Ricetta: castagnole al liquore

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Avete voglia di preparare un dolce tradizionale rivisitato? Eccovi la ricetta delle castagnole di Carnevale, al liquore. Rispetto a quelle classiche, fritte, servite calde, e ricoperte di zucchero a velo, queste prevedono la cottura al forno, l'utilizzo di una bagna al liquore in cui intingerle, e dello zucchero semolato come copertura finale. Scegliete un liquore di vostro gradimento, fra rum, limoncello, alchermes o marsala, e sperimentate subito la ricetta. Seguite i consigli della nostra utile guida, e servite le castagnole come goloso dolce a fine pasto. I vostri assaggiatori apprezzeranno molto!

26

Occorrente

  • 600 grammi di farina
  • 200 grammi di zucchero
  • 4 uova
  • scorza di limone grattugiata
  • una bustina di lievito per dolci
  • 100 ml di latte fresco intero
  • liquore e acqua per la bagna
  • un pizzico di sale
  • 200 grammi di burro freddo
36

L'impasto degli ingredienti

Versate la farina in una ciotola di grandi dimensioni, o su una spianatoia. Aggiungete alla farina lo zucchero semolato, il sale, la scorza del limone grattugiata ed il lievito in polvere. Mescolate tutti gli ingredienti, quindi versate al centro della fontana di farina, le uova intere leggermente sbattute, il burro freddo tagliato a pezzetti ed il latte fresco intero. Amalgamate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto morbido e compatto. Preriscaldate il forno a 180 gradi e proseguite le fasi di preparazione, senza far riposare la pasta in frigorifero.

46

La cottura in forno

Ricavate dall'impasto un rotolo di pasta non troppo spesso. Tagliate il rotolo in tanti pezzetti di due centimetri ciascuno. Arrotolateli fra le mani, aiutandovi con la farina, fino a formare delle palline grandi quanto una noce. Disponete le palline di pasta sulla leccarda del forno ricoperta di carta forno, distanziando in modo uniforme l'una dall'altra. Terminate la procedura, ed infornate in forno caldo per almeno dodici minuti. Nel frattempo, preparate tutto l'occorrente per la realizzazione della bagna al liquore.

Continua la lettura
56

La bagna al liquore

Mentre attendete che le castagnole si gonfino in forno, preparate la bagna al liquore. A seconda dei vostri gusti, potete decidere se utilizzare più o meno quantità di liquore rispetto all'acqua. In genere, per un perfetto equilibrio di sapori, si utilizzano le stesse dosi. Mescolateli in una ciotolina, e attendete di sfornare le castagnole. Una volta pronte, toglietele dal forno, e disponetele su un vassaoio o una gratella per farle raffreddare. Subito dopo, immergetele nella bagna al liquore, assicurandovi di non lasciarle troppo in ammollo (rischiereste di romperle vista la morbidezza e friabilità). Passate le castagnole in un'altra ciotola piena di zucchero semolato, in modo da coprirle interamente. Fatele asciugare un paio d'ore prima di servirle.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: castagnole ripiene di crema

In questa guida andrete a vedere come cucinare un dolce tipico originario della cucina ligure. Poi diffuso in tutta Italia, il dolce è un meraviglioso impasto con all'interno una squisita farcitura di crema. Sto parlando delle castagnole ripiene di crema....
Dolci

10 modi di preparare le castagnole di Carnevale

Cosa c'è di meglio delle castagnole nel periodo di Carnevale? Ci sono tanti modi per prepararle e a volte si usano ingredienti veramente insoliti, basta aggiungere o cambiare qualche ingrediente rispetto la classica ricetta per avere un sapore totalmente...
Dolci

Come preparare le Castagnole di Carnevale

A Carnevale, in quasi tutte le famiglie si fanno dei dolci; una particolare menzione meritano sicuramente le castagnole. Esse sono delle frittelle dolci che sono chiamate in questo modo per la forma a pallina e per la grandezza simile a piccole castagne....
Dolci

Come preparare le castagnole di mele

Le castagnole di mele sono delle tipiche frittelle di Carnevale. Sono una vera bontà. Ne vanno pazzi grandi e piccini. E allora, perché non proporle anche in estate? Sono ideali per un'insolita merenda. Possiamo arricchirle con gustosissimi ingredienti....
Dolci

Come fare le castagnole alle castagne

Ecco una bella ed anche molto utile guida culinaria, mediante il cui aiuto pratica, poter essere capaci di imparare come e cosa si può fare, per preparare delle buonissime castagnole alle castagne, che piaceranno ai nostri amici ed anche ai nostri bambini....
Dolci

Ricetta: torta al liquore di mandarino

Con l'estate che si avvicina, cresce sempre di più la voglia di ricette leggere, gustose e fresche che evochino atmosfere estive, e ci regalino golosità senza appesantirci. E questo vale tanto per la cucina salata, quanto per quella dolce, che d'estate...
Dolci

Come preparare le castagnole alla nutella

Le castagnole rappresentano uno dei dolci tipici del Carnevale, e sono molto apprezzati sia dai grandi che dai bambini. Hanno un'origine romagnola, ed una forma che assomiglia vagamente ad una castagna, da cui prendono il nome. Praticamente sono delle...
Dolci

Come fare i dolci di Carnevale: frappe, castagnole e krapfen

I dolci tipici di Carnevale sono le frappe, le castagnole e i krapfen; infatti, sono molto gettonati in questo periodo e ne possiamo trovare moltissimi nei bar, nelle pasticcerie, nei panifici e nei supermercati. Tuttavia è importante sapere che con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.