Ricetta: crostini di taragna e speck

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

I crostini di taragna con speck sono una ricetta semplice e veloce per risolvere una cena dell'ultimo minuto. La preparazione si adatta perfettamente ad un aperitivo oppure un antipasto. La polenta, tipica della Valtellina, ha un sapore più rustico ed una cremosità coinvolgente. Solitamente, viene servita come sostanzioso piatto unico o accompagnamento a puntine di maiale o salsicce. In questo caso, viene proposta con lo speck, in un connubio perfetto di sapori intensi.

27

Occorrente

  • Mezzo chilo di polenta taragna, 300 g. di speck, burro qb, olio extravergine di oliva, sale qb, 1 litro di acqua.
  • Paiolo, pirofila, pennello alimentare, piastra, frusta.
37

Per preparare questa ricetta estremamente semplice, acquistare la polenta taragna. Tipica delle valli valtellinesi è più rustica della classica. Ha un colore più scuro e deriva dalla macinazione del grano saraceno e farina di mais. Pertanto, versare l'acqua in un paiolo oppure una pentola rivestita. Portare l'acqua ad ebollizione, unire una presa di sale ed un cucchiaio di olio extravergine d'oliva, per amalgamare la taragna a fine cottura.
Versare a pioggia il preparato per la polenta. Mescolare con una frusta, per non creare fastidiosi grumi.

47

In commercio, è possibile acquistare la taragna istantanea. Tuttavia, è preferibile la ricetta tradizionale per crostini con speck più gustosi e ruspanti. Lasciare addensare leggermente la polenta e sostituire la frusta con un mestolo in legno. Quando si staccherà dai bordi, sarà pronta. Aggiungere qualche noce di burro e, per conferire ancora più gusto ai crostini con speck, unire un formaggio come la fontina. Imburrare una pirofila in coccio oppure uno stampo per plumcake. Versare la polenta taragna, livellandone la superficie. Lasciare raffreddare per circa un'ora ma senza metterla in frigorifero.

Continua la lettura
57

Trascorso il tempo indicato, girare la pirofila. Quindi, tagliare la forma a fette dallo spessore di 2 centimetri circa. Cospargerle di olio extravergine d'oliva con un pennello alimentare. Scaldare sul fuoco una piastra. Quando sarà ben calda, adagiarvi la polenta. In alternativa, si potrebbe anche friggere, ma sarà ipercalorica. Grigliare la taragna da ambo i lati. A questo punto, disporre su un piatto da portata le fettine e guarnirle con lo speck. Per rendere i crostini più saporiti, spalmare del formaggio cremoso sotto le fette di speck. Optare per della crescenza, gorgonzola oppure altre varianti. Quindi servire ben caldi, per una cena sostanziosa, un aperitivo o un antipastino. In quest'ultimo caso, non esagerare con le porzioni per non rovinare l'appetito. Questa ricetta infatti è molto saziante.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Servire i crostini ben caldi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: polenta taragna con spezzatino

La polenta come ben si sa è il tipico piatto del nord Italia: si trattava del piatto povero, fatto con farina di grano ed acqua, formando una deliziosa crema piuttosto elastica che poteva essere gustata sia sola che come accompagnamento ad altre pietanze....
Consigli di Cucina

5 modi di servire la polenta

La polenta è una deliziosa pietanza originaria dell'Italia Settentrionale e attualmente diffusa in numerosi Paesi dell'Europa (come l'Ucraina, l'Austria, la Romania, la Svizzera e la Croazia) e nel Sud America (come l'Uruguay, il Cile, l'Argentina e...
Consigli di Cucina

Come condire la polenta

La tradizione gastronomica italiana si compone di differenti ricette, tutte tipiche di una particolare zona della nostra nazione. La polenta è uno di questi. In tempi lontani era il pasto di allevatori e contadini, che usavano farine di diversi cereali....
Antipasti

Come preparare i crostini di polenta

La polenta è un alimento abbastanza diffuso nell'Italia del nord. I crostini di polenta sono un antipasto davvero molto stuzzicante; essi possono essere realizzati con differenti varianti, a seconda del proprio gusto e fantasia. Leggendo questo tutorial...
Primi Piatti

5 ricette con la polenta

La polenta è un classico della tradizione del Nord Italia. Ogni regione ha la sua ricetta, ma ciò che le accomuna tutte è la farina di mais. La polenta può essere mangiata da sola oppure utilizzata come contorno, resta comunque un piatto completo...
Primi Piatti

Come preparare la polenta in teglia ai quattro formaggi

Le fredde e uggiose giornate invernali hanno bisogno di essere riscaldate, anche a tavola! Per gustare una ricetta ricca di sapore e perfetta per ritrovare il piacere di un momento di tepore, perché non preparare una deliziosa polenta? Una ricetta semplice...
Carne

5 modi per cucinare il cinghiale

La carne di cinghiale la si può utilizzare per la preparazione di tantissime ricette. Infatti è possibile preparare con essa gustosissimi primi e secondi piatti. Questo tipo di carne ha un sapore molto deciso, tipico della selvaggina. Ad ogni modo vediamo...
Antipasti

Come preparare i crostini con speck e mele

All'interno di buffet e negli aperitivi, i crostini rappresentano un ingrediente immancabile; croccanti e saporiti, sono sfiziosi da consumare preparati nei modi più disparati. Una versione originale, ad esempio, prevede di accostarli a mele e speck....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.