Ricetta: crumble di cioccolato e banana

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Per tutti gli amanti dei dolci propongo un piatto di origine anglosassone. Il crumble può essere preparato in due versioni differenti: dolce e salata. Non è difficile intuire che la versione più deliziosa è sicuramente quella dolce. La bontà della ricetta originale può essere accompagnata da alcune piccole modifiche, cambiando il tipo di frutta utilizzata e aggiungendo del cioccolato. Infatti la versione originale prevede che il crumble sia un dolce al cucchiaio fatto con le mele. Questa ricetta invece è ancora più gustosa: crumble di cioccolato e banana.

25

Occorrente

  • 2 banane mature
  • 60 gr di burro
  • 125 gr di farina
  • 40 gr di zucchero
  • 100 gr di gocce di cioccolato
  • un vasetto di yogurt bianco di 125 gr
  • 100 gr di cioccolato fondente fuso
  • frutta (facoltativa)
  • gelato alla vaniglia o alla crema (facoltativo)
35

Prima di tutto infornate una teglia da forno per dolci e poi prendete due banane mature, sbucciatele e tagliatele a rondelle da disporre sul fondo della teglia imburrata. In una terrina setacciate la farina (per la ricetta originale si usa la farina di riso, ma a me piace utilizzare la farina normale), aggiungete lo zucchero, un pizzico di sale e 50 grammi di burro a temperatura ambiente (vi basterà toglierlo dal frigorifero una mezz'oretta prima di procedere con la preparazione del crumble) tagliato a dadini di un centimetro quadrato ciascuno. A questo punto lavorate con le mani gli ingredienti fino a che non si formeranno delle grosse briciole, come quelle che si creano per fare la sbriciolata di pasta frolla (anche gli ingredienti sono più o meno gli stessi, ma variano leggermente le quantità).

45

Sciogliete 100 grammi di cioccolato fondente (o cioccolato al latte se preparate la ricetta per dei bambini) e versatelo ancora caldo sulle banane. Versate poi un vasetto di yogurt bianco su di esso, che serve ad ammorbidire il dolce e a non farlo risultare troppo secco, ed infine versate i bricioloni sopra allo yogurt, ricoprendo tutti gli ingredienti che si trovano nella teglia. A questo punto aggiungete una manciata di gocce di cioccolato fondente sopra alle briciole ed infornate per una ventina di minuti (o fino a quando le briciole non si saranno dorate, stando attente a non far bruciare il crumble) a 180 gradi in forno preriscaldato, anche ventilato.

Continua la lettura
55

Quando il crumble sarà pronto, uscitelo dal forno e fatelo raffreddare. Se lo tagliate quando è troppo caldo, rischia di sbriciolarsi. Quindi una volta freddo, tagliatelo a fette o a cubetti e servitelo. Se volete aggiungere un tocco particolare al crumble di cioccolato e banana, potete accompagnarlo con dello yogurt oppure con della panna. Se dovesse avanzare, non conservatelo in frigo, altrimenti si indurisce.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: catalana al cioccolato fondente con crumble

Trovare una ricetta di un dolce che possa stupire gli ospiti seduti al vostro tavolo durante una cena, non è sicuramente facile. Le ricette che vengono proposte e riproposte, possono essere banali, ed è per questo che bisogna concentrarsi a preparare...
Dolci

Ricetta: muffin alla banana e cioccolato

Buoni, golosi e soffici i muffin sono un dolce facile da preparare e che può essere consumato a merenda o in qualsiasi altro momento della giornata in cui si ha voglia di qualcosa di sfizioso. I muffin sono molto apprezzati dai bambini e realizzati in...
Dolci

Cremoso alla liquirizia con crumble al cioccolato bianco

Tutti amano la liquirizia: dolce, intensa, nera, forte e saporita. La liquirizia, come voi lettori e lettrici ben saprete, è spesso presente in numerosi dolciumi, biscotti, caramelle, torte, eccetera eccetera. Eppure, avete mai pensato di realizzare...
Dolci

Ricetta: crumble alle pesche

Il crumble alle pesche è un dolce al cucchiaio abbastanza conosciuto, molto gustoso ed al tempo stesso facilissimo da preparare ed alla portata di tutti. Questo dessert deriva dalla parola inglese crumble che significa briciola. Infatti, per realizzarlo...
Dolci

Ricetta: crumble di mele e pere

Il Crumble di mele è un dolce tradizionale inglese, in cui le mele vengono ricoperte da uno strato "bricioloso", da cui il nome "crumble" che significa "briciola". In questa guida spiegheremo come prepararne uno con l'aggiunta delle pere, per donare...
Dolci

Ricetta: Crumble di prugne

Il crumble è un dolce di origine inglese, risalente alla Seconda Guerra Mondiale. La variante salata adopera verdure e formaggi vari; mentre la ricetta dolce impiega la frutta secca o fresca come le mele, le pesche, l’uva, le pere e le prugne. Il crumble...
Dolci

Ricetta: crumble di ciliegie

Ecco una guida culinaria, molto interessante, attraverso la quale, vogliamo imparare insieme ai nostri lettori, la realizzazione di una nuova ed anche molto buona ricetta e cioè quella del famoso ed intramontabile, crumble di ciliegie, che piacerà non...
Dolci

Ricetta: crumble ai frutti rossi

Il crumble è la soluzione perfetta per fare dessert con la frutta fresca. Ad ogni stagione, servito caldo o freddo, con una cucchiaiata di gelato alla vaniglia, rappresenta una deliziosa alternativa alla crostata di frutta. Tarda primavera o inizi estate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.