Ricetta: crespelle alla siciliana

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Che la cucina siciliana sia una delle migliori non solo in Italia, ma addirittura nel mondo, è cosa risaputa: ogni volta, però, continuano a sorprenderci i piatti tipici di quest'isola, dei piatti tanto umili quanto estremamente gustosi. È incredibile pensare, infatti, come i nostri nonni, e i loro nonni prima di loro, siano stati in grado di ideare delle pietanze dal sapore eccezionale, potendo contare su pochi ed economici ingredienti. È questo il caso delle crespelle alla siciliana, delle deliziose frittate (senza uova) salate a base di ingredienti del luogo, come le acciughe salate: è possibile assaggiarle in ogni rosticceria siciliana, ed hanno un costo estremamente contenuto, ma è possibile altresì prepararle a casa in semplicità, seguendo i passaggi di questa ricetta.

25

Occorrente

  • 250 gr di farina
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 250 gr di acqua
  • Mezzo cubetto di lievito di birra
  • 4 acciughe sotto sale
  • Olio di arachidi
35

Preparare la pastella

L'impasto delle crespelle alla siciliana è una semplice pastella, quasi del tutto identica a quella base che usiamo per prepare le crepes, sia dolci che salate. Versiamo la farina setacciata in una ciotola e uniamo sale e zucchero, mescolando e unendo frattanto l'acqua calda, molto lentamente: se usiamo il lievito disidratato, possiamo unirlo direttamente alla farina, se invece usiamo quello fresco, possiamo scioglierlo nella stessa acqua calda che utilizziamo per l'impasto. Fatto questo, avremo ottenuto una pastella molto liquida (è indispensabile che non ci siano grumi, quindi mescoliamo con cura): copriamola con un canovaccio e lasciamola lievitare.

45

Preparare le crespelle

Prendiamo le acciughe salate, togliamo la lisca (qualora l'abbiano) e sciaquiamole sotto acqua fredda corrente: fatto questo, asciughiamole e riduciamole a tocchetti non troppo piccoli. Riprendiamo la pastella e aggiungiamo le acciughe: frattanto, iniziamo a mettere sul fuoco una padella dai bordi alti riempita d'olio, e aspettiamo che esso diventi ben caldo.

Continua la lettura
55

Cuocerle

A questo punto, non ci resta che cuocere le crespelle: possiamo prendere la pastella aiutandoci con un cucchiaio, ma la tradizione prevede che le crespelle debbano essere plasmate a mano, dopo aver lubrificato le dita con olio o acqua per evitare che la pastella si attacchi. Tuffiamo le crespelle in olio bollente, lasciandone in padella solo poche per volte (tre o quattro), evitando così che si attacchino tra loro. Una volta che saranno ben dorate, solleviamole con l'aiuto di una schiumarola e lasciamole asciugare su carta assorbente: il segreto per una cottura perfetta è cuocere tutte le crespelle (finché la pastella non finisce, quindi), e poi rituffarle in olio bollente, partendo da quelle che si è fritte per prima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: rotolo di crespelle al prosciutto

Le crespelle sono un piatto tipico francese che si può preparare sia nella variante dolce che in quella salata. Le crêpes presentano una composizione abbastanza neutra infatti. A seconda della farcitura che si sceglie, si possono preparare delle ricette...
Antipasti

Come preparare le crespelle alla mozzarella

Le crespelle sono un piatto tanto buono quanto semplice da preparare. Infatti bastano davvero pochi ingredienti, che spesso si trovano in tutte le credenze delle cucine, per cucinare delle crespelle ottime sia con condimenti salati che con quelli dolci....
Primi Piatti

Come preparare i tagliolini di crespelle con crescione

I tagliolini di crespelle con crescione sono ottimi da gustare sia caldi che freddi. Sono un primo piatto sostanzioso che può essere servito anche a chi segue una dieta vegetariana in quanto non contengono né carne né pesce. Preparare i tagliolini...
Antipasti

Come preparare le crespelle alla trevisana

Le crespelle alla trevisana sono un goloso antipasto da servire in tavola ben caldo durante una cena organizzata in famiglia o fra amici. Possono essere proposte anche come secondo piatto assieme a un ricco contorno di verdure fresche oppure cucinate...
Primi Piatti

Come preparare il pasticcio di crespelle alla vegetariana

La cucina vegetariana si basa su alimenti di origine vegetale. Esclude categoricamente i tessuti animali ed i derivati. La scelta non comporta carenze per l'organismo: le proteine vengono assimilate da cibi corrispondenti, come i legumi e le verdure....
Primi Piatti

Lasagna di crespelle con funghi e salsiccia

Le lasagne di crespelle con salsicce e funghi sono una versione rivisitata delle classiche lasagne dove al posto della sfoglia si utilizzano le crespelle. Il condimento inoltre non prevede l'uso del pomodoro e quindi si tratta di una versione bianca che...
Primi Piatti

Ricetta vegan: crespelle vegetali con ragù di seitan

Chi non ha mai assaporato una deliziosa crespella? Che siano dolci o salate, le crespelle sono sempre golose ed invitanti. Le conosciamo anche con il nome francese di "crepes" e ne esistono decine di varianti. Parliamo di sottili frittatine da farcire...
Dolci

Crespelle meringate: ricetta

Le crespelle meringate sono un dolce a base delle ben note crepes, pietanza ritenuta tipica della cucina francese. Le crespelle ben si prestano a preparazioni dolci e salate. Accompagnate da panna e creme o da salumi e formaggi, sulla tavola faranno sempre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.