Ricetta: crespelle con crema di robiola al tartufo

tramite: O2O
Difficoltà: media
Ricetta: crespelle con crema di robiola al tartufo
16

Introduzione

Sia se siete tra amici o colleghi, sia per parenti e suocere, la ricetta che stiamo per esporvi oggi vi permetterà di ricevere tantissimi complimenti. Stiamo parlando delle crespelle con crema di robiola al tartufo. Questo primo piatto, del tutto vegetariano, è adatto ad ogni ricorrenza e ai tipi di critici più esigenti. La preparazione non è delle più semplici, ma se seguite correttamente i passi di questa guida riuscirete in men che non si dica a preparare delle crespelle buone da leccarsi i baffi. Gli ingredienti riportati di seguito sono indicativi per 6 persone. Vediamo come fare.

26

Occorrente

  • 400 ml di latte intero
  • 100 gr di parmigiano
  • 20 gr di tartufo nero
  • 2 uova
  • 20 gr di burro
  • 100 gr di farina
  • 400 gr di robiola
  • 2 tuorli
  • sale e pepe q.b.
36

La preparazione delle nostre crespelle con crema di robiola al tartufo inizia con la realizzazione dell'impasto. L'impasto è fondamentale per ottenere un risultato impeccabile. Per creare una pastella perfetta impastate insieme la farina, 2 uova intere, 200 millilitri di latte, un po' di sale e pepe. Amalgamate per bene il composto lavorandolo con le mani. Terminato, lasciate riposare l'impasto per circa mezz'ora. Nel frattempo occupatevi della crema di robiola. Per prepararla vi basterà porre in un recipiente capiente la robiola, 50 gr di parmigiano grattugiato, un pizzico di sale e di pepe, due tuorli di uova e 100 millilitri di latte. Usate una frusta o una forchetta per amalgamare bene gli ingredienti.

46

A questo punto imburrate il fondo di una padella e riponetela sul fuoco. Iniziate la cottura delle crespelle lasciandole cuocere pochi minuti per lato. L'aspetto da ottenere è dorato. Utilizzate adesso poco più della metà della crema di robiola preparata per farcire le crespelle. Con un cucchiaio riponetela all'interno delle crespelle e richiudete queste ultime a mo' di ventaglio. Preparate una teglia da forno rivestendola con della carta da forno. Riponete le crespelle su di essa e guarnitele usando la crema di robiola rimasta, diluendola con il latte e un po' di burro.

Continua la lettura
56

Riscaldate il forno a 180 gradi e infornate per 20 minuti fino a permettere al burro di sciogliersi ed amalgamare per bene tutto. Al termine della cottura servite aggiungendo del parmigiano grattugiato a piacere e delle scaglie di tartufo nero.
Se preferite un sapore più consistente o amate particolarmente il tartufo, potete inserire del tartufo grattugiato all'interno della crema di robiola. Questo piatto è davvero perfetto sia per i più golosi sia per gli attenti alla linea e vi permetterà di porre in mostra le vostri doti da cuoche. Ci raccomandiamo di servire il piatto appena sfornato.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: fusilli con crema di robiola, sugo di peperoni e briciole di pane

Se ti sei stancato di proporre ai tuoi commensali i soliti piatti, sicuro della loro riuscita, e vuoi optare per un primo piatto alternativo ti trovi nel posto giusto in quanto questa guida potrebbe fare al caso tuo. Spesso la paura di realizzare nuovi...
Primi Piatti

Ricetta: fusilli alla crema di tartufo

Il tartufo è un particolare fungo sotterraneo. Cresce sottoterra a stretto contatto con querce e lecci. Il tartufo è una vera e propria prelibatezza della cucina mondiale. Ne esistono di svariati tipi e gusti. Alcuni raggiungono prezzi esorbitanti per...
Primi Piatti

Ricetta: risotto con funghi, crema di pecorino e tartufo

La ricetta per un risotto dal sapore tipicamente autunnale è il risotto con funghi, crema di pecorino e tartufo. Questo primo piatto di terra ricorda molto i sapori dell'Umbria e della Toscana, poiché sono terre ricche di funghi, tartufi ed anche di...
Primi Piatti

Ricetta: spaghetti con crema di pecorino, tartufo e pomodori secchi

Preparare un buon piatto di pasta, può essere difficoltoso se non si selezionano alcuni ingredienti che possono combaciare perfettamente tra loro. Scegliere gli ingredienti giusti per condire e dar vita ad un buon piatto di spaghetti ad esempio, può...
Primi Piatti

Ricetta: spaghetti con crema di pecorino, nocciole e tartufo

Una ricetta dai sapori e dai profumi tipicamente autunnali sono gli spaghetti con crema di pecorino, nocciole e tartufo. È una ricetta abbastanza semplice da preparare, non richiede un tempo eccessivo e di solito accontentano i gusti di tutti perché...
Primi Piatti

Come preparare le crespelle alla crema di funghi e fontina

Preparare un primo piatto sfizioso ed originale non è sempre facile: occorrono tanto impegno e una buona dose di fantasia! Una ricetta davvero semplice ma allo stesso tempo efficace da fare in occasione di un pranzo o una cena speciale, sono le crespelle...
Primi Piatti

Come fare i tagliolini alla crema di tartufo

Per stupire i propri ospiti in un pranzo raffinato, si possono fare i tagliolini alla crema di tartufo. Il tartufo è un fungo sotterraneo, che cresce attaccato alle radici di alberi imponenti. Ogni tipo di albero influenzerà il gusto dei tartufi presenti...
Primi Piatti

Come preparare le linguine in crema di tartufo

Con l'arrivo dell'autunno, arriva sulle nostre tavole il tartufo. Amato da alcuni, odiato da altri, questo ingrediente così pregiato si presta benissimo per realizzare moltissime ricette. Primi, secondi o contorni, il tartufo è il re di ogni piatto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.