Ricetta: calamarata con seppie, pomodorini e piselli

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

La calamarata è un tipo di pasta di grano duro, che viene utilizzata specialmente in Campania, in quanto Napoli è il luogo di origine di questa pasta.
Ha una conformazione somigliante ai paccheri, ma la calamarata è, però, più bassa; il suo nome deriva infatti dalla somiglianza agli anelli di calamaro. Inoltre è molto indicata con gli ingredienti di mare.
In questa guida, nei successi passi, verrà proposta la ricetta della calamarata con seppie, pomodorini e piselli: un piatto gustosissimo e dal profumo unico, semplice da realizzare.

28

Occorrente

  • Calamarata, seppie, cipolla, vino bianco, pomodorini, polpa di pomodoro, piselli, olio extravergine di oliva, sale, basilico, acqua.
  • Padella, pentola.
38

Ingredienti

Innanzitutto è necessario procurarsi gli ingredienti fini a realizzare questo primo piatto.
Gli ingredienti qui di seguito riportati si riferiscono a un dosaggio per 4 persone: 400 gr circa di calamarata (pasta), 2 seppie grandi, 6 pomodorini, 100 gr di polpa di pomodoro, 200 gr di piselli (freschi o surgelati), 1 cipolla, mezzo bicchiere di vino bianco ed un peperoncino. Inoltre è necessario procurarsi olio extravergine di oliva, sale e basilico in quantità moderate, in base al gusto personale.

48

Condimento

Innanzitutto è importante lavare bene, pulire e spellare le seppie e successivamente tagliarle in striscioline sottili.
Nel frattempo mettere a rosolare la cipolla ed il peperoncino in una padella, con un po' d'olio d'oliva. Appena la cipolla imbiondisce dobbiamo aggiungere le seppie precedentemente tagliate e lasciarle cuocere a fuoco medio/basso per altri trenta minuti circa, fino a quando esse non diventano dorate. A questo punto sfumiamo il tutto con del vino bianco (possibilmente lo stesso con cui serviremo il piatto in tavola).
Poi, dopo aver lavato e tagliato a metà i pomodorini, aggiungere quest'ultimi, la polpa di pomodoro ed i piselli in padella.
Durante la restante cottura è importante ricordarsi di non schiacciare molto i pomodorini, perché è meglio che restino interi.
Infine saliamo il tutto e terminiamo la cottura del sugo.

Continua la lettura
58

Calamarata

Successivamente mettiamo a bollire dell'acqua in una pentola e saliamola nella giusta dose.
A questo punto buttiamo la calamarata (la pasta) nell'acqua bollente e cuociamola per il tempo indicato sulla confezione. Successivamente scoliamo la pasta (meglio se al dente), mettiamola nel condimento (sugo) precedentemente preparato e ripassiamo il tutto nella padella a fiamma medio/alta.
La calamarata con seppie, pomodorini e piselli è pronta.

68

Accorgimenti

Ricordiamo di servire ogni porzione con una decorazione di basilico fresco tritato in cima al piatto e di condirlo con un filo di olio extravergine di oliva.
È consigliabile abbinare a questo primo piatto con lo stesso vino bianco utilizzato per sfumare il condimento.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Nel caso in cui non abbiate la calamarata potete utilizzare gli spaghetti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: Calamarata con ragù di pesce spada

La calamarata è un tipo di pasta di origine partenopea. Nelle regioni del sud Italia si usa condirla in modi diversi ma soprattutto con il pesce. In particolare la calamarata con ragù di pesce spada è una ricetta saporita e ottima per il pranzo domenicale....
Primi Piatti

Come preparare il risotto con seppie e piselli

L'arte culinaria, indipendentemente dalla nazione in cui essa viene espressa, è qualcosa che riesce a deliziare i palati di tutto il mondo, man mano che si vanno a spulciare le varie ricette, si scopre che esistono tantissimi piatti davvero succulenti....
Primi Piatti

Ricetta: maccheroni con le seppie

Il pesce è un alimento che si abbina benissimo con la pasta. Infatti, molte ricette tradizionali e conosciute lo contengono. Una ricetta che spesso viene utilizzata è quella dei maccheroni con le seppie. Questo è un primo piuttosto semplice da realizzare...
Primi Piatti

Ricetta: risotto con seppie e fave

Se vogliamo stupire i nostri amici con un piatto del tutto originale, possiamo fare un risotto con seppie e fave; infatti, si tratta di un primo ricco di principi nutritivi, con poche calorie e adatto anche a chi segue una dieta. In riferimento a ciò,...
Primi Piatti

Come fare la calamarata con ragù di tonno

Uno dei più particolari e tipici formati di pasta della tradizione culinaria partenopea è senza dubbio la calamarata, grandi anelli di semola di grano duro. Generalmente si sposa bene con piatti a base di pesce, perché ne esalta il sapore di mare....
Primi Piatti

Ricetta: timballo di riso con seppie in crema di ceci

Il timballo di riso con seppie in crema di ceci è una ricetta delicata e molto ricercata, degna di un vero ristorante di pesce. L'effetto visivo finale è davvero elegante, adatto per un'occasione molto speciale, e il sapore è delizioso e particolarissimo....
Primi Piatti

Ricetta: tagliatelle con cuori di carciofi e piselli

I carciofi e i piselli sono verdure tipiche delle zone mediterranee che hanno tante proprietà nutritive, importanti per il benessere del nostro organismo. Sono ortaggi estremamente versatili che ben si prestano a svariate ricette. Tuttavia, cucinati...
Primi Piatti

Come cucinare la calamarata con funghi e salsiccia

Ormai la cucina che si occupa di primi piatti sembra lasciare sempre più spazio all'innovazione. Ecco quindi l'utilizzo in gastronomia di tipi sempre più speciali di pasta. La calamarata è una di queste. Un formato di pasta, cioè, molto consistente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.