragione, non potete servirlo subito, rimettete l'aspic in frigorifero, altrimenti rischiate di sciupare il suo splendido aspetto.

Continua la lettura
56

Capovolgere e servire

Infatti, con una messa in scena accurata ogni buon piatto sarà un capolavoro a quattro dimensioni. Tutto questo sarà facile con questo frutto, perché contiene semi rossi raccolti in gruppi, con una polpa dal sapore aromatico, oltre ad essere ricca di sali minerali. Con la parola aspic, che indica generalmente una preparazione a base di gelatina, inizieremo la nostra ricetta. Mettete i fogli di colla di pesce in una ciotola (potete romperli o arrotolarli se il recipiente non è molto grande), copriteli di acqua fredda e lasciateli a bagno per 10 o 15 minuti, in modo che si ammorbidiscano. Nel frattempo spremete le quattro arance e mettete il suo succo con lo sciroppo d'ananas in un recipiente e quando la colla di pesce sarà ben morbida, scolatela, strizzatela e unitela alla miscela.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare un aspic di frutta

La frutta costituisce senza dubbio uno degli alimenti più importanti per l'uomo e deve far parte del regime alimentare quotidiano. Essa infatti è ricca di vitamine, ferro e sali minerali che fanno molto bene all'organismo. Tuttavia molto spesso la frutta...
Dolci

Come preparare il gelato alla melagrana

L'alimento che simboleggia meglio l'estate è certamente il gelato, uno squisito dessert perfetto anche durante l'inverno. Nella stagione estiva si può comunque assaporare di più, in quanto contrasta il caldo e disseta. Il gelato si possibile realizzarlo...
Dolci

Come preparare la crema di cachi con melagrana e cioccolato fondente

Se volete proporre in tavola un gustoso dessert a base di frutta ma comunque molto goloso e invitante, questa crema di cachi con melagrana e cioccolato fondente fa proprio al caso vostro. Il gusto molto dolce dei cachi si abbina alla perfezione alla cremosità...
Dolci

Come preparare la meringata di Natale con melagrana

La meringata con melagrana è un dessert dal sapore unico e delicato, ideale per finire in dolcezza un pranzo durante le festività natalizie. Per realizzarla, occorre avere un po’ di tempo a disposizione ed un pizzico di dimestichezza in cucina. La...
Dolci

Come preparare la marmellata di melograno

La marmellata di melograno è una preparazione semplice e veloce che permette di utilizzare le eccedenze di questo particolare frutto. È una marmellata fresca e gustosa che non dovrebbe mai mancare nelle nostre case. Il melograno è un frutto particolare,...
Dolci

Pavlova al pepe rosa: la ricetta tradizionale

Se cercate un piatto originale, la ricetta tradizionale della Pavlova al pepe rosa è quello che fa per voi. Il dolce si unisce al salato, creando un mix perfetto da gustare fino all'ultimo morso. La preparazione è abbastanza complicata e richiede tempo,...
Dolci

Ricetta: macedonia di frutta con le noci

Molti di noi possono pensare che la macedonia sia un piatto esclusivamente estivo. D'altronde l'estate è l'esplosione dei sapori freschi, come quello della frutta. Preparare una buona macedonia e poi gustarla appena presa dal frigo è un momento davvero...
Dolci

Ricetta natalizia col Bimby: casetta di pan di zenzero

La casetta di pan di zenzero è un dolce tradizionale natalizio. Tipico del Nord Europa e degli USA, viene molto apprezzato da grandi e piccini, ma la preparazione richiede tempi abbastanza lunghi. Tuttavia col Bimby il lavoro viene notevolmente alleggerito....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.