Ricetta: confettura di rabarbaro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Ricetta: confettura di rabarbaro
15

Introduzione

Con la frutta, verdura e perché no, le erbe spontanee, si possono preparare delle ottime confetture da gustare tutto l'anno. Queste confetture si differenziano fra loro per il gusto finale: dolce, aspro. Se apparteniamo alla categoria di persone che prediligono il secondo gusto, allora proprio non possiamo far a meno di preparare la confettura di rabarbaro. Vediamo insieme la ricetta.

25

Occorrente

  • 1 kg di rabarbaro
  • 800 gr di zucchero
  • 350 gr di acqua
  • 1 limone
35

Pulire gli steli del rabarbaro

Il rabarbaro è una pianta erbacea perenne, con grandi foglie e uno stelo spesso e robusto. È proprio quest'ultimo che viene usato prevalentemente in cucina per la preparazione di diverse ricette tra le quali anche la confettura. Il primo passo è quello di pulire gli steli in modo molto accurato eliminando quindi ogni eventuale impurità. Asciughiamoli poi con un telo in cotone. Priviamoli ora della parte finale, mentre riduciamo a tocchetti la parte restante. Prendiamo ora una ciotola abbastanza capiente, riempiamola per circa 3/4 con acqua a temperatura ambiente, spremiamo il succo di un limone ed infine aggiungiamo prima lo zucchero poi i gambi. Copriamo la ciotola con un canovaccio e lasciamo riposare il tutto per circa 1 ora. Nel frattempo mettiamo nel freezer un piatto a raffreddare. Trascorso il tempo, versiamo il contenuto, compresa l'acqua, all'interno di una pentola che andiamo poi a posizionare sul fuoco portandola ad ebollizione a fuoco medio alto. Con l'apposita ramina, provvediamo ad eliminare la schiuma che si forma durante la cottura. Con un cucchiaio di legno mescoliamo accuratamente facendo attenzione a che non si attacchi nulla sul fondo.

45

Rimescolare con molta cura

Trascorsi i quindici minuti, abbassiamo il fuoco portandolo ad una temperatura media, ricordiamoci di continuare a rimescolare con molta cura. Controlliamo ora a quale punto di cottura è la nostra marmellata e per vedere se è già pronta utilizziamo il piatto freddo. La marmellata di rabarbaro infatti, si può considerare "cotta" quando, mettendola su di un piatto gelato, mantiene la forma. Prendiamone quindi con un cucchiaio una piccola quantità e depositiamola sul fondo del piatto, se rimane in forma possiamo considerare la cottura ultimata. Al contrario invece, se la marmellata si sparge per il piatto assumendo un aspetto tendente al liquido, continuiamo la cottura per altri 10 minuti al termine dei quali ripetiamo l'esperimento.

Continua la lettura
55

Riempire i contenitori con la marmellata

Mettiamo la marmellata all'interno dei vasetti, sterilizzati in precedenza. Riempiamo i contenitori fino quasi al bordo, battendoli di tanto in tanto sul piano di lavoro in maniera da espellere l'aria in eccesso. Posizioniamo i barattoli in una grande pentola e cuociamo il tutto per 5 minuti a bagnomaria. Il consiglio è quello di chiudere i barattoli senza le guarnizioni in gomma, che andiamo ad aggiungere successivamente a ciclo terminato. Dopo 5 minuti, con le apposite pinze, togliamo i barattoli dal fuoco, e lasciamoli raffreddare sul piano di lavoro. Una volta raggiunta la temperatura ambiente, posizioniamo le guaine in gomma, chiudiamo i barattoli e andiamo a sistemarli in un luogo fresco e buio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: torta integrale con confettura di lamponi

Per chi gradisce i sapori dei cibi integrali, che peraltro fanno molto bene al nostro organismo, ora vedremo come preparare un dolce, quindi, una deliziosa torta integrale con confettura di lamponi. Questa è una ricetta semplice, priva di burro, con...
Dolci

Ricetta: crostata di rabarbaro e fragole

Nei passi che andranno a comporre questa guida, ci occuperemo di dolci, in quanto, come avrete letto nel titolo della guida, ora andremo a spiegarvi la preparazione di una ricetta: la crostata di rabarbaro e fragole. Incominciamo questo percorso davvero...
Dolci

Ricetta: crostata alla confettura di albicocche

Preparare una crostata da consumare per colazione o merenda non è difficile, basta solo saper preparare una buona pasta frolla e farcirla con quello che preferiamo. La crostata classica è quella che prevede l'uso della confettura di frutta, ma volendo...
Dolci

Ricetta: confettura di mele cotogne

La confettura di mele cotogne è una ricetta che ci riporta indietro a quando le nostre nonne ci preparavano dolci e crostate. Si tratta di una marmellata a base di un frutto molto particolare, dal sapore leggermente acido. Possiamo usare questa confettura...
Dolci

Ricetta: confettura di mele al pepe rosa

Già da piccoli, la maggior parte delle mamme abituano i propri figli a fare una buona colazione con fette biscottate e marmellata. Questo perché apporta maggiore energia per affrontare al meglio la giornata. Le confetture ultimamente vanno molto di...
Dolci

Ricetta: confettura di ribes

Il ribes è, rispetto agli altri frutti è poco conosciuto ma, ciò non significa che sia meno buono. Tuttavia, oltre a poterlo gustare allo stato naturale, così come si presenta, è possibile impiegarlo in cucina in deliziosi dolci, come per esempio...
Dolci

Ricetta: biscotti confettura e burro di arachidi

I biscotti con confettura e burro di arachidi sono dei biscottini che vengono realizzati utilizzando sia il burro comune, sia quello di arachidi. Sarà proprio quest'ultimo ingrediente a conferire un sapore particolare a questi dolcetti. Il burro di arachidi,...
Dolci

Ricetta: confettura di cachi

Se hai voglia di una marmellata originale e fragrante dai caldi colori autunnali, dai un'occhiata a questa ricetta!La confettura di cachi è particolare e coloratissima (e anche molto difficile da trovare in commercio!) e puoi usarla sia per i dolci,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.