Ricetta: cantucci alle mandorle

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Ogni dolce ha una sua storia e soprattutto un luogo d'origine, come ad esempio i cantucci ovvero dei biscotti tipici della Toscana che si possono realizzare in tantissimi modi. In riferimento a ciò, nei passi successivi di questa guida, parleremo della ricetta dei cantucci alle mandorle fornendo anche le istruzioni su come prepararli.

25

Occorrente

  • Farina 400 gr
  • Zucchero 200 gr.
  • Uova 3
  • Lievito 1
  • Limone 1
  • Vaniglia 20 gr.
  • Mandorle 200 gr.
35

Acquistare gli ingredienti

Per prima cosa, c'è da sapere che i cantucci sono biscotti che necessitano di una doppia cottura, e quindi dopo aver acquistato tutti gli ingredienti potete incominciare l'elaborazione della ricetta. Una volta che li avete a portata di mano, potrete iniziare a preparare l'impasto che verrà poi infornato. Per creare i cantucci alle mandorle dovete prendere un grosso contenitore, ossia una ciotola di quaranta centimetri di diametro che andrà benissimo, e mettete all'interno la farina, lo zucchero, il lievito e la scorza di un limone.

45

Preparare l'impasto

A questo punto mischiate il tutto con una forchetta e fate una specie di cavità al centro dell'impasto, dove dovrete aggiungere in sequenza le uova battute, il sale e se ne avete, un po' di essenza di vaniglia. Iniziate a lavorare con le mani l'impasto in modo molto delicato. Questo metodo un po' perdi tempo, è svolto per far assorbire la farina in modo impeccabile. Quando vedete che l'impasto ha una colorazione gialla omogenea, dovrete aggiungerci le mandorle. Quest'ultime potranno essere sia intere che spezzate a metà, o addirittura tritate in tanti piccoli pezzettini. Per fare questo lavoro, utilizzate un mortaio oppure un coltello a lama sottile. Adesso amalgamate il tutto con una forchetta, stavolta senza essere delicati. L'impasto deve avere una consistenza omogenea e non deve essere ne troppo giallo, ne troppo marrone per le mandorle.

Continua la lettura
55

Tagliare i cantucci a fette

Una volta ottenuto l'impasto, dovrete fare dei piccoli cilindri e disporli su di una teglia con della carta da forno. Infornate il tutto a 180 gradi e fate cuocere per circa venticinque minuti. Non appena sfornati, i cantucci dovrete tagliarli a fette diagonali e rimetterli poi di nuovo nel forno per altri 15 minuti circa. Una volta terminata del tutto la cottura, i vostri biscotti alle mandole sono pronti per essere serviti in tavola non prima di aver aggiunto dello zucchero a velo o anche una spolverata di mandorle tritate. Questi dolcetti sono ideali se accompagnati magari con il cosiddetto "Vin santo" ovvero un altro tradizionale prodotto dell'arte culinaria Toscana, specifico proprio per la degustazione dei cantucci in genere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare i cantucci al cioccolato

Per gli amanti del cioccolato, proporremo, in questa guida, una ricetta classica toscana rivisitata in chiave moderna. Spiegheremo in maniera semplice e veloce come preparare i cantucci al cioccolato. I cantucci classici, si assaporano accompagnati con...
Dolci

La vera ricetta dei cantucci toscani

Una golosità da poter preparare velocemente sono i cantucci: si tratta di biscotti dal gusto rustico e non molto dolce che solitamente accompagnano un buon bicchiere di vino. Si tratta di una tipologia di biscotti tipici della regione Toscana, ideale...
Dolci

Cantucci alle noci e cioccolato fondente

I cantucci sono dei dolci tipici della tradizione gastronomica Toscana. Si tratta essenzialmente di gustosi biscotti alle mandorle dalla forma tipicamente allungata. Nel corso degli anni, la ricetta originale dei cantucci ha subito molteplici varianti....
Antipasti

Come preparare i cantucci salati

I cantucci rappresentano un apprezzato dolce tipico della tradizione culinaria italiana, in special modo della regione Toscana. Possono essere sia dolci che salati e sono ottimi, ad esempio, se inzuppati nel vin santo. Sono biscotti che si adattano ad...
Dolci

Ricetta: cantucci alle noci e cioccolato bianco

I cantucci alle noci e cioccolato bianco rappresentano un dolce molto gustoso da consumare in qualsiasi momento durante l'arco delle nostre giornate. I cantucci rimangono fragranti per più giorni, basta collocarli all'interno di un contenitore ermetico,...
Dolci

Come preparare i cantucci glassati

I cantucci sono i biscotti toscani più conosciuti nel mondo. La ricetta tradizionale autentica è solo una ma ne esistono tante versioni differenti e tutte ottime da gustare assieme a un buon bicchiere di Vin Santo. Leggete i passi della guida riportata...
Dolci

Come fare i cantucci al pistacchio

I cantucci, conosciuti anche come "cantuccini", oppure "biscotti di Prato" (dalla reale zona di provenienza) sono un tradizionale e famosissimo dolce toscano, diffuso ed apprezzato ovunque. Si tratta di biscotti, per l'appunto, che si presentano secchi...
Antipasti

Come preparare i cantucci salati alle mandorle

Per una serata in allegria con gli amici cosa ci può essere di meglio di qualche cantuccio e un buon bicchiere di vino dolce ad accompagnarli. Forse non tutti sono a conoscenza che questi dolci tradizionali possono essere preparati anche nella versione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.