Ricetta: calamaretti fritti con aceto balsamico

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La ricetta dei calamaretti fritti con aceto balsamico è un piatto da chef. Da preparare per un'occasione speciale, lasciando di stucco tutti i commensali. Perfetta anche per una romantica cenetta a due. I calamaretti sono dei calamari di piccole dimensioni. Naturalmente di consistenza più morbida rispetto a quelli più grandi. Ottimi dunque per i palati più raffinati. La ricetta prevede un abbinamento dei calamaretti con l'aceto balsamico. Questo condimento agrodolce è tipico di Modena o di Reggio Emilia. È un'ottima alternativa per chi non apprezza il sapore aspro dell'aceto nelle pietanze. Ma soprattutto l'aceto balsamico è un prodotto di lunga tradizione. Con la capacità di aromatizzare elegantemente diversi piatti. In questa ricetta l'aceto balsamico si presenterà in qualità di riduzione. Oppure, se si preferisce, di glassa. Così l'aceto balsamico non soltanto insaporirà i calameretti. Ma fungerà anche da decorazione per i piatti. Ecco dunque la ricetta dei calamaretti fritti con aceto balsamico.

27

Occorrente

  • Per i calamaretti fritti: 400 g di calamaretti, 1 litro di olio evo filtrato per fritture, 200 g di farina 00, sale q.b.
  • Per la riduzione di aceto balsamico: 500 ml di aceto balsamico, un cucchiaio di miele (o uno di zucchero semolato), 2 chiodi di garofano, 2 bacche di ginepro, un pezzetto di cannella.
  • Per la glassa di aceto balsamico: 300 ml di aceto, un cucchiaio di fecola di patate, una tazzina di acqua fredda.
37

Creare la riduzione di aceto balsamico

Prima di friggere i calamaretti, occorre preparare la riduzione di aceto balsamico. Porre l'aceto in un tegame a fuoco lento. Mescolarvi il miele finché non si scioglie del tutto. In alternativa al miele, si può usare un cucchiaio di zucchero semolato. Unire le spezie, mescolando di tanto in tanto. Attendere per circa un quarto d'ora che l'aceto balsamico si riduca di oltre la metà della sua quantità iniziale. Non oltrepassare i tempi e/o la misura del liquido per evitare alterazioni al gusto dell’aceto. Spegnere la fiamma e lasciare raffreddare. Solo a questo punto si noterà una consistenza più densa del composto. Filtrare la riduzione di aceto balsamico con un passino. Tenerla da parte fino al suo utilizzo. Eventualmente è anche possibile conservarla in frigo.

47

Preparare la glassa di aceto balsamico

Per questa ricetta dei calamaretti fritti, si può utilizzare anche la glassa di aceto balsamico. Si inizia portando a bollore l’aceto in un pentolino. Nel frattempo si versa la fecola in una tazzina. Dopo averla colmata anche di acqua, si mescolano entrambi gli ingredienti con il dito della mano. La fecola non si può sciogliere in acqua fredda. Quindi questo passaggio serve soltanto per mescolare. Nel pentolino con l'aceto in ebollizione, versare a filo il composto della tazzina. Sempre mescolandolo con il dito. Miscelarlo accuratamente all'aceto balsamico con un mestolo di legno. Una volta legati gli ingredienti, chiudere il fuoco e lasciare raffreddare la glassa.

Continua la lettura
57

Realizzare la ricetta dei calamaretti fritti con aceto balsamico

Preparare la ricetta dei calamaretti fritti è estremamente semplice. Il requisito più importante è la loro assoluta freschezza. Dopo l'acquisto, pulire e lavare i calamaretti in modo accurato. Quindi metterli a sgocciolare. Versare la farina setacciata in una capiente ciotola. Miscelarvi una presa di sale ed infarinare i calamaretti. Eliminare la farina in eccesso mediante l'uso di un colabrodo a maglie larghe. Per la frittura è meglio utilizzare una wok. Colmarla di olio e friggervi i calamaretti a 140°C per pochissimi secondi. Estrarli dal recipiente di cottura tramite una schiumarola. Infine scolarli sulla carta assorbente. Disporli su un piatto da portata e decorarli creativamente con la riduzione o con la glassa di aceto balsamico.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In caso di poco tempo disponibile, si può acquistare una glassa di aceto balsamico già confezionata, purché di ottima qualità.
  • Per aromatizzare ulteriormente la pietanza, sul fondo del piatto da portata dei calamaretti fritti si può sfregare mezzo spicchio di aglio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

10 ricette con la paprika

La paprika è una spezia che viene ricavata dall'essiccazione e macinazione del peperoncino rosso. A differenza di questo, che è utilizzato come alimento molto piccante, la paprika conferisce un gusto molto forte e acceso ma assolutamente non causa alcuna...
Pesce

Ricetta: moscardini fritti in pastella

I moscardini sono abbastanza simili alle seppioline e ai calamaretti; infatti, si differiscono solo per il numero di tentacoli e la grandezza. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni consigli se si desidera preparare qualcosa di sfizioso e di...
Cucina Etnica

Cous cous alla vodka

Il cous cous è un piatto tipicamente nord africano, ma è ben conosciuto e consumato anche in Sicilia e in alcune zone della Sardegna e ormai è facile trovarlo nei menù di tantissimi ristoranti. Una volta cotto, il cous cous può essere condito con...
Primi Piatti

Come preparare le pappardelle ai calamari farciti

Il calamaro è, senza dubbio, il principe dei molluschi: la sua carne, molto apprezzata, è delicata e gustosa, in particolar modo negli esemplari più piccoli (calamaretti) che possono essere cucinati senza eviscerarli, limitandosi a spazzolarli con...
Pesce

Ricetta: insalata di polpo agli agrumi

L'insalata di polpo è un piatto tipico mediterraneo da utilizzare come antipasto in una cena o pranzo a base di pesce. È un piatto che contiene circa 200 calorie a porzione (200 gr.), ricco di proteine e sostanze antiossidanti e salutari provenienti...
Analcolici

Come fare la glassa di aceto balsamico

Con il termine aceto balsamico ci si riferisce, anche in maniera piuttosto generica, ad alcuni condimenti dal gusto agrodolce prodotti nelle province di Reggio Emilia e Modena. Esiste un prodotto la cui ricetta originale nasce dall'unione tra l'aceto...
Antipasti

Come fare l'aceto balsamico di melograno

Il melograno, di origini asiatiche, è un albero abbastanza diffuso nelle zone climatiche più miti. I suoi frutti scarlatti e robusti, sono considerati sin dall'antichità simbolo di prosperità; mentre i suoi chicchi lucidi, aciduli e dolci allo stesso...
Pesce

Come fare il riso freddo al pesce

Che sia estate o inverno il piatto a base di pesce è una prelibatezza che amano tutti. Ricco dei sapori del mare è una cosa molto apprezzata dagli italiani e sono tante le ricette che vengono proposte. Da nord a sud le tradizioni della preparazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.