Ricetta: crostata fichi e mandorle

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I fichi freschi sono di gran lunga superiori a quelli secchi. Compaiono da giugno all'inizio dell'autunno, se sono acerbi tendono ad ammorbidirsi, ma non ad addolcirsi. Cercate quelli maturi, polposi, teneri e piuttosto pesanti, e con un lieve odore di miele sul gambo. Se notate segni di vischiosità significa che son troppo maturi. I fichi maturi sono deperibili e si pestano con facilità: copriteli e conservateli in frigorifero per un massimo di due giorni. Ecco la ricetta della crostata di fichi e mandorle.

25

Occorrente

  • 500 grammi di pasta frolla a temperatura ambiente
  • 8 fichi maturi
  • la scorza grattugiata di una grossa arancia
  • un cucchiaio di miele chiaro
  • 200 gr di burro ammorbidito
  • 200 grammi di zucchero semolato
  • 200 grammi di mandorle tritate
  • 2 tuorli d'uovo
35

Preriscaldate il forno a 180 gradi se avete un forno ventilato, e a 200 se avete un forno tradizionale. Stendete la pasta ed utilizzatela per foderare una teglia del diametro di circa 25 centimetri. Bucherellate la base della pasta frolla con una forchetta, poi metteteci sopra della carta forno con dei fagioli, per evitare che si deformi durante la cottura. Cuocetela per circa quindici minuti. Rimuovete carta e fagioli e cuocete per altri dieci minuti, fino a quando la pasta diventa dorata. Toglietela dal forno e riducete la temperatura a 130 gradi per il forno ventilato e a 150 se il vostro è un forno tradizionale.

45

Amalgamate il burro e lo zucchero aiutandovi con una frusta elettrica, fino ad ottenere un composto liscio e chiaro. Aggiungete le mandorle tritate e la scorza d'arancia, i tuorli d'uovo ed un cucchiaio di succo della cottura dei fichi, e mescolate fino a quando gli ingredienti son ben amalgamati. Stendete uniformemente il composto sopra la pasta frolla. Aggiungete premendo delicatamente i fichi arrostiti sulla miscela di mandorle. Cuocete per un quarto d'ora, o fino a quando la parte superiore diventa dorata. Lasciate raffreddare almeno una mezz'ora, prima di servire.

Continua la lettura
55

In alternativa per preparare la ricetta della crostata con i fichi e le mandorle, prendete la farina e impastatela con le uova, lo zucchero e il burro. Amalgamate perfettamente l'impasto, formate una palla, avvolgetela nella carta velina e ponetela nel frigorifero. Attendete almeno 2 ore e mezza. Stendete l'impasto con il matterello, imburrate una teglia e stendete la sfoglia. Miscelate entrambe le marmellate (di fichi e di mandorle) e farcite la crostata. Con l'impasto che è avanzato, realizzate delle strisce sottili e ricoprite la crostata. Infornate a 220-220 gradi centigradi per un'oretta circa. Lasciate riposare la crostata nel forno almeno mezz'ora prima di servirla. Volendo potete aggiungere sulla crosta i fihi tagliati a metà e le mandorle, per decorarla.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: crostata di fichi con composta alla cannella e miele

Un buon dolce da preparare durante il periodo estivo è quello fatto con della buona frutta fresca: in questo periodo vi sono i fichi, deliziosi e succulenti, con un'ottima concentrazione di zuccheri, adatti proprio per la buona preparazione di un dolce....
Dolci

Ricetta: torta di fichi e mandorle

I dolci e in particolare le torte mettono di buon umore qualsiasi persona. Creare una ricetta originale però non è da tutti. In questa guida vedremo come preparare una torta di fichi e mandorle. Citeremo tutti gli ingredienti da utilizzare. Illustreremo...
Dolci

Ricetta: crostata di marmellata e mandorle

Ecco una rivisitazione della classica ricetta della crostata alla marmellata, arricchita con le mandorle, che conferirà quel tocco di innovazione alla vostra ricetta più consueta. Per fare una buona crostata serve una buona frolla. Se non volete realizzarla...
Dolci

Ricetta: crostata albicocche e mandorle

Per un risveglio dolce e profumato, o per una merenda golosa, perché non lasciarci tentare da un dolce intramontabile come la crostata? Una ricetta classica, perfetta per evocare i sentori dell'infanzia. Per una crostata delicata e fresca, scegliamo...
Dolci

Ricetta: crostata alle mandorle e noci

Le crostate, delizia per grandi e piccini, sono squisite torte di pasta frolla conosciute principalmente per il loro ripieno di marmellate, frutta fresca o confettura. Fra le ricette regalateci dalla tradizione alpina d’Italia, c’è però anche la...
Dolci

Ricetta: crostata fichi e noci

Le noci e i fichi sono degli ingredienti estremamente versatili, molte ricette cercano di sposarli insieme e i risultati sono nella maggior parte dei casi molto gustosi. Questa guida ha lo scopo di illustrarvi la ricetta per realizzare una crostata, dolce...
Dolci

Ricetta: crostata con crema di mandorle e amarene

Ci dedicheremo, nei tre passi che comporranno la nostra guida, alla preparazione di un dolce davvero squisito. Come avrete già compreso leggendovi il titolo della nostra guida, ora andremo a indicarvi tutti i passaggi per la preparazione di una crostata...
Dolci

Ricetta: crostata con farina di mandorle

La crostata è un dolce tipico della pasticceria italiana, dalla frolla friabile e dal goloso ripieno alla crema di nocciole, al cioccolato, alla ricotta oppure alla marmellata di frutta. La ricetta che ti propongo prevede l'uso della farina di mandorle....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.